You’re Next #115

Impensabile un Draft di questo livello. Negli anni passati infatti lo scambio di atleti tra i due, oggi tre, roster della WWE era stato caratterizzato prevalentemente dal passaggio da una parte all'altra di upper, mid e low-carder (tipo William Regal, Christian, London & Kendrick e Rene Dupree tanto per intendersi), con l'eccezione di qualche main eventer, e la mente corre subito a Batista e John Cena che nel 2005 un po' dopo Wrestlemania XXI passarono rispettivamente da Raw a Smackdown e viceversa, l'uno con il titolo mondiale e l'altro con quello WWE.

Lunedì notte a Raw invece il Draft ha sconquassato letteralmente i tre brand della WWE, con Smackdown che viene incredibilmente rinforzato, Raw che perde Triple H ed il suo titolo assoluto ma guadagna Rey Mysterio, Batista, CM Punk e Kane con tanto di Money In The Bank e cintura ECW, e lo show estremo che viene bistrattato, privato dei suoi due wrestlers di punta e del suo unico alloro. Tutto ciò avviene a pochi giorni da Night Of The Champions, PPV nel quale verranno difese tutti titoli della compagnia, attualmente distribuiti a casaccio: SD ha clamorosamente sia il titolo mondiale che quello WWE, Raw ha quello ECW che a sua volta resta col solo alloro degli Stati Uniti.

E nonostante questo shake di main eventer non è finita, visto che in pratica la WWE ha rimescolato tutti e tre i suoi brand coinvolgendo veramente chiunque nel Draft supplementare tenutosi mercoledì sul suo sito internet ufficiale. Ci voleva sicuramente, quanto meno per zittire per un po' quelli che da anni vanno auspicando una reunion dei roster (e mi ci metto anch'io), e che adesso potranno sfamare le loro bocche con qualche nuova rivalità, sempre che qualcuno faccia il salto di qualità o che almeno venga utilizzato, perché spesso e volentieri tanti mid e low-carder protagonisti di passaggi di roster o sono finiti nell'anonimato o sono stati licenziati.

In attesa di sapere tuttavia quale sarà il futuro dei titoli e la loro re-distribuzione, You're Next! si propone come sempre di analizzare il futuro dei draftati, per poi vedere tra qualche mese se le attese saranno stato o meno rispettate. Vista la mole gigantesca (in pratica tutti i lottatori della WWE!) di nomi l'editoriale sarà diviso in due: precedenza ovviamente per i big protagonisti del Draft lunedì notte a Raw. Per le considerazioni sugli altri l'appuntamento è tra due settimane.

Rey Mysterio. Il folletto di San Diego passa da Smackdown a Raw, si dice esaudendo così una vecchio desiderio del booking team della WWE che da tempo spingeva per poterlo vedere alla prova nello show rosso della compagnia. Mr. 619 è reduce da un periodo così così, caratterizzato prima dalla faticosa risalita verso il main eventing dopo il disastroso regno da campione del mondo e poi da un paio di infortuni che ne stanno rallentando il passo. Onestamente all'ombra di Batista, John Cena e Shawn Michaels non sembrerebbe per lui esserci troppo spazio, tuttavia se il management da tempo lo voleva a Raw, show principale della WWE, un motivo ci sarà. Potrebbe prendere il posto di Jeff Hardy come uomo dei miracoli, dunque i presupposti per far bene ci sono tutti.

Jeff Hardy ha fatto invece il percorso inverso, ovvero è finito a Smackdown da Raw. Bè, con un padre-padrone come Triple H che ha compiuto lo stesso passaggio non c'è proprio da stare allegri, tuttavia il Rainbow Hair Warrior deve continuare ad inseguire il suo sogno, ovvero vincere il titolo assoluto, e con Edge wrestler di punta dello show del venerdì sera i match spettacolari potrebbero sprecarsi. Se non fa una delle sue boiate il sogno è ancora più realizzabile di prima…

CM Punk è passato dalla ECW a Raw portandosi ovviamente dietro il suo bel Money In The Bank. Era l'ora, perché lo Straight Edge nel brand hardcore della WWE non aveva più niente da dire, stava stagnando così a lungo che tanta gente probabilmente neppure si ricorda che ha in tasca un contratto da sfruttare in qualunque momento per una title shot all'alloro mondiale o a quello WWE (a dir la verità anche per quello… ehm… ECW…). Certo forse sarebbe stato meglio mandarlo a Smackdown che non nel calderone di Raw, dove magari sfruttando proprio la sorpresa del MITB avrebbe potuto spaventare Edge in qualunque momento, ma va bene uguale, l'importante era uscire dal pantano della ECW e ce l'ha fatta. Lo sbocciare a Raw adesso però non starà solo a lui, ma anche a chi gestirà il suo personaggio.

Matt Hardy da Smackdown è finito nella ECW, e a parte il fatto che potrebbe così perdere il titolo degli Stati Uniti (conquistato meritatamente ma divenuto poi nelle sue mani eccessivamente anonimo) per lui si tratta di un salto, perché alla corte di Theodore Long potrebbe godere di quello status di main eventer del quale non ha mai goduto nel corso della sua carriera. Glielo auguriamo.

Jim Ross e Michael Cole sono da trattare assieme: il primo da Raw è passato a Smackdown, percorso inverso invece per il secondo. Aria di pensionamento per JR? Può darsi, visto che negli ultimi due anni la sua conferma al rinnovo del contratto è stata più volte in discussione, e visto che la WWE non ha mai fatto mistero di puntare forte su Cole per il suo futuro nel campo del commento. Direi semplicemente che prima o poi sarebbe dovuto accadere, semplicemente hanno voluto farlo col botto. Certo che se davvero la WWE non ha minimamente informato Jim Ross delle sue intenzioni prima di metterle in atto, vista la caratura del personaggio anche a livello dirigenziale Good Ol'JR ha fatto bene ad arrabbiarsi.

Batista da Smackdown passa a Raw, e si tratta di un ritorno forse annunciato. Ai tempi del suo lancio da campione del mondo la WWE aveva messo in cantiere un match contro John Cena che poi non è mai stato fatto. Sarà la volta buona ora, e si meritano una grande ribalta one on one dopo che negli ultimi tre anni hanno rappresentato la compagnia più di chiunque altro. Una sola cosa però: che uno dei due, The Animal possibilmente, turni finalmente heel. Comunque sia Batista lascia SD da main eventer e approda a Raw con lo stesso status.

Umaga da Raw è passato a Smackdown, passaggio scontato e ventilato da mesi e mesi. Giusto, perché il Samoan Bulldozer nello show rosso ha fatto il suo e se non vince in PPV da Summerslam dell'anno scorso come giustamente ha specificato Mario Tobia nel suo ultimo Planet, un motivo ci sarà. Ma siamo sicuri che SD possa essere il lido giusto per Umaga, che si ritroverà Mr. Kennedy e Triple H oltre a Edge e Undertaker? Sicuramente sarà un ottimo avversario per chiunque, grazie anche alla grande dedizione al business sotto ogni punto di vista, ma la sensazione è che a meno di emergenze (vedi Great Khali quando vinse il suo unico titolo mondiale) il titolo assoluto per lui sembra irraggiungibile. D'altra parte i treni non sempre passano due volte, ed il suo è già passato alla Royal Rumble 2007.

Kane dalla ECW passa a Raw, Dio solo, con Vince McMahon ovviamente, sa il perché. Dopo anni da monster jobber la Big Red Machine aveva finalmente trovato la sua dimensione in uno show nel quale, pur senza dominare gli avversari, poteva benissimo fregiarsi di un titolo assoluto che sa purtroppo di semplice contentino per una carriera che avrebbe meritato troppo di più, e ora si ritrova ancora una volta nel brand di punta, dove sinceramente per lui non vedo un gran futuro se non tante partite a carte nel backstage con Chris Jericho. Ben lieto però di essere smentito.

Mr. Kennedy passa a Smackdown da Raw, dove non ha propriamente vissuto il suo periodo migliore per vari motivi. Non era fondamentale per lui cambiare show, visto che comunque resta ancora un giovane talento in attesa del salto definitivo, e questo può avvenire a SD come poteva avvenire a Raw. Comunque da face sta funzionando e potrà dire la sua, sperando che prima o poi riesca a prendersi quella benedetta cintura assoluta, sia essa la mondiale o quella WWE. Certo che per come la vedo io sarebbe stato meglio tenere divisi lui e Jeff Hardy e mandare Punk a SD, ma tant'è.

Veniamo adesso all'incredibile ultimo passaggio, segno indelebile di un Draft largamente impensabile alla vigilia. Triple H, The Game, il Cerebral Assassin, The King Of Kings, il Capo dei Capi, chiamatelo come vi pare, passa da Raw a Smackdown. Proprio lui, l'uomo del lunedì sera live passa al venerdì sera registrato al martedì. Dando per scontato che ovviamente per lui non cambia nulla, wrestler di punta era a Raw e wrestler di punta sarà a SD, e sapendo anche che così potrà stare più vicino alla sua Stephanie, in dolce attesa per la seconda volta, la domanda ovviamente è: perché? La sensazione è che la WWE voglia far crescere le sue più grandi speranze all'ombra del più grande, che ormai a Raw contro i vari Randy Orton, Shawn Michaels, John Cena e il rientrante Batista aveva detto tutto. A Smackdown invece si aprono scenari interessanti, con Mr. Kennedy e Jeff Hardy che senza il peso di Cena e Orton sulle spalle potranno essere cullati al meglio da The Game, che a sua volta nel frattempo avrà il suo bel da fare contro Edge, con il quale mai si è misurato da quando la Rated R Superstar è diventata la stella heel che è oggi. Senza dimenticare MVP. Soprattutto senza dimenticare Undertaker, contro il quale non si incrocia da tempo. Tra i due, non è mistero, non scorre affatto buon sangue, non per nulla da anni stanno in show separati. Come sarà gestita la situazione? Interrogativo più che intrigante. Certo è che se i due per qualche mese deponessero le armi in favore del business avremmo una rivalità d'altri tempi, indimenticabile. Poi, come già detto, largo alle nuove leve.

Booya!

14,920FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati