Confermato che la morte di Brodie Lee non ha a che fare col Covid

Sin dalla tragica morte di Brodie Lee sabato, si è ipotizzato che il suo disturbo polmonare sia stato aggravato dal fatto che il Wrestler potesse aver contratto il virus COVID-19.

Una voce inizialmente smentita direttamente dalla moglie, che nel messaggio in cui annunciava il suo decesso parlava apertamente di problemi polmonari non legati in alcun modo al Covid. Dave Meltzer nell’ultima edizione della Wrestling observer Radio ha confermato questa tesi, sostenendo come le speculazioni relative al Covid siano del tutto prive di senso.

I numerosi tamponi effettuati da Brodie Lee

Meltzer ha fatto notare come Brodie Lee non solo sia stato sottoposto ai test COVID-19 prima di ogni spettacolo mentre lottava per l’AEW (dunque fino all’inizio di ottobre), ma anche nel corso del suo lungo ricovero (oltre due mesi) in ospedale, più volte. Ecco perchè le voci in merito al Covid possono essere “legittimamente escluse”.

In merito poi alle condizioni di salute recenti di Brodie Lee, Meltzer ha aggiunto che Lee “non voleva foto di lui in quelle condizioni”; egli era inoltre assolutamente contrario a fornire al pubblico notizie in merito al suo stato di salute. La moglie Amanda ha tenuto informati tutti in AEW del suo peggioramento delle condizioni di salute da ottobre, con il ricovero in terapia intensiva; tuttavia, proprio per volere del marito. ha chiesto che la notizia non trapelasse. Un riserbo che la Federazione e i wrestler hanno effettivamente mantenuto, non essendo emerse notizie di alcun tipo nelle scorse settimane.

Brodie Lee ha disputato il suo ultimo match della carriera il 7 ottobre, quando ha perso il TNT Championship contro Cody Rhodes a Dynamite. E’ stato ricoverato in ospedale poche settimane dopo, quando ha avvertito il respiro affannoso nel corso dei suoi allenamenti di routine a casa.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
14,952FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati