Kliq Here! #110

Amici della Kliq, benvenuti a una specialissima edizione del Kliq Here. Perché speciale? Beh… intanto per l'orario di uscita. Visto che va di moda, abbiamo infatti chiesto alla Lega TW di poter anticipare l'uscita alle 15 del mercoledì causa gelo e neve che avrebbero reso difficoltosa la classica uscita notturna, perciò eccoci online in questa ineditissima versione pomeridiana! E poi c'è da consegnare i premi legati alla Royal Rumble. E poi… questo è il numero 110 e lode della Kliq! Sapete cosa vuol dire? Che anni e anni di università ci hanno rovinato a tal punto che siamo parecchio affezionati a questa battuta squallida del numero 111 che diventa 110 e lode… E non c'è proprio nulla che voi possiate fare per impedirci di costruirci attorno tutta un'edizione. Perciò preparate la corona d'alloro, la voce per intonare la volgare canzoncina celebrativa e alcool a volontà perché…… IL KLIQ HERE SI LAUREAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!


Disclaimer: all the opinions and impressions expressed here have nothing to do with Tuttowrestling.com; all responsibilities are referred to the Kliq and in particular to his members. Please keep in mind that our aim is to be ironic on you and not to be polemic on what you do. Hope you will be so kind to understand this and forgive us for our jokes; if this will not happen, quite frankly, we can't care less

VOTO 10 A… IL RITORNO DEI MIMI

Ce l'abbiamo fatta. Un'altra volta. Noi della Kliq arriviamo sempre prima della concorrenza sulle notizie più ghiotte ed esclusive, le nostre fonti sono sempre sul pezzo e ci regalano sempre scoop inimmaginabili.
Cosa siamo riusciti a scovare, stavolta? Nientepopodimenoche IL COPIONE DEL NUOVO CONFRONTO TRA HHH E UNDERTAKER. Come se non fosse bastato Chris Jericho, in vista del loro nuovo, inevitabile rematch del “Mimo Contest” dello scorso anno a Wrestlemania, ecco in anteprima per voi fedeli lettori il duro copione che i due esemplari professionisti del ring hanno dovuto imparare a memoria:

Triple H:
Musica di Undertaker. Entra Undertaker.
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker :
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:
Triple H:
Undertaker:

THE SOUND OF SILENCE!

Twitter Trending Now:
Emoticorco, Mimo Contest, Copioni WWE, Copioni In Generale

VOTO 9 A… IRON SHEIK

Senza Iron Sheik, o più precisamente senza i Twitter di Iron Sheik, il mondo non avrebbe più senso di esistere. Probabilmente se non finirà tutto il 21 dicembre 2012 non sarà perché era tutta una cazzata mediatica, ma perché qualcuno lassù leggendo le “twitterate” dello sceicco penserà “Non posso mettere una fine a tutto questo”. Vi ricorderete sicuramente quando ve ne abbiamo proposte alcune circa un anno e mezzo fa, rigorosamente in lingua originale perché troppo volgari per essere riportate in italiano. Da quel giorno, lo sceicco ha continuato a dire la sua su tutto, più o meno sempre con le stesse 25 parole (di cui 22 parolacce). E allora perché ve lo riproponiamo proprio questo mese? Semplice… perché ha deciso di dire la sua anche su qualcosa che riguarda molto da vicino noi italiani, ovvero sul tristemente famoso Capitano Schettino, già preso per il culo e condannato da un po' tutti per il suo comportamento di fronte alla tragedia della Costa Concordia. Fra l'altro, pur nel rispetto delle vittime, va sottolineato che la comparsa di Schettino sulla scena italiana è una manna dal cielo per la nostra nazione, visto che dopo la caduta di Berlusconi l'italiano medio non sapeva più con chi prendersela per i suoi fallimenti. Tornando a Iron Sheik, lui incarna l'iraniano medio, che a ben vedere non è molto diverso dall'italiano medio, differenziandosi di poco più di due consonanti. Perciò cosa avrà mai potuto dire su Schettino?… Vediamo un po':

“i see on the tv about italian captain who fuck over the people on the boat. italian captain, i see you i rape you like dog in your ass”

“italian captain of the boat. you are no good piece of shit motherfucker. you are worse than virgil and fucking raisin balls ultimate warrior”

“i see the tv and the boat go on the water, the jabroni leave the water. he go on the land i kill him and his dog and give him camel clutch”

“italian boat driver is worse stinky ass worse than the tiger woods and the bin laden. he should be died on the boat and save the people”

Quello che ci chiediamo di fronte a tutto questo odio è… ma che ha fatto il povero cane di Schettino per meritarsi di essere ucciso e poi imprigionato nella Camel Clutch di Iron Sheik??? E Schettino riuscirà a sopravvivere all'accusa infamante di essere peggio di Virgil???
LA VENDETTA DELLO SCEICCO

Twitter Trending Now:
Iron Sheik, Camel Clutch, Solidarietà Per Il Cane Di Schettino, Nessuna Pietà Per Virgil

VOTO 8 A… EPICO

Rispetto agli ultimi anni, la lotta per accaparrarsi l'ambitissimo “Pick The Pippa Award” è stata molto meno combattuta. Già nelle primissime fasi della Royal Rumble Alex Riley ha piazzato un tempo abbastanza competitivo, resistendo in gara solo 1'14” prima di essere eliminato da The Miz, ma meglio di lui ha fatto Epico, uno che già nel nome ha impresso il destino dell'impresa storica… Entrato con il numero 10, Epico è rimasto in gara per soli 21 secondi (dal suono della sirena alla sua caduta fuori ring) prima di essere sbattuto fuori senza troppi complimenti da Mick Foley! Un tempo apparentemente imbattibile, che infatti nessuno ha nemmeno avvicinato nonostante il lodevole tentativo di Jerry Lawler di rivincere il premio dopo la performance del 1997. Perciò Epico succede a Vladimir Kozlov inserendosi con pieno merito nell'albo d'oro del Pick The Pippa, che andiamo a ricordare:

Pick The Pippa Award:
1988: Junkyard Dog
1989: Warlord
1990: Shawn Michaels
1991: Bushwacker Luke
1992: Hercules
1993: Terry Taylor
1994: Billy Gunn
1995: Owen Hart
1996: Squat Team #2 (aka Headhunter #2)
1997: Jerry Lawler
1998: Tom Brandi
1999: Gillberg
2000: Faaaaaaaaarrrrooooooooooooqqqqqq
2001: Tazz
2002: Booker T
2003: B-Squared (aka Bull Buchanan)
2004: Spike Dudley
2005: Scotty Too Hotty
2006: Booker T (2)
2007: The Miz
2008: Finlay
2009: Santino Marella
2010: The Miz (2) e Matt Hardy
2011: Vladimir Kozlov
2012: Epico

Se vi state chiedendo chi di voi ha indovinato Epico come vincitore di questo premio la risposta è semplice… Nessuno!
EPIC WIN!

Twitter Trending Now:
Pick The Pippa Award, La Leggenda Dei Numeri 10, Epico, Omero

VOTO 7 A… NESSUNO

E a proposito di Nessuno… proprio Nessuno è il vincitore dell'altro premio legato alla Royal Rumble, ovvero il “What Am I Doing Here?”. Un risultato che si è verificato per la sesta volta nella venticinquennale storia della Rumble. Tutti e quattro i protagonisti della Final Four (Sheamus, Chris Jericho, Big Show e Randy Orton) erano infatti credibili vincitori. A rendere ancora più meritato il premio, anche il quinto classificato (Dolph Ziggler) e il sesto (The Miz) erano ineleggibili per il successo finale. Ziggler in virtù del suo attuale status da main eventer, The Miz per aver addirittura già partecipato a un main event di Wrestlemania solo undici mesi fa… quindi quello che è andato più vicino alla vittoria è stato il settimo classificato, Cody Rhodes, sì campione intercontinentale ma ancora poco credibile come protagonista di match di altissimo livello. Per Cody sarebbe stato un bis dopo la vittoria del 2009, ma purtroppo per lui il destino (sotto forma di Big Show) ha deciso diversamente. Ecco l'albo d'oro aggiornato:

What Am I Doing Here?
1988: Non assegnato
1989: Non assegnato
1990: Hercules
1991: Brian Knobbs
1992: Non assegnato
1993: Rick Martel
1994: Fatu (aka Rikishi).
1995: Crush
1996: Kama (aka Papa Shango, aka The Godfather).
1997: Fake Diesel (aka Diesel II, aka Kane).
1998: Faaaaaaaaarrrrooooooooooooqqqqqq
1999: Big Bossman
2000: X-Pac
2001: Billy Gunn
2002: Mr. Perfect
2003: Batista
2004: Non assegnato
2005: Rey Mysterio
2006: Rey Mysterio (2)
2007: Non assegnato
2008: John Cena (Honoris Causa)
2009: Cody Rhodes
2010: Edge (Honoris Causa)
2011: Santino Marella
2012: Non assegnato

Quindi ancora una volta non assegnato… che pensandoci è un po' quello che dicono i tifosi del Milan guardandosi in faccia increduli ogni volta che Robinho sbaglia un gol da mezzo metro.
Tornando al wrestling, sono stati ben 21 quelli che hanno indovinato questo pronostico entro le 24 del sabato precedente alla Rumble. Questi i loro nomi (o nick, o pseudonimi, o nomi falsi… chissenefrega): Geno, Sallent, Maso85, Christian Boccone, Giovanni Arbatresi, The8 (visto amico di The8 che non dovevi scommettere contro di lui????), Zen, Kurtanglewwe1996, Liontamer, Joy Black, Kenyon Kyle, Capitan Ovvio, Cmpunk1, Calatafimaro, ZioDanilo, Silent, MaX 93, Demetrio Marino, Jack R. Jabrony, Junior, >>Viper.
6-TIME CHAMPION

Twitter Trending Now:
What Am I Doing Here?, Mina, Ulisse, Scommessa di Doni contro The8

VOTO 6 A… NATALYA

Pensavamo di averle viste tutte nella WWE. Cani dati in pasto ai propri padroni, wrestler che tentano di sodomizzare commentatori, lottatori che hanno come peculiarità il potere di vomitare a comando sul ring e scene di necrofilia con un fantoccio. Tutto questo solo per citare alcune delle cose più assurde che ci vengono in mente (probabilmente i più giovani alcune non se le ricordano proprio, ed è meglio per loro che non vadano a ricercare certi avvenimenti…) occorse nella storia più o meno recente della WWE. Qualcuno potrebbe inserire nella lista anche Michael Cole che ottiene un incontro a Wrestlemania 27, ma quello è un altro discorso. Vorremmo soffermarci però sulla nuova creazione della federazione di Stamford, un'idea geniale ma così geniale da farci domandare “Ma perchè nessuno c'ha mai pensato prima???”: Natalya, la lottatrice scoreggiona.
Dunque, prendete una giovane wrestler, bella ed anche brava sul ring (dopotutto viene dalla scuola degli Hart per cui qualcosa saprà pur fare…): come pensate di poterla mettere in risalto? La fate salire sul ring in un incontro da 15 minuti mostrando così tutta la sua abilità? Assolutamente no.
La WWE ritiene che per attirare l'attenzione su di sé Natalya debba scoreggiare a profusione. Ma non semplici puzzette, quelle appena sussurrate che generalmente fanno le ragazze , quel “sento e non sento” che le salva da imbarazzanti quanto controproducenti situazioni. No, Natalya tira fuori delle puzze rumorose ma soprattutto letali all'olfatto.
Tutto è cominciato un paio di settimane fa nell'ufficio di Teddy Long: qui Natalya presa dall'emozione si è lasciata andare ed ha emesso un peto roboante quanto puzzolente, cosa che ha disturbato non poco gli astanti, tra cui un Santino Marella che capitava di lì per caso e che per poco non ci rimetteva le penne. Qualcuno avrà pensato “Beh, la WWE ha voluto creare un segmento nel backstage diverso dal solito, una puzzetta buttata lì tanto per strappare qualche risata al pubblico”. Dopotutto si sa, la scoreggia fa sempre un po' ridere. Boldi e De Sica hanno costruito la loro filmografia sull'importanza del peto con centinaia di gag al limite dello scatologico, per cui cosa volete che sia una puzzetta di un gentil pulzella?
Il problema però si è verificato la settimana seguente, quando ci si è resi conto che quello che sembrava essere nato come un divertissement estemporaneo era diventata una vera e propria gimmick per la povera Natalya. Durante una fase di riscaldamento nel backstage insieme a Beth Phoenix a base di piegamenti (ed ecco la grandezza della WWE: piegamento=sforzo! Ah, il rispetto della psychology! In TNA l'avrebbero fatta scoreggiare camminando e basta…), Natalya emette il suo caratteristico peto due volte. Presa dalla vergogna fugge via, mentre invece Beth Phoenix fugge via presa dai conati. Ovviamente non può mancare Santino Marella che ancora una volta passa di lì per caso e preso dalla nausea per l'immane fetore vomita in un secchio della spazzatura. Citando Wade Keller, considerando quanto tempo la WWE è andata avanti con Ron Simmons che gridava “Damn!” nei segmenti del backstage possiamo prevedere un Santino Marella che andrà vomitando per le puzzette di Natalya almeno fino a Wrestlemania 34.
Comunque sia, questi segmenti trasudano dell'umorismo di Vince McMahon (consigliamo a De Laurentiis di ingaggiarlo come sceneggiatore per il prossimo cinepanettone) dalla prima all'ultima goccia. Temiamo soprattutto per il proseguo di questa storyline: adesso ci stiamo limitando al backstage, ma siamo sicuri che tra un po' i peti non seguiranno Natalya anche sul ring? Quanto tempo passerà prima che la scoreggia atomica (The Atomic Fart, è già pronto il nome…) non diventi la nuova finisher di Natalya? Avversaria messa all'angolo (un po' come faceva Rikishi) e via di scoreggia letale! E se vogliamo rendere le cose un po' più estreme a mò di Hardcore Match, Natalya potrebbe pure usare un accendino e dar fuoco alla scoreggia in uno spettacolo ai limiti del pirotecnico, colpendo così in maniera devastante la sventurata avversaria. E perché non sfruttare questa sua abilità anche durante il suo ingresso sul ring? Ricky Steamboat sputava fuoco con la sua gimmick del dragone, pensate che bello se Natalya entrando sul ring salisse sulle corde e col sedere all'insù facesse una fiammata scoreggiando sull'accendino? Pensate poi a quanti soldi si risparmierebbero in fuochi d'artificio per l'ingresso di Kane: metti Natalya su di un paletto e quando Kane fa la sua tipica taunt con le braccia BAM!!! Natalya ti spara un peto che ti manda la fiamma fino al tetto dell'arena (una raccomandazione a riguardo per Sting: abbiamo letto che vorresti approdare in WWE… fai attenzione a quando fai le tue apparizioni sul tetto…).
Beh che dire, non stiamo più nella pelle all'idea di conoscere il seguito di questa splendida storyline. Qualunque cosa accada, noi della Kliq saremo pronti a dare nuovi e meritatissimi voti a Natalya.
SCOREGGIONA!

Twitter Trending Now:
Natalya a Cortina, The Atomic Fart, Do You Smell What Natalya Is Farting?, La Scoreggia Nei Secoli

VOTO 5 A… UNDERTAKER E KANE

I Brothers of Destruction sono tornati! Finalmente sia Kane che Undertaker hanno fatto il loro rientro nella WWE dopo alcuni mesi di assenza, anche se non sono tornati a far coppia come un tempo. Cioè, a dire il vero non sembrano proprio più quelli di un tempo…
Ricordavamo Kane ed Undertaker e le loro chiome fluenti, una delle caratteristiche che risaltavano maggiormente a prima vista. Il primo a dare segni di cedimento a dire il vero è stato Kane. Lo smascheramento del 2002 c'aveva mostrato il nuovo look della Big Red Machine:

Vabbè penserà qualcuno, gli hanno rasato i capelli davanti per giustificare le ustioni e tutta la credibilissima storyline partorita all'epoca da Vince Russo. Qualcuno in questi anni si sarà chiesto del perché di questa scelta… perché non far ricrescere i capelli a Kane e riportarlo agli antichi splendori? Dov'è finita la folta chioma dei primi anni? Una recente foto senza maschera ci mostra la triste realtà:

Come vedete è rimasto ben poco della chioma leonina di Glen Jacobs che anzi ha subito in generale un invecchiamento spaventoso paragonabile solo a quello che ha colpito Vasco Rossi negli ultimi anni. E a chi dice che i wrestler sono fortunati perché posso sposarsi con delle gran gnocche (tipo Undertaker con Michelle McCool) vi invitiamo a riflettere sulla foto…

Improvvisamente però Kane ha fatto il ritorno nella WWE a fine 2011 e la chioma fluente è misteriosamente riapparsa…

In effetti piuttosto che riproporre il Kane modello pensionato è meglio sbattergli in testa sta parrucca e dare l'illusione che Kane non stia combattendo solo per raggiungere i contributi utili al conseguimento della pensione. Un consiglio però: fissategliela un po' meglio in testa perché durante il match con Cena alla Royal Rumble si spostava un po' troppo mostrando in realtà la testa calva di Jacobs…
Passiamo ora all'Undertaker. Ricorderete come qualche mese fa si parlasse di un Undertaker con la testa completamente rasata a zero come apparentemente confermato da questa foto:

Qualcuno parlò di un falso, qualcuno confermò il fatto che Undertaker si fosse rasato a zero la testa, ed anche noi nel voto pubblicato sul Kliq Here di qualche mese fa abbiamo avuto qualche dubbio. Col suo ritorno nell'episodio di Raw del 30 gennaio abbiamo visto un Undertaker un po' diverso dal solito. Si, i capelli spuntano ancora fluenti da sotto il cappello ma… c'è qualcosa di strano. Non sembrano i suoi soliti capelli, sembrano diversi, molto più ricci del solito. Più parruccosi…
Ebbene si, Undertaker indossa una parrucca. Ma non una parrucca qualunque. Undertaker per il suo ritorno in WWE ha scelto di indossare la parrucca di Michael Jackson raffigurata nella foto:

C'è però una voce fuori dal coro a cui vorremmo dare spazio. Secondo alcuni Undertaker non sta indossando una parrucca ma è andato dalla parrucchiera Ouidad, quella della pubblicità dello shampo Sunsilk che ha aperto in tutto il mondo saloni di bellezza per i capelli ricci.

In effetti la modella nella foto sembra avere gli stessi capelli dell'Undertaker a Raw: stessa lunghezza, stesso colore, stessa lucentezza, stessi ricci.

Alcuni sostengono che Undertaker sia diventato il nuovo testimonial dello shampo Sunsilk capelli ricci, tant'è che già sono emerse queste immagini che sembrano confermare la teoria:

Sinceramente noi crediamo più all'idea che l'Undertaker si sia effettivamente rasato a zero e quella indossata a Raw sia solo una parrucca. A questo punto vorremmo fare al sig. Callaway una domanda: i capelli lunghi sono parte integrante del tuo personaggio (non è un caso che tu li abbia fatti ricrescere tornando alla gimmick del deadman), e tutto sommato la tua chioma si faceva ancora rispettare a differenza di quella di Kane, per cui per quale minchia di motivo t'è venuto in mente di rasarti a zero sapendo che dopo qualche mese saresti dovuto rientrare a combattere???????????????
Altro quesito. Rientri con la parrucca. Ok, finché devi entrare sul ring e fare il solito numero del mimo che contraddistingue i tuoi feud con Triple H va bene, in fondo non ti muovi, la parrucca non rischia di cadere. Cosa succederà però quando dovrai combattere con Triple H? Magari per far fare bella figura a Triple H fingerai che un suo pugno ti farà saltare via tutti i capelli? Un overselling che nemmeno il Curt Hennig dei tempi migliori avrebbe mai escogitato. Siamo senza parole, se una cosa del genere l'avesse fatta chessappiamo, un Taylor Reks qualunque a quest'ora gli avrebbero riattaccato a forza i capelli in testa col vinavil, o gli avrebbero fatto un autotrapianto coi peli pubici. A dire il vero guardando la testa di Reks qualche dubbio in merito potrebbe sorgere…
Comunque sia che dire… il tempo passa per tutti, certo però che a volte la gente ce la mette proprio tutta a dare una mano al tempo!
BROTHERS OF BALDNESS!

Twitter Trending Now:
Cesare Ragazzi, Ouidad, Amauri, HairMaker

VOTO 4 A… GP

Ma tu guarda… un altro voto per GP! Che bambini avrà fatto piangere stavolta??? Eh no… ci spiace deludervi, ma questa volta i bambini non c'entrano… GP finisce nella Kliq per un banale errore che avremmo perdonato a chiunque. Ma a lui no. Se non altro perché appena gliel'abbiamo fatto notare ci ha subito riempito di bonari insulti preventivi supponendo che l'avremmo sbeffeggiato pubblicamente su questa pagina, cosa che inizialmente non ci passava manco per la testa di fare… Però siccome te la sei cercata ora ti pigli il voto GP!
Forse alcuni di voi se ne saranno accorti prima che l'errore fosse corretto… in un recente numero del GPOrder, il buon GP ha scritto testualmente: “Jhonny Ace (perdonatemi lo scrivo ancora così, ha un cognome che per quanto riguarda il sottoscritto equivale ad errore di battitura certo!)”. E certo, sul cognome da Laurinaitis a Ace le cose sono migliorate e non hai fatto errori… ma vogliamo parlare del nome??? JHONNY??? Vabbé che l'acca è muta ma questo non ti autorizza a metterla a caso!!! Soprattutto sulla stessa riga in cui ti vanti di aver evitato errori di battitura!!!! Perciò oltre a esporti al pubblico ludibrio, ti consigliamo di lasciar perdere GP… la tua lotta contro la dislessia digitale è una battaglia persa in partenza…
CACCA AGLI ERORRI

Twitter Trending Now:
Dislessia portami via, Non si capisce un'acca, Lariutaintiaiaisis, Pensavo Fosse Ace e Invece è Doppio Fallo

VOTO 3 A… ZACK RYDER

Tra le tante vittime della gestione Laurianitis c'è, purtroppo, anche una nostra vecchia conoscenza. E' con la tristezza nel cuore e un groppo alla gola che vi annunciamo che…

… Bongo è stato licenziato.

Ebbene sì. Il suo stile era considerato troppo audace e ormai poco adatto alla PG-era. Alla WWE servono volti freschi, gente che viene da Hollywood, booker in grado di dare al prodotto quella ventata di novità di cui tanto ha bisogno per risollevare i rating.

Dunque addio Bongo, we wish you well for your future endeavors. Il tuo posto, nei nostri cuori, verrà preso da…

… il merlo indiano Giosafatte.

Il merlo indiano Giosafatte è, pare, il nuovo uomo di fiducia di Stephanie McMahon, la figura carismatica di cui il backstage di Raw e Smackdown aveva disperatamente bisogno.

La sua impronta rivoluzionaria si è subito sentita a Raw: cosa stava funzionando, negli ultimi mesi? Esattamente. Lui.

Zack Ryder.

Zack Ryder era riuscito ad andare over coi fan praticamente da solo, grazie ai suoi video su youtube, grazie al suo atteggiamento ridicolo ma accattivante, grazie ad una catchphrase tanto semplice quanto efficace.

Zack Ryder sembrava lanciato verso l'Olimpo. Bisognava fare qualcosa per fermarlo. Ed è qui che il merlo indiano Giosafatte mostra di che pasta è fatto.

Interpellato su quale dovesse essere il destino di Ryder, Giosafatte ha sentenziato “CRA!”, che è stato interpretato come “deve diventare una inutile marionetta nel feud tra Kane e John Cena. Dev'essere maltrattato più e più volte, dev'essere seppellito di mazzate e, dulcis in fundo, dev'essere AMICO DI JOHN CENA”. Il piano per far sparire tutto l'hype di Zack Ryder era pronto. L'anomalia di un face che nel 2012 osava diventare popolare senza l'autorizzazione della WWE è stata spenta sul nascere. Grazie, merlo indiano Giosafatte!

QUOTE THE RAVEN… NEVERMORE!

Twitter Trending Now:
Merlo Indiano Giosafatte, Amici di John Cena, Bring Back Bongo, Mucca Della Milka

VOTO 2 A… WWE NETWORK

E dire che più passava il tempo e più sto network appariva in effetti come un colossale missile senza una buona propulsione. Davvero il Grande Fratello delle ex superstar avrebbe lanciato il Network? Oppure lo lancerà lo show dei Cruiser? Una categoria che, piaccia o no, al pubblico medio WWE non ha mai fregato? Chissà. Dovremo attendere ancora mesi su mesi per saperlo. Quantomeno fino ad autunno pare. E chissà che anche allora non ci sia qualche rinvio proprio come già capitato il mese scorso. E già. Perché l'annunciata partenza post Wrestlemania, con tanto di spot e carica emotiva intrinseca, è stata posticipata all'autunno. Ed è un autunno che sa tanto di… a data da destinarsi. I motivi sono diversi e tra questi il meno drammatico appare quello che sulla carta è il più importante: vale a dire mancanza di contratti con TV satellitari, via cavo eccetera per poter penetrare la maggior parte degli States. Alla fine se si parte e c'è un minimo di riscontro poi altre reti si faranno vive. Pensiamo noi. Ecco perché il dramma sta a monte. A meno di cinque mesi dalla partenza il WWE Network non aveva ancora un numero uno, un tuttofare, un guru del lancio network, un deus ex machina (o come diamine si scrive, lo chiederemo a chi scrive le frasette del titantron di Triple H). Insomma non ha un direttore con le palle quadrate. Questo perché nessuno tra le persone contattate ha accettato l'incarico. E non che sia stato l'unico. Infatti il WWE Network era ampiamente a corto di personale. Pochi cameramen, pochi elettricisti, pochi tecnici del suono, pochi registi… Tutto poco. E ti accorgi all'ultimo che vuoi far partire un Network e ti manca la gente? Ma come si fa ci chiediamo noi? La WWE ha così fatto partire una serie di offerte di lavoro online a cui non ha risposto praticamente nessuno. Così, per dire quanta gente da fiducia a sto progetto. Ecco caro Vince, noi due nomi ce li abbiamo e te li suggeriamo volentieri: Roberto Artigiani e Aldo Biscardi. Il primo è una leggenda delle TV private e nella sua vita ha venduto qualsiasi cosa: dai quadri alle case alla pomata che sbianca tutto, anche l'anima dai peccati. Il secondo lo conosciamo un po' tutti e per chi si chiede come mai compaia qua… beh… andatevi a ritrovare cosa han scritto di lui Fabio Caressa, Rino Tommasi e altri su cosa accadeva a Tele+2 quando era lui il direttore della rete…
RIPROVA E SARAI PIU' FORTUNATO NETWORK

Twitter Trending Now:

Rete Capri, Magic Harry, AAA Cercasi, Moviola sul ring

VOTO 1 A… EVAN BOURNE

Signore e signori forse ce l'abbiamo fatta! Dopo due anni in cui i fratelli Hardy si sono passati la leadership del più fesso a suon di incidenti, overdosi e video tragici per la dignità d'una persona pubblicati su youtube, ecco a voi un nuovo campionissimo, Evan Bourne! Solo lui poteva riuscire a prendere due sospensioni dal Wellness Program nel giro di tre mesi. Un'impresa che ci fa ben sperare per il futuro di questa rubrica. Perché finché ci saranno degli Evan Bourne noi saremo qui a scriverne. O forse ci stancheremo prima visto come vanno queste cose, però la frase fa figo e ve la diciamo lo stesso.
Pertanto che dire… grazie Bourne. Grazie per il tuo stile tutto High Flying. E grazie soprattutto per l'High che ti fa sospendere più che per il Flying…
PRIVATO ANCHE DI GIRO E TOUR

Twitter Trending Now:
Flachi è Innocente, Che Fine Ha Fatto Scott Hall?, Peruzzi & Carnevale, Carne Di Cinghiale


E anche questo numero amici della Kliq e amiche della Kliq si chiude senza mestizia e senza rancore. Per il prossimo mese purtroppo sarà dura rivedere Evan Bourne sospeso, dato che questa sospensione dura due mesi, però visto mai che fa un run in a Stamford e stende qualcuno? Mai porre limiti e mai avere aspettative basse quando possiamo contare su fuoriclasse dall'argento vivo addosso. Un po' come quelli che ti dicono che il posto fisso è una noia… Attendiamo quindi di apprendere che avere molti soldi in banca è immorale. E quindi va confiscato un po' tutto. E l'avere una donna tutta per se è assai egoistico e figlio di una cultura passata che lo Stato italiano attuale non può più permettersi. Tutti sacrifici che siamo pronti ad affrontare per permettere allo stato italiano di continuare a servirci perfettamente come sta facendo da trent'anni a questa parte. Quindi rimboccatevi le maniche ed affrontate i vostri sacrifici fino alla prossima edizione della Kliq!

ACQUA CHE SPACQUA!

THE KLIQ

15,941FansLike
2,598FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati