Suplex City #22

Finalmente è arrivata la settimana più attesa, quella di Wrestlemania. E' una settimana speciale ed elettrizzante anche per i fan solitamente più critici verso la WWE, che in occasione del Grandaddy of Them All si ammorbidiscono, almeno fino al termine della puntata di Raw del lunedì successivo.

La sensazione di questi giorni di vigilia è quella che a Wrestlemania 32 manchi qualcosa per far si che l'hype decolli del tutto, si ha quasi la sensazione che sia una Wrestlemania monca. I fattori che alimentano questa sensazione possono essere molteplici; sarà la prima Wrestlemania senza John Cena (almeno come lottatore attivo nella card) da tredici anni a questa parte e sarà anche la prima Wrestlemania da quando Daniel Bryan è a tutti gli effetti un ex lottatore.
A questa sensazione (esclusivamente personale) che manchi un vero e proprio showstealer, contrappongo l'analisi della card dell'evento e potenzialmente di showstealer e di match da “Wrestlemania moment” ce ne sono, partendo dal match valevole per il WWE World Heavyweight Title fra Triple H e Roman Reigns.

La maggiore perplessità derivante da questo match è l'esito finale, poiché Roman Reigns sembra destinato a riconquistare il titolo.
Devo dare atto alla WWE che nelle ultime tre settimane il personaggio di Reigns ha fatto ciò che tutti si aspettavano da lui fin dal momento in cui ha iniziato a lottare singolarmente; uso del microfono quasi del tutto assente e uso delle mani come se non ci fosse un domani, ossia quello che uno come Roman Reigns dovrebbe sempre fare, sicuramente non l'underdog proposto in più di un'occasione. L'appunto maggiore riguarda il suo trattamento nell'ultima puntata di Raw, una sovraesposizione inutile con un pubblico ostile che l'ha fischiato sonoramente sia nel primo sia nel secondo segmento.
Sulla resa del match non ho alcun dubbio, siamo pur sempre a Wrestlemania. Quello che mi preoccupa maggiormente è la proiezione in 2-3 mesi di Reigns campione, invischiato in faide soporifere con i vari Wyatt, Sheamus, Rusev e compagnia bella, in attesa di un ritorno di Seth Rollins o di un turn di Dean Ambrose.

A proposito di Ambrose sarà molto interessante assistere a questo Street Fight contro Brock Lesnar; potenzialmente potrebbe essere il miglior match della serata; l'unico dubbio è l'utilizzo delle armi da parte dei due contendenti. Onestamente ho trovato molto più violenti gli incontri non a stipulazione speciale disputati da Brock Lesnar contro i vari Cm Punk e John Cena rispetto ai match “hardcore” andati in scena negli ultimi anni in WWE. Non vorrei che l'uso delle armi diventasse quasi cartoonesco e stucchevole (come più volte apparso negli ultimi episodi di Raw, soprattutto nella vignetta con Terry Funk e la motosega…). Ma è anche in funzione di questa stipulazione speciale che vedo possibile la vittoria di Ambrose, visto e considerando che per Lesnar uscire sconfitto da un match del genere non sarebbe un passo indietro, e la sua credibilità rimarrebbe inalterata.
Per Ambrose invece una vittoria contro una top star come il Beast Incarnate potrebbe essere un notevole trampolino di lancio per insediarsi nelle principali storyline della compagnia, e non escluderei un suo inserimento anche nella lotta al titolo WWE.

L'altro grande main event della serata sarà l'Hell in a Cell tra Shane McMahon e Undertaker, in un match si spera ricco di colpi di scena. Ciò che sembrava inverosimile, ossia la vittoria da parte di Shane, nelle ultime settimane si sta sempre più tramutando in una certezza. L'inserimento della stipulazione per la quale Undertaker in caso di sconfitta non potrà più lottare a Wrestlemania è un ostacolo facilmente aggirabile in due modi: Undertaker lotterà in un altro evento con in palio proprio la possibilità di lottare nuovamente nello show più importante dell'anno oppure sarà lo stesso Shane McMahon a restituirgli questo diritto una volta che sarà diventato il GM di Raw.
Non mi sorprenderei che questo sia il match conclusivo della serata data l'importanza e l'effetto domino che potrà avere sui prossimi mesi di storyline.
Nella grande serata del Cowboys Stadium si disputeranno altri ottimi match a partire dal bizzarro (per la scelta dei partecipanti) Ladder Match nel quale Kevin Owens difenderà il suo titolo Intercontinentale dall'assalto di Sami Zayn, Dolph Ziggler, The Miz, Sin Cara, Zach Ryder e Stardust.
Va bene che Neville si è infortunato ma siamo proprio sicuri che non ci fossero altri atleti più adeguati di Zach Ryder da inserire nel match? Vedendo uno come Bray Wyatt escluso dalla contesa i conti non tornano…
Tornando al match, chi realmente si giocherà la vittoria sarà Sami Zayn e il campione in carica Kevin Owens con la faida tra i due destinata a durare almeno fino all'estate, in quella che può essere considerata la conclusione della loro rivalità in WWE iniziata lo scorso anno a NXT e mai realmente terminata a causa dell'infortunio accorso a Zayn.
Credo che Owens possa conservare il titolo in maniera ultrasporca gestendo il finale con Zayn che rimane incastrato nel penultimo gradino della scale e Owens dopo averlo colpito stacca la cintura vincendo il match.

Altro ottimo match potrà essere quello a conclusione della faida tra AJ Styles e Chris Jericho, visto quanto di buono è stato mostrato nei precedenti match. Per l'ultimo match del primo feud di AJ Styles in WWE avrei preferito vedere un match a stipulazione speciale, solo per il fatto di aggiungere un po' di novità e di hype, visto che si tratta pur sempre di Wrestlemania e che di signgle match tra i due ne abbiamo visti da 2 mesi a questa parte. In ogni caso assisteremo sicuramente a un ottimo incontro e la vittoria sarà per forza di cose conquistata da AJ Styles.

Match invece alquanto incerto sarà il Triple Threat valevole per il Divas Title che vedrà coinvolte la campionessa in carica Charlotte, Sasha Banks e Becky Linch. E' chiaro che gli indizi portano tutti a Sasha Banks, inserita nella storyline femminile principale a furor di popolo, ma questo match si presta anche a scenari alternativi come quello di Charlotte che conserva il titolo in maniera sporca oppure Becky Linch che, trattata come la terza intrusa alla fine stupisce tutti diventando campionessa. Il mio simbolico dollaro lo gioco su Sasha Banks, ma come scritto in precedenza non sarei stupito di vedere una delle altre due contendenti uscire con la cintura alla vita.

L'ultimo match inserito nella card principale dello Show sarà il 4 on 3 handicap match tra la League of Nations e il New Day, match in cui potrebbe esserci la comparsata di The Rock a dare una mano a Big E e compagni. Accostare il New Day a The Rock non ha alcun senso logico, non fatevi domande, ma visto che il New Day ora è face tutto quello che successo negli scorsi mesi è cancellato.
Polemiche a parte, la costruzione del match è stata anche buona ma secondo me non mettere in palio i titoli di coppia è stato un grave errore, almeno in termini di attrattiva del match, a oggi veramente bassa. Abbastanza scontato anche il vincitore, ovvero il New Day, rivelazione dell'annata 2015-2016 in casa WWE. Sarà interessante vedere se da face sapranno essere così over con il pubblico come lo sono stati nel loro lungo periodo da heel.

Altro fatto bizzarro di questa Wrestlemania è il preshow: quest'anno avremo la bellezza di quattro match tra cui quello valevole per il titolo degli Stati Uniti tra Kalisto e Ryback nella classica faida tanto cara in WWE che vede il lottatore grande e grosso contro quello piccolo e mascherato…
Scherzi a parte, il lavoro fatto da Kalisto negli ultimi mesi è stato notevole, elevandosi da low carder nel dimenticatoio a upper mid carder con tanto di match titolato a Wrestlemania, arrivandoci per giunta da campione dopo aver vinto una faida contro un ex campione del mondo come Alberto Del Rio. Dall'altra parte invece troviamo uno dei personaggi più statici e involuti, ovvero Ryback ancorato al suo “Feed me more” e nulla di più. Neanche questo nuovo look alla Goldberg gli ha giovato più di tanto. Spero quindi che Kalisto conservi il titolo sperando che più avanti gli siano offerti avversari più adatti alle sue caratteristiche.

Gli altri 3 match presenti nel preshow saranno la Andre the Giant Battle Royal, Usos contro Dudleys e il match delle Divas tra il team di Total Divas e il Team BAD & Blonde. Non propriamente match da Wrestlemania…
Passi la Battle Royal, passi il match delle Divas ma per Dudley Boyz contro gli Usos che tipo di attesa ci potrà essere? A mio avviso è stata persa una bella occasione di proporre un tag team match valevole per i titoli di coppia tra la League of Nations, Wyatt Family, Dudley Boyz, Usos e New Day, magari un elimination match o un Gauntlet Match.
I favoriti per la Battle Royal sono senza dubbio Kane e Big Show ovvero gli unici lottatori che hanno cercato di promuovere insieme ai Social Outcast questo match.
Se siamo fortunati nel match delle Divas vedremo un “clamoroso” turn heel di Eva Marie che farà vincere il team heel… Se questa è la migliore eventualità che possa capitare stiamo freschi…e vedere Paige invischiata con Eva, Lana e gente varia è abbastanza triste.

Non mi resta che augurarvi buon Wrestlemania weekend, dove tra NXT, Hall of Fame e sei ore di show non ci annoieremo! E sia nel bene che nel male tra due settimane saremo ancora qui a parlarne, analizzando per filo e per segno cosa ci ha portato in eredità la trentaduesima edizione del Grandaddy of Them All.

14,946FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati