Natural Selection #40 – Survivor Series

Salve a tutti i lettori del sito di wrestling #1 in Italia: tuttowrestling.com!

Questa domenica andrà in scena uno dei pay-per-view più importanti dell’anno, uno dei “big four” della WWE, l’ultimo evento del 2021: Survivor Series. Due sono i match femminili in programma: Becky Lynch e Charlotte Flair si affronteranno in un champion vs champion  ed andrà in scena il classico 5 vs 5 Traditional Elimination Tag Team match tra le top star di RAW e quelle di SmackDown.

Questo e molto altro nella nuova edizione numero #39 del Natural Selection.

Buona lettura!

RAW Champion vs SmackDown Champion

Survivor Series è annoverato nella storia della federazione come la guerra per la supremazia. Negli anni ci sono stati match storici, come la battaglia contro l’Authority, e per quanto riguarda la divisione femminile abbiamo avuto momenti importanti nel build-up dell’evento, come l’invasione di Becky Lynch a RAW che ha letteralmente creato il personaggio di The Man.

Quest’anno, invece, ci ritroviamo con una card creata via social media, con una costruzione inesistente e zero hype. Insomma, perché guardare l’evento? Inizierò ad analizzare il primo incontro in programma: Becky Lynch vs Charlotte Flair.

Charlotte Flair vs Becky Lynch, 159825 time ever. Lo so, sono quasi due anni che queste due atlete non si affrontano. Tuttavia, le due atlete contro le abbiamo viste fin troppo, in tutte le salse, che questo match proprio non va. Inoltre, rivederle ancora una volta con le cinture in palio, a capo dei propri brand, è un po’ triste, considerando quante atlete nuove ci sono in WWE oggi e quante si ritrovano senza far nulla aspettando da anni il loro momento. Certo, il match è un successo assicurato. Due grandi star, grande chimica tra di loro, ogni match è sempre stato un successo. L’unica miccia che ha potuto far crescere un pochino l’interesse dei fan è il capire se la presunta diatriba che c’è stata nel backstage dopo lo spot dello scambio di titolo sia vera o meno. Se è stato tutto architettato per costruire il match, bah allora hanno fanno un buco nell’acqua. Se, invece, ci sono degli screzi reali tra le due nella realtà, allora sarà interessante vedere se riusciranno a restare professionali durante la contesa. Pronostico una vittoria di Becky Lynch. Sarà un match heel vs heel in cui sarà Becky la face per ovvi motivi e, visto il momentum di Becky, immagino sia lei che trionferà in qualche modo nel tifo dei fan. Tutto sommato, però, poco è importante chi vincerà, visto che tra l’altro in palio non c’è un bel niente, neppure una bella storyline.

5 vs 5 Traditional Elimination Tag Team match

Il secondo match della serata è un classico 5 vs 5 match ad eliminazione tra RAW e SmackDown. Per quanto riguarda RAW, partecipano alla contesa l’ex campionessa di SmackDown Bianca Belair, la number one contender per il titolo di RAW Liv Morgan, Queen Zelina, Carmella e ½ campionessa di coppia Rhea Ripley. Esattamente, solo Rhea Ripley e non Nikki ASH, l’ex campionessa di RAW che fino a SummeSlam è stata al centro delle storyline più importanti dello show rosso. Il team è interessante, e ancora più interessante è che si possono vedere tutte le star del midcarding insieme con la speranza che possano mostrare tutto il loro potenziale in un match di un match che per antonomasia è più lungo del normale. In sintesi, potremo vedere magari nuove mosse, o potremo visionare come se la cava Liv Morgan in un match di maggiore prestigio prima del suo match con Becky. Insomma, bel team anche se peccato per l’esclusione di Nikki. Di positivo c’è che nell’ultima puntata di RAW hanno creato una sorta di storyline su questa esclusione, e spero che possa terminare con la sconfitta delle campionesse contro Zelina e Carmella con conseguenti perdita di titolo e split. SmackDown è invece composta dalla Blue Print Sasha Banks, Shayna Baszler, Natalya, Shotzi e un’atleta da decidersi, vista l’esclusione della debuttante Aliyah nel corso dell’ultima puntata di SmackDown. Il team di SmackDown mi piace per la presenza di un’atleta nuova come Shotzi, che risulta ancora pressoché anonima ai fan ma che può avere il palcoscenico giusto per mostrare il suo personaggio; per il resto, atlete che sono delle certezze e che non hanno bisogno di dimostrare alcunché. Chi vincerà tra i due team? Inutile ribadire che non ne ho interesse. Quello che mi suscita un po’ di interesse è chi potrebbe sostituire Aliyah, esclusa da Sonya Deville per il semplice essere amica di Naomi. La faida tra Naomi e Sonya sta prendendo una buona piega, e questa aggiunta di sfumatura riguardante Aliyah ha stimolato il mio interesse nel voler vedere di più. Credo che toccherà a Sonya entrare nel match, salvo poi essere sostituita da Naomi in corso d’opera per qualche motivo, così per continuare la loro storia. In sintesi, credo che a vincere sarà il team rosso, magari con Rhea Ripley e Bianca sole survivors.

WE wish the best in your future endeavors

La WWE ha deciso di tagliare tutto il personale esistente e chiudere i battenti? Purtroppo no, ha solo licenziato alcuni dei talenti più promettenti per il futuro della federazione. Analizzerò ora singolarmente le superstar che purtroppo sono state licenziate nelle ultime settimane dalla federazione, premettendo che i miei commenti sono legati alle atlete in quanto superstar nella federazione e non in quanto esseri umani che si ritrovano dall’oggi al domani senza lavoro.

  • Eva Marie: sono dispiaciuto in parte per questa dipartita. Ok, non sono mai stato un suo grande fan, ma Eva dal suo primo stint aveva di positivo l’odio e i fischi dei fan. Non tutte le superstar riescono a far avere reazioni spontanee dai fan, e lei in qualche modo ci riusciva. Con il secondo stint, magari accoppiata con qualche altre atleta, sarebbe stata un’ottima manager. Chissà se assisteremo ad un nuovo stint, ad una Eva-lution parte 3.
  • Ember Moon: un vero peccato. Un’atleta che non è mai stata capita dalla federazione. La sua mossa finale è spettacolare, al pari della Glam Slam e della Widow’s Peak, senza contare le sue enormi capacità sul ring. Dopo il primo stint ad NXT è stata difficile per lei emergere nei vari brand. Una perdita per la WWE, una vittoria incredibile per le altre compagnie.
  • Franky Monet: neanche un anno in federazione e già è via. Taya Valkirie, la Wera Loca, è una fantastica atleta, e lo ha dimostrato in AAA ed a Impact. Purtroppo, in WWE non ha mai avuto l’occasione giusta per mostrare tutto il suo potenziale. Eppure lei è il classico total package di Vince McMahon, fatto di bellezza, carisma, tecnica, buona presenza in ring… insomma, credo che la WWE abbia perso molto lasciandola andar via. Credo, tuttavia, che non sarà l’ultima volta che la vedremo in WWE.
  • B-Fab: debutta un giorno, l’altro viene licenziata. Peccato perché la stable non è la stessa senza lei. Forse ancora acerba sul ring, ma anche Carmella lo era al suo debutto ed è arrivata a diventare addirittura campionessa.
  • Jessi Kamea, Zayda Ramier e Katrina Cortez: Tre atlete in rampa di lancio, più o meno conosciute ad NXT. Di strada certo ne avevano da fare, e sono sicuro che nelle indies troveranno il loro spazio.
  • Mia Yim: l’ex Jade della TNA, come Ember Moon, è stata mal gestita ed ha dato il suo meglio nello show giallo. Reckoning è stato un fiasco, ma avrebbe comunque potuto trovare una dimensione nuova con un cambio di personaggio, se non un ritorno alle origini. Ne beneficeranno le altre promotion.
  • Scarlett: come per Taya, Scarlett era l’atleta perfetta. Sexy, brava sul ring, ottima manager, mic skill, personalità… insomma, un altro errore dei piani alti della WWE. Scarlett ad Impact ha creato una rivoluzione, e da lì vorrei che ripartisse. Sono certo che l’atleta non avrà alcun problema a riprendere la sua carriera in mano.
  • Nia Jax: forse il licenziamento più shoccante di tutti. Non si sa al momento se sia stata licenziata per la cattiva reputazione, per il non essersi vaccinata contro il Covid o chissà perché, ma è un peccato vederla andare via. L’atleta ha rivoluzionato la compagnia mostrando un nuovo format di superstar ben lontana dallo stereotipo della “Diva” della WWE. Certo, ne ha infortunate di atlete, e forse è un bene che sia lontana per un po’ dal ring, però è innegabile che è una persona che faceva parlare di sé, che creava dinamiche, che era over con i fan e che in qualsiasi ruolo stesse riusciva al meglio a fare il suo lavoro. Credo che in futuro tornerà in WWE, magari spero meno sul quadrato, però non finiremo di sentire parlare di lei.

To sum up:

Ecco alcune considerazioni in pillole sul resto dello scenario femminile WWE e non solo:

  • Doudrop ha effettuato un turn heel attaccando Bianca Belair qualche settimana fa a RAW. Sono contento di questo suo cambio di personaggio, considerando che così Bianca per un po’ di tempo sarà lontana dalle storyline per il titolo femminile e non riceverà delle sconfitte che danneggeranno il suo personaggio. Sono inoltre molto curioso di vedere la KOD su Doudrop.
  • Liv Morgan è la nuova number one contender, e finalmente assistiamo a facce nuove come contendenti per il titolo. Di certo Liv non batterà Becky, ma sarà un buon momento per lei per migliorare sul quadrato e per avere maggiore visibilità tra i fan.
  • Toni Storm, magicamente dimenticata dalla WWE nella scelta del team di SmackDown, pare che sia in rampa di lancio e pronta a sfidare Charlotte. Come per Liv, sono felice di vedere nuovi volti in azione attorno alla cintura mondiale. Spero solo che non la dimentichino ancora e che riesca ad avere sempre più rilievo negli show WWE.
  • Altro turn heel in casa WWE, con Shotzi che ha mostrato i suoi true colors attaccando la Boss Sasha Banks. Come per Doudrop, sono felice di questi cambiamenti se, però, portano a novità e non fasi di stallo. Ottimo modo per far conoscere Shotzi quello di farla lottare subito contro Sasha.
  • Visti i punti precedenti così accomunati tra RAW e SmackDown (turn di Doudrop e Shotzi e Liv e Toni come contenders), non è che la WWE abbia esaurito le proprie idee?
  • Per concludere, congratulazioni a Mandy Rose per la vittoria della cintura di NXT, suo primo titolo in carriera; congratulazioni anche alle IInspiration e alla loro vittoria delle cinture di coppia di Impact, cinture di reale valore a differenze di quelle detenute da Nikki ASH e Rhea Ripley.

Spero che questa edizione di Survivor Series del Natural Selection sia stata di vostro gradimento, un saluto a tutti i lettori, ed a presto!

Ahoy!

Pierluigi Tanga
Classe '94, nato a Salerno, vivo a Bologna. Scrivo su Tuttowrestling.com dal maggio 2017, e da inizio 2020 mi occupo della rubrica Natural Selection. Per il resto ho una vita normale. Ahoy!
15,941FansLike
2,607FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati