BET ON HIM #102 – BET ON… JOHN SILVER?

Ciao a tutti amici e soprattutto amiche di Tuttowrestling.com e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata al futuro del business. Sono passate diverse cose dall’ultima volta questa rubrica è andata online. Siamo reduci da una nuova edizione di Wrestle Kingdom passata agli archivi per la NJPW. Un’edizione come sempre ottima anche se abbiamo avuto annate migliori ma come sempre la NJPW si rivela un porto sicuro quando cerchiamo dell’ottimo wrestling lottato. Sono state però, anche, settimane tristi visto che, pochi giorni dopo l’uscita dell’ultimo BOH, c’è stata la terribile notizia della morte di Brodie Lee. Una notizia sconvolgente e certamente inaspettata che ha scosso sia i fan che gli addetti ai lavori. Abbiamo parlato sul sito in abbondanza della tragica scomparsa dell’ex Luke Harper. Il BOH decide di onorare la memoria di Lee dedicando il suo numero ad uno dei suoi “adepti” all’interno del Dark Order. 

Stiamo parlando ovviamente di uno dei personaggi più over non solo della stable, ma anche dell’intera AEW e Dynamite. Un wrestler che è già da diversi anni nel mondo del wrestling e, con i suoi trent’anni, sta vivendo un momento magico che potrebbe presto catapultarlo ai piani alti della federazione di Tony Khan. Quest’ultimo continua a coltivare talenti e costruire le basi per un futuro più che prospero per la AEW. Anche grazie all’aiuto ed al supporto dello stesso Lee, uno dei talenti più interessanti degli ultimi tempi per quel che riguarda la AEW è il protagonista di questo numero del Bet On Him. Mantenendo una promessa fatta nel The Whole Damn Show del buon Lorenzo Pierleoni, il numero di questa settimana è dedicato a John Silver.

BIOGRAFIA SUPERSTAR… JOHN SILVER

Nato nei pressi di New York, Silver muove i suoi primi passi nel mondo del wrestling nel 2007, all’età di 16 anni dove inizia ad allenarsi sotto la guida di Mikey Whipwreck. I suoi primi anni di attività sono principalmente legati alla New York Wrestling Connection. I primi anni sono duri, specie per la sua carriera da singolo dove non riesce ad ottenere risultati importanti. Vince il suo primo titolo nel 2010 laureandosi Fusion Champion. Il 2011 è un anno particolarmente prospero per lui riuscendo a debuttare in due promotion in crescita come la CZW, perdendo contro Dalton Castle, e la EVOLVE dove vince ad EVOLVE 9 contro Tony Nese. Inoltre, arriva anche il titolo massimo nella NYWC battendo l’allora campione Apollyion. 

Nel 2012 torna in EVOLVE per EVOLVE 10 questa volta in un match di coppia al fianco del suo amico/collega nella promotion newyorkese Alex Reynolds. I due si erano spesso affrontati in singolo nella NYWC. Di fatto è la nascita di un tag team che si toglierà diverse soddisfazioni in futuro nelle indies americane. Ci torneremo. Sempre nel 2012 debutta anche nella CHIKARA di Mike Quakenbush con il nome di The Shard come parte della stable GEKIDO. Nel giugno del 2012 ha l’onore di partecipare ad un ppv della WWE come uno dei jobber dati in pasto a Ryback in quel di No Way Out con il nome di Rob Grymes. 

BORN OF THE BEAVER BROTHERS

Dicevamo della partnership con Reynolds. I due iniziano a farsi chiamare Slophunters, salvo poi cambiare nome in Beaver Boys, nome con il quale verranno conosciuti in moltissime indies americane. I due conquistano rapidamente i titoli di coppia della NYWC. In CHIKARA, invece, Silver nella versione Shard, fa coppia con Jigsaw vincendone anche i titoli di coppia. Nel frattempo i Beaver Brothers debuttano anche in CZW e partecipano allo Young Bucks Invitational per la EVOLVE. Conquistano i titoli di coppia CZW nel gennaio 2014 salvo poi perderli un mese dopo. Le ottime prestazioni in giro per gli Stati Uniti, chiamano l’attenzione della PWG che fa debuttare i Beaver Brothers nel loro evento From Out Of Nowhere. I due perdono contro i Best Friends, ma fanno un’ottima figura. 

Dopo un’altra sconfitta contro i Wold’s Cutest Tag Team (Joey Ryan e Candice LaRae), i due vengono chiamati a partecipare al DDT4 2015, torneo che assegna i titoli di coppia in tutti i match di coppia disputati. I Beaver Brothers conquistano i titoli nella semifinale del torneo battendo i Monster Mafia (Ethan Page e Josh Alexander) ma perdendoli in finale contro la coppia composta da Andrew Everett e Trevor Lee. In PWG debutta da singolo nel seguente evento perdendo però contro Brian Cage. Nel 2016 Silver segue il suo cammino in singolo non disdegnando apparizioni in tag con Reynolds. 

SUCCESSI IN SINGOLO

Silver va all’assalto del CZW Title detenuto da Lio Rush ma senza successo. Le sue prestazioni continuano a metterlo in luce come uno dei talenti già interessanti del panorama indy statunitense. Silver debutta anche per la Beyond e diverse altre promotion combattendo anche contro gente come Keith Lee, Matt Riddle e Chris Hero. Trova però anche spazio nella ROH in coppia con Reynolds per un’apparizione che li vede sconfitti contro Silas Young e Beer City Bruiser. Nel marzo del 2018 fa anche un’apparizione in quel di NXT come jobber in un match contro Lars Sullivan.

Nel frattempo Silver continua disperatamente a provare di conquistare un titolo da singolo nella CZW e nella EVOLVE. Fallisce l’assalto al Wired Title prima contro MJF e successivamente al titolo massimo contro Rickey Shane Page. Fallisce anche l’assalto al titolo EVOLVE perdendo contro Austin Theory. Nel 2018 ottiene, però, una striscia di vittorie importante che lo catapultano verso una nuova opportunità titolata, stavolta contro David Starr. Silver riesce finalmente a conquistare il titolo CZW nell’aprile del 2019 consolidandosi come uno dei wrestler indy di maggior talento. Il suo regno durerà cinque mesi perdendo un Triple Threat Match contro Joe Gacy e Conor Claxton con il primo a laurearsi nuovo campione. 

DA SMACKDOWN AL DARK ORDER

Nel frattempo i Beaver Brothers appaiono a Smackdown per la WWE come jobber contro gli Heavy Machinery con il nome di Johnny Silver e Alex Keaton. Un mese dopo i due hanno la loro opportunità in AEW, debuttando a Dynamite in un match contro i Best Friends con questi ultimi a prevalere. I due però fanno una buonissima impressione e la federazione di Tony Khan decide di assumerli con i due che ben presto entrano a far parte del Dark Order dove iniziano a riscuotere un ottimo successo grazie anche all’introduzione dell’Exalted One, Brodie Lee. 

John Silver è uno dei talenti più interessanti non solo per la AEW ma nel panorama wrestling mondiale in questo momento. Dotato di un’ottima tecnica e di un carisma eccezionale, questo ragazzo ha fatto la gavetta in tutti i sensi. Il suo percorso nelle indies è stato un crescendo, legittimandosi sia come tag team competitor che come singles. Le sue performance con i Dark Order lo hanno reso uno dei personaggi più over della promotion di Tony Khan a pieno merito. Pare sia davvero arrivato il momento per lui di ergersi a protagonista.

BET ON HIM?

La scomparsa di Brodie Lee getta certamente un’ombra sul futuro del Dark Order. In molti hanno anche auspicato ad un Silver nuovo leader, sulla scia della popolarità acquisita negli ultimi mesi. Difficile prevedere cosa succederà. Silver non è ovviamente ancora pronto al grande salto, ma promette bene e sicuramente continuare questo percorso di crescita lo aiuterà a legittimarsi come contendente e personaggio di primo piano. La AEW è abile a costruire dal nulla i suoi talenti per il domani, Silver ha tutte la carte in regola per dire la sua sia come heel che come face. Senza contare l’ottimo talento dimostrato sul quadrato.

Sarà lui l’erede di Brodie Lee. Solo il tempo ce lo dirà e sicuramente sarà interessante capire come si svilupperà la situazione del Dark Order adesso e conseguentemente anche di Silver. Il talento c’è ed il ragazzo ha ancora diversi anni per dimostrare quello che vale e continuare a crescere. Nutro ottime speranze su di lui e per questo…

BET ON HIM? YES!

L’appuntamento con il Bet On Him è tra due settimane. Buon weekend a tutti.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,978FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati