You’re Next #113

Judgment Day è alle porte, dotato di una card apparentemente solida e ben approntata dalla WWE. Innanzitutto sembra che le mie parole su John Cena ed il suo attuale momento di svogliatezza da cancellare siano state ascoltate in quel di Stamford, visto che avversario del rapper di Boston al PPV sarà John “Bradshaw” Layfield. Un JBL al quale va dato atto di aver portato avanti da solo il feud al microfono, e non poteva fare altrimenti visto che fisicamente l'unica cosa che potrebbe portare avanti sarebbe ormai il vassoio delle vivande. Il miliardario texano è quel che ci vuole per Cena, bisognoso forse per la prima volta da quando è diventato Robo-Cena di un avversario dal buon nome ma da masticare e mandare giù con estrema facilità.

Il main event da solo sembra valere il prezzo del biglietto, sapendo bene quanto Triple H riesca ad esprimere quando la sua animalità è rinchiusa tra quattro mura d'acciaio. Al contrario Randy Orton, tolto quel grandissimo Steel Cage Match contro Ric Flair di Taboo Tuesday di qualche anno fa, non ha mai dimostrato di amare particolarmente gabbie ed affini e dunque questa potrebbe essere l'occasione per consacrarsi anche su questo terreno. Certo che a meno di clamorosi colpi di scena difficilmente Triple H cederà il tanto sudato WWE Title da poco conquistato, e dunque è un peccato che un incontro del genere sia all'apparenza scontato.

A meno di clamorosi colpi di scena abbiamo detto su, e colpo di scena è stato a tutti gli effetti quello messo in atto da Vickie Guerrero, che ha privato Undertaker del titolo mondiale per la sua nuova mossa risolutiva, Triangle Choke o Gogoplata che dir si voglia. Mi unisco al coro di quelli che hanno ritenuto stupida questa mossa senza stare a ripetere i motivi che la rendono tale. Spero solo che la WWE abbia in serbo qualcosa di eccezionale adesso, anche se un po' ne dubito. Tuttavia c'è da dire che adesso il match è strano più che mai da decifrare. Sarà Taker o sarà Edge? Non c'è da sbilanciarsi sul risultato, ma per quel che mi riguarda il becchino quest'ultimo dannato regno lungo se lo merita e basta.

Non è una bella cosa che il titolo ECW non sia in palio, prova ancora una volta di più del fatto che il brand hardcore della federazione di Stamford conta il giusto, ma dall'altro lato con sommo piacere si assiste al ritorno dei titoli di coppia, quelli WWE di John Morrison e The Miz, in un PPV. Lo Shaman Of Sex ed il Chick Magnet difenderanno le loro corone contro un tag team improvvisato ma tutt'altro che scarso, ovvero Kane e CM Punk. Gli eventi dell'ultima puntata della ECW, vittoria di Miz su Mr. Money In The Bank e di Morrison sulla Big Red Machine, sembrano lasciare pochi spazi ai dubbi: Kane e Punk vinceranno le cinture. E ci sta, anche perché per Kane ogni cintura è un premio ad una carriera fin troppo sottovalutata mentre Punk nonostante la possibilità di mettere le mani addosso su un campione ogni volta che vuole nell'attesa non sembra avere troppi avversari.

Chris Jericho e Shawn Michaels, il wrestling fatto spettacolo, azione, cuore. Ci sono tutti i presupposti perché questo incontro sia il Match Of The Year o comunque sul podio della classifica. Il segmento a Raw che ha visto HBK colpire Y2J con la Sweet Chin Music per dimostrare che contro Batista nell'ultimo PPV non era infortunato è stato ottimo, e ora per Jericho non può che essere momento di vendetta. O almeno lo spero…

Già annunciato inoltre un match a tre per il titolo femminile con protagoniste Beth Phoenix, Melina ed ovviamente la campionessa Mickie James. Potrebbe rivelarsi un discreto diversivo rispetto alle contese one on one ed ai soliti contest buoni per mostrare un po' di tits'n'asses. Inoltre tutte e tre le Divas sul ring ci sanno fare alla grande, quindi non c'è motivo perché non risulti piacevole.

Dunque sono sei i match che compongono la card di Judgment Day, ma forse qualcosa in più ci può stare. Di sicuro ci starebbe un Mr. Kennedy vs. William Regal, magari con in palio la corona di King Of The WWE recentemente vinta dal Sir di Blackpool, ma credo che qualche Raw di feud in più non farebbe male al feud ed al face turn di KK. Senza contare che la corona di Regal rappresenta un titolo a tutti gli effetti, dunque potrebbe essere difesa nella Night Of The Champions.

Ci starebbe anche un match per i World Tag Team Titles tra i campioni Hardcore Holly e Cody Rhodes e la strana coppia Santino Marella/Carlito, ma anche in questo caso ho la sensazione che la WWE voglia attendere il PPV dove verranno difese tutte le cinture.

E allora sono altri due i match che potrebbero avere luogo a Judgment Day: Kofi Kingston vs. Shelton Benjamin e Lance Cade vs. Trevor Murdoch. Almeno uno dei due ci starebbe bene, e nonostante lo spettacolo porti tutto verso la resa dei conti tra il giamaicano ed il Gold Standard, personalmente sono curioso di vedere cosa ha in serbo la WWE per Cade in singolo, dunque preferirei vedere il secondo incontro, senza contare che nella ECW abbiamo già assistito a Kingston vs. Benjamin.

Senza dimenticare gente come Batista e Big Show stranamente fuori (The Animal potrebbe tuttavia avere un ruolo in Jericho vs. Michaels), tra gli esclusi dalla card c'è anche Jeff Hardy. Nulla di strano viene da dire, visto che per colpa solo ed esclusivamente sua è stato fuori per due mesi quando era a un passo dall'Olimpo della compagnia. Ed in effetti nulla di strano… il Rainbow Hair Warrior tuttavia è rientrato, ha chiesto scusa ed ha sconfitto niente meno che Umaga. Salti di gioia per i suoi fan, che tornano a sperare in un immediato push megagalattico, e delusione per i bacchettoni, convinti che la WWE abbia perso un'ottima occasione per dimostrare una volta di più che la sua nuova politica non lascia scampo a nessuno.

Come la penso? Con i 60 giorni di sospensione, la non-partecipazione a Wrestlemania ed il conseguente stop al suo lancio Jeff ha pagato assai. Adesso ha una sola chance e non vedo perché la WWE, se crede davvero in lui, non debba fargliela sfruttare. Anche perché al prossimo errore il più giovane degli Hardy verrà messo alla porta, dunque tanto vale riprendere da dove abbiamo lasciato e stare a vedere cosa accade. L'unico che ha da perderci è lui.

Booya!

15,652FansLike
2,632FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati