You’re Next #98

Saranno pure semplici indiscrezioni, ma pesano e non poco. Da questa settimana i General Manager di Smackdown! e della ECW, ovvero rispettivamente la bravissima Vicki Guerrero ed Armando Alejandro Estrada, hanno iniziato delle contrattazioni per far si che i due roster si uniscano, non sfociando in un solo show televisivo ma permettendo ad atleti di un brand di lottare nell'altro e viceversa.

Inutile dire che questa mossa è un grido d'allarme per la Extreme Championship Wrestling, o quel che ne resta. I muri che circondando il brand hardcore della WWE stanno crollando show dopo show sotto i colpi di una mediocrità generale incredibile, fatta di poco interesse da parte della compagnia stessa e di un booking clamorosamente indegno. Prendiamo stupidi esempi, senza andare a scavare troppo indietro fino al pessimo utilizzo fatto di The Sandman, Sabu, Rob Van Dam e compagnia bella.

No Mercy, 7 ottobre 2007: Big Daddy V va contro il campione CM Punk nel tentativo di strappargli il titolo assoluto ECW. Ora sorvoliamo sul fatto che io posso essere uno dei pochi se non l'unico a stimare il Black Behemoth perché personaggio adatto al brand ECW, perché agile nonostante i quasi 230 chili di peso, perché soggetto che per stazza è difficile da battere per chiunque, parliamoci chiaro. Tralasciando dunque ciò, con John Morrison al rientro, ci sta benissimo che V non batta Punk. E allora Punk potrebbe vincere con una delle sue veementi reazioni dopo aver subito in lungo e in largo… Oppure Big Daddy V potrebbe venire squalificato per eccessiva violenza… Oppure uno dei due può venire contato fuori… Ma il monolite nero non può perdere per l'aiuto nel momento sbagliato da parte di Matt Striker, uno che passa per professorino furbo ed intelligente. Questo è un errore di booking che non solo ridimensiona Big Daddy V, ma fa passare male anche lo stesso campione ECW.

Altro esempio: ultima puntata dello show ECW, dall'Inghilterra. In due match su tre compaiono wrestlers da Smackdown!, per il resto c'è posto solo per i quattro attori principali dello show, per uno scarno siparietto tra Balls Mahoney e Kelly Kelly (che tolto il fatto che sarà contento perché ha a che fare con una bellezza come Kelly, son convinto che Balls pensando al suo passato nella vera ECW quando la sera torna a casa tira delle bestemmie che le chiese intorno si vanno a nascondere) e nient'altro. Niente Boogeyman, niente Tommy Dreamer, niente Mike Knox (ma questa può essere una fortuna), niente Kevin Thorn, e soprattutto Elijah Burke che viene distrutto in coppia con Nunzio. Burke in coppia con Nunzio… Mettendo i roster sullo stesso piano, è come se a Raw dopo che Mr. Kennedy ha sprecato le sue chance per diventare campione lottasse in coppia con Santino Marella contro Jim Duggan e Super Crazy, perdendo per giunta.

E allora ecco che per salvare la ECW, la WWE pensa bene di accorparla a Smackdown!. E chi ti dice che se Sci-Fi non rinnova l'accordo, il brand hardcore sparisce e quei pochi che contano non vengono spartiti tra Raw e SD!, con conseguente ondata di licenziamenti per gli altri? Non è un'ipotesi da escludere, anche perché la stessa WWE annunciando la trasmissione d'ora in poi delle puntate ECW in streaming su wwe.com fa pensare che questo sia un modo per salvaguardare quantomeno le storylines attualmente in voga,

Per il momento comunque ECW e SD! vanno in coppia, e chi ci guadagna è ovviamente il primo brand. Prendiamo ad esempio due lottatori in stand-by come Kane e Finlay. Potrebbero benissimo puntare al titolo ECW, nobilitandolo non poco. Per non parlare del riciclo di uno come “The Masterpiece” Chris Masters, sull'orlo del baratro da mesi, che in ECW potrebbe provare a cercare un po' d'ossigeno. O di Kenny Dykstra, il wrestler più anonimo del mondo: persino lui nella pochezza della ECW avrebbe di che guadagnare, ammettendo che sul ring ci sa fare.

Smackdown! invece cosa ci guadagna? Guadagnerebbe qualcosa semplicemente dal fallimento della ECW, perché avendo più cinture avrebbe contendenti meritevoli di giocarsela. CM Punk sarebbe perfetto per il titolo US, ma sarebbe un depush dopo il titolo ECW. Con un po' di lavoro, grazie anche al grande amore che il pubblico prova per lui, potrebbe entrare nel giro del titolo mondiale.

Per John Morrison vale lo stesso discorso, mentre Elijah Burke parte un gradino indietro, quindi la cintura degli Stati Uniti sarebbe ottima attorno alla sua vita. Il reborn Stevie Richards con Tommy Dreamer formerebbe un bel tag team, anche se in caso di chiusura del brand hardcore penso che l'Innovator Of Violence tornerebbe al suo ruolo dirigenziale dietro la scrivania. Thorn e V vivacchierebbero, il resto è licenziamento, via, aria, goodbye and good luck.

Insomma in conclusione per la ECW siamo al bivio: se funziona il binomio con Smackdown! può arrivare il rinnovo con Sci-Fi, altrimenti in caso di fallimento sarà finita. La fine di un'avventura voluta da tutti e che ha portato purtroppo a poche cose.

Soprattutto ha portato al rimpianto della vecchia ECW. La storia ha insegnato, insegna e continua a insegnare: i morti vanno lasciati riposare in pace.

Booya!

14,946FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati