TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank9.4 GPOrder
blank
 bulletblank8.4 Natural Selection
blank
 bulletblank7.4 WWE Raw Report
blank
 bulletblank6.4 WRESTLEMANIA 36 PART 2 REPORT
blank
 bulletblank6.4 WWE Main Event Report
blank
 bulletblank5.4 WRESTLEMANIA 36 PART 1 REPORT
blank
 bulletblank5.4 Impact Wrestling Report
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

5 STAR FROG SPLASH #194 - TWO USELESS STEPS TO THE BIG STAGE

by Lorenzo Pierleoni
 


Super Showdown, Elimination Chamber. Mancano solo due tappe prima dell'arrivo di Wrestlemania… eppure nelle ultime settimane ho avuto l'impressione che potremmo semplicemente saltarle e passare direttamente al piatto forte. Non che di solito occorrano PPV tra la Royal Rumble e Mania, sono sempre stato un sostenitore del fatto che si potrebbe stare tranquillamente due mesi senza eventi e costruire al meglio l'avvento dello Showcase of the Immortals. C'è da dire che quest'anno la WWE sta facendo uno sforzo nel costruire questi show intermedi (non uno sforzo immane, uno piccolo, ma ci accontentiamo); eppure mi sembra uno sforzo non necessario, nel senso che per questi eventi bisogna mettere su una serie di match più o meno importanti che condurranno a Mania ma che sono totalmente superflui, o che lo sarebbero se il writing team WWE avesse fatto un lavoro migliore nel gestire i suoi show. Un esempio su tutti? Spiegatemi a che serve l'Elimination Chamber femminile di Raw. Credo che lo sappiamo tutti chi lo vincerà quel match, giusto? Nonostante questo il match potrebbe anche essere appetibile se insieme a Shayna Baszler ci fossero delle contendenti valide, qualcuno che avesse almeno un minimo di possibilità di vincere il match o che perlomeno potesse fornire alla Queen of Spades una buona spinta nel momento in cui Shayna la batterebbe. Il problema è che gli altri cinque posti sono occupati da tutt'altra categoria di gente.





Abbiamo Sarah Logan che è una jobber totale, che non vince un match da tempo immemore e che non più tardi di due settimane fa Rhea Ripley ha ammazzato in quindici secondi. C'è Liv Morgan per la quale hanno evidentemente dei piani ma che finora hanno gestito uno schifo, tanto che non ha praticamente vinto un match se non uno il cui slancio è stato completamente annullato dall'assalto post-match di Ruby Riott e Lana. Anche la suddetta Ruby Riott è nel match, ma non essendo una main eventer, essendo appena tornata e non avendo costruzione alcuna di certo non ha alcuna chance di vincere. C'è poi Natalya nel ruolo che le riesce meglio, quello di vittima sacrificale, e a chiudere le danze c'è Asuka, che è una delle Women's Tag Team Champions ma sono costretti ad adoperarla ancora in singolo per tappare i buchi della loro divisione. E intanto la divisione tag femminile è una barzelletta. E Shayna vincerà questo match inutile e che non le darà alcuno slancio. Ma ricordiamoci sempre che Shayna non poteva vincere la Rumble, eh no, quella la doveva vincere Charlotte per poi andare a lottare per l'NXT Women's Title senza nemmeno una ragione valida. Certo.

Il bello (o il brutto, fate un po' voi) è che ci sarà anche una SECONDA Chamber femminile al PPV omonimo, che sarà dedicata al roster di SmackDown. Almeno questa sarà un po' meno scontata di quella del roster rosso per due motivi, in primis perché i piani che inizialmente parevano prevedere Naomi come #1 contender per lo SmackDown Women's Title a Wrestlemania dovrebbero essere cambiati, in secundis perché almeno un possibile Elimination Chamber match comprensivo della stessa Naomi, oltre che di Carmella, Lacey Evans, Nikki Cross, Alexa Bliss e Dana Brooke (se non consideriamo Sasha Banks che per ragioni fisiche e di storyline non credo proprio sarà della partita) è quantomeno più decente dell'altro. Altro motivo per il quale quello di Raw è totalmente superfluo. Ma non è tutto, perché a quanto pare gli Elimination Chamber match saranno almeno tre considerato che anche quello maschile di SmackDown sembra una certezza considerando le parole di Sheamus durante l'ultima puntata dello show blu. Mi diverte come SmackDown sia diventato in fin dei conti lo show numero 1 della compagnia. Ha un roster nettamente migliore, eppure naviga costantemente a vista senza una storyline che sia uno, mentre Raw grazie al lavoro di Paul Heyman ha quantomeno una simil (molto simil) coerenza narrativa. Detto questo, anche questo match sarà interessante dati i possibili piani di Wrestlemania cambiati dalla WWE, ma se il vincitore di questa contesa non dovesse corrispondere al nome di Roman Reigns mi sorprenderei a dir poco.




Ma approfittiamo del discorso sul possibile cambiamento di piani per Mania per passare a parlare del prossimo show in casa WWE, ovvero Super Showdown che si terrà tra poco più di trentasei ore. Questo show è interessante fondamentalmente per un solo motivo: chi uscirà dall'Arabia con lo Universal Title ancora alla vita? Personalmente, io spero che le voci sui possibili piani cambiati e sulla paventata vittoria di Goldberg siano infondati. Ho sentito molto parlare di un possibile Reigns vs Goldberg a Wrestlemania, del confronto Spear vs Spear. Lasciatemi dire che se la WWE mette su questo match dimostra ancora una volta di non aver capito niente del proprio pubblico, di quello che vogliono i loro fan e soprattutto della percezione che questi ultimi hanno di Roman Reigns. Perché dal suo ritorno avvenuto esattamente un anno fa, la percezione che il pubblico ha di Reigns mi sembra molto chiara: piace moderatamente, il pubblico ha voglia di rivederlo anche in contesti importanti, finché gli mandi contro un heel (possibilmente più capace e più over di Baron Corbin) va tutto bene. I problemi nascono quando Reigns affronta qualcuno che il pubblico ama particolarmente o una leggenda con la quale Reigns non può misurarsi a livello di popolarità e di successo riscontrato dai fan. Due esempi chiari e lampanti li abbiamo avuti alla Rumble, con Reigns che si stava avviando a essere fischiato sia nel finale contro Drew McIntyre, incredibilmente over in questo momento, sia nel confronto precedente contro Edge, che buffamente è un altro confronto Spear vs Spear.

Ve lo dico papale papale: se i piani per Wrestlemania prevedono Reigns vs Goldberg il Big Dog farà la stessa fine, se non peggiore dato che Goldberg è pure un babyface, che ha fatto nei suoi vari confronti con Brock Lesnar. Sarà fischiato e sbeffeggiato perché nella percezione del pubblico Reigns non è alla pari di Goldberg e non merita di batterlo. Questione molto semplice a mio avviso. Diverso il discorso se il match di Reigns per Mania sarà contro Bray Wyatt, che quantomeno è un heel seppur sia over e apprezzato dai fan. E se sanno quello che fanno (e purtroppo mi sa che non lo sanno, almeno non a SmackDown) il match sarà molto più personale, molto più sentito e molto più rilevante di tutti quelli in cui Reigns si è trovato nell'ultimo anno, periodo nel quale la crescita del suo personaggio è stata pari a zero, anzi se possibile ha avuto un'involuzione. E soprattutto, questo feud deve essere per lo Universal Title. Cosa che sembra scontata ma non lo è considerando che Bray Wyatt sarà anche lo Universal Champion, ma di certo non si sta comportando come se fosse il campione. Il titolo non è un titolo nelle sue mani, è una cintura. Una cintura che abbellisce il suo personaggio, un bel gingillo di cui The Fiend può fregiarsi. E la cosa non mi sorprende considerando che Wyatt sarà anche un genio su come proporre il suo personaggio, su come farlo apparire e su come svilupparlo… ma ogni volta che sale sul ring, a meno che non gli si contrapponga un personaggio carismatico almeno quanto lui o che sia in grado di farlo risaltare ed elevarlo (vedi alla voce Daniel Bryan), la magia finisce. Ma qui non ci sono fronzoli che tengano: Reigns deve lottare per lo Universal Title e deve renderlo chiaro, deve dichiarare che sta tornando per quel titolo che non ha mai perso e che inspiegabilmente in quest'ultimo anno non ha mai ritenuto di dover fare nuovamente suo. Stupido, ma può essere incluso nella storia che riporterà Reigns al titolo e per lui potrebbe essere una benedizione in incognito.

Ad eccezione di Wyatt vs Goldberg non so veramente di cos'altro parlare in vista di Super Showdown. Ci sono due match titolati che vanno dallo scontato allo scontatissimo, dato che non credo che Bayley perda il suo SmackDown Women's Title così facilmente a uno show inutile in terra saudita e dato che è assolutamente impossibile che Ricochet batta Brock Lesnar per il WWE Title. Ci sono due Tag Team match che francamente non mi interessano dato che la gestione dei tag team da parte della compagnia è veramente allucinante. Entrambi i titoli potrebbero passare di mano - per non far passare Miz & Morrison da stupidi fin da subito e per rendere gli Street Profits dei campioni di passaggio da Rollins & Murphy agli AOP. Potrei lanciare un dado e far decidere a lui cosa succederà, tanto non è comunque rilevante per i piani della compagnia. E poi ci sono due match totalmente inutili, quello per l'ennesimo trofeo inventato sul momento e completamente inutile, che sarebbe stato minimamente interessante solo se ci fosse stato Aleister Black al suo interno (che però mi sa che si è rifiutato di andare in Arabia Saudita e male non ha fatto) e Reigns vs Corbin, millemillesimo match di una faida che avrebbe dovuto chiudersi due mesi fa e talmente ributtante che non ho davvero altre parole da dedicarle.




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling