Suplex City #10

Quando iniziai ad appassionarmi al mondo del Wrestling, l'Hell in a Cell match era un evento unico e speciale, cruento epilogo di faide lunghe che spesso determinava la conquista del titolo del mondo.

Uno dei primi Hell in a Cell match che vidi in diretta fu quello tra Batista e Triple H a Vengeance 2006, match violentissimo che pose fine ad una rivalità nata 6 mesi prima.

Con l'introduzione nel 2009 dell'omonimo PPV, anche il valore del match in se è diminuito, cogliendo a volte impreparata la WWE che spesso si è vista costretta a sancire HIAC match per rivalità non propriamente trascendentali.
Abbiamo così assistito a match trascurabili come quello del 2009 tra D-Generation X e The Legacy, lo scorso anno addirittura un match per sancire il number one contender al titolo tra John Cena e Randy Orton, passando da un non trascendentale Cm Punk vs. Ryback nel 2012.
Tutti match che stridono con l'alone di epicità che avvolgeva la gabbia, il devil's playground che ospitò i vari Undertaker vs. Mankind, Triple H vs. Cactus Jack, HBK vs. Taker ecc…
Altro aspetto abbastanza controverso per le versioni moderne degli Hell in a Cell è l'assenza di sangue o comunque di violenza simile a quella dell'era pre PG; sia chiaro, non sono un detrattore del sangue ad ogni costo, ma penso che in un match del genere certi colpi e certi spot rendano la contesa ancora più drammatica e coinvolgente.

L'edizione che andrà in scena tra dieci giorni allo Staples Center di Los Angeles avrà due HIAC match molto diversi tra di loro; partendo dal main event dello show che sarà la battaglia finale tra Brock Lesnar e The Undertaker possiamo dire senza dubbio che la stipulazione del match è perfetta per concludere questa epica rivalità iniziata a Wrestlemania 30.
Unico punto punto debole della storyline sviluppata finora è è stata la modalità dell'annuncio del match, ovvero con un video package messo in onda a circa un mese di distanza dall'evento.
Per un match che sicuramente entrerà a far parte della storia della compagnia, mi sarei aspettato qualcosa di meglio.
Come ribadito nello scorso appuntamento con il Suplex City, vedo naturale e logica una vittoria di Brock Lesnar con Undertaker che rimarrà assente fino a Wrestlemania, dove un suo eventuale ritorno dev'essere costruito sapientemente e con il giusto avversario. Ma questo è un altro discorso.

Il secondo HIAC match sarà quello tra Bray Wyatt e Roman Reigns, con quest'ultimo uscito piuttosto malconcio dall'ultima puntata di Raw per quanto riguarda la reazione con il pubblico. La stipulazione è perfetta per vedere Reigns vincere ed al tempo stesso proteggere non tanto Wyatt, quanto il suo pupillo Braun Strowman.

Non sarà invece nella gabbia il match tra il campione Seth “Freaking” Rollins e Kane, match valevole per il titolo, con l'aggiunta della clausola che se Kane non vincerà gli verranno sottratti tutti i compiti da DOO.
La stipulazione è perfetta per far finire il match in squalifica o meglio per no contest, il che permetterebbe di portare avanti la rivalità fino a Survivor Series.
Magari condizionato un po' dai rumors riguardanti il possibile match a Wrestlemania 32 tra Triple H e Seth Rollins, credo che potremmo vedere uno o più interferenze da parte dell'Authority, che potrebbero quindi gettare le basi per la rivalità tra Rollins e HHH.
Il calo di ascolti anziché indurre la WWE a sperimentare, lanciando nel main event nuovi personaggi, li induce a non fare assolutamente nulla trascinandosi pigramente verso gennaio.
Con l'avvento del WWE Network sembra che la tattica per i mesi storicamente deboli sia quella di puntare tutto sul blockbuster dell'evento; a settembre avevamo Sting, ora abbiamo Taker vs. Lesnar, a Battleground avevamo avuto il ritorno di Lesnar.
Il rovescio della medaglia è che il resto della card non viene costruito e questo è il risultato di show settimanali semplicemente mediocri.

Tutt'altro che mediocre invece è quello che fortunatamente vediamo a NXT e in particolar modo durante gli speciali. TakeOver Respect ci ha consegnato un match che sarà destinato a far scuola e storia ovvero l'Iron (Wo)Man Match tra Bayley e Sasha Banks.
Quello che è mancato al match di Brooklyn per arrivare al massimo dei voti, lo abbiamo visto lo scorso mercoledì. NXT consegna due main eventer che da sole potrebbero trascinare l'intera divisione femminile della WWE per 10 anni. Sarà interessante vedere se tutto questo materiale verrà sprecato o verrà valorizzato da Vince e compagnia bella.
Sempre parlando di divisione femminile, ottimo il debutto di Asuka contro un altrettanto ottima Dana Brooke che dimostra di migliorare settimana dopo settimana.
Per quanto riguarda l'esito del Dusty Rhodes Classic, mi aspettavo una vittoria di Jordan & Gable, ma la scelta di dare a Joe e Bàlor la vittoria ha un senso logico, considerando soprattutto come è stato bookato l'intero torneo. Ottima la coda della premiazione con la famiglia Rhodes (segmento semplice ed elegante).

Come al solito le carte per assistere ad un altro TakeOver di spessore (a Londra il prossimo 16 dicembre, e non vedo l'ora visto che avrò la fortuna di assistere dal vivo all'evento!) ci sono tutte.
Ci risentiamo tra un paio di settimane per analizzare quanto sarà successo a Hell in a Cell!

15,654FansLike
2,634FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati