BET ON HIM #118 – BET ON… AEW ALL OUT 2021

Ciao a tutti amici e soprattutto amiche di Tuttowrestling.com e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata al futuro del business. Ci siamo lasciati due settimane fa parlando dei pronostici di Takeover e del nuovo corso che aspetta NXT. Vero, un libro non si giudica dalla copertina, ma il nuovo logo non fa ben sperare onestamente. Vedremo cosa ne uscirà e non resta che attendere le poche settimane che mancano all’avvento del nuovo corso. Chi invece sta affrontando un nuovo corso, con risvolti certamente più promettenti è la AEW. La federazione di Tony Khan è reduce dal grande debutto di CM Punk e si appresta ad accogliere ufficialmente anche Bryan Danielson. Quando? Le ultime voci parlando di All Out, in programma questa domenica. Proprio ad All Out dedicherà questo numero con pronostici e considerazioni sull’evento.

CM PUNK RETURNS TO ACTION

La AEW in ppv raramente delude ed è difficile credere che All Out romperà la tradizione. Anzi, lo show è destinato ad essere uno dei più memorabili della recente storia del brand. Lo fa con una card davvero di altissimo livello tecnico sopra il quale si erge il ritorno, dopo sette anni di assenza, di CM Punk sul ring in quel di Chicago. Questo solo evento basterebbe a legittimare il prezzo del biglietto. Un evento a suo modo storico e che ci dirà molto anche sulle intenzioni di Punk nel futuro della federazione.

Il debutto è stato roboante, ha messo tutti d’accordo nella sua perfezione ed è certamente una bella notizia per il mondo del wrestling. Punk non aveva lasciato in maniera “pacifica” lasciando in molti amarezza e sdegno. Toccherà a lui dimostrare di aver ritrovato quella passione smarrita negli anni. Confermata anche dai tanti commenti poco positivi sul mondo del wrestling negli ultimi anni. La sua reazione ed emozione è sembrata genuina e tanto basta a far riappacificare anche chi non aveva preso bene il suo burrascoso addio.

ALLIN’S CHANCE

Contro di lui, in quel di All Out, ci sarà Darby Allin. Combinazione a mio avviso molto funzionale. I match farà bene ad entrambi. Punk si garantisce un avversario che dà molte garanzie a livello di qualità tecniche ed atmosfera mentre Allin si regala un match che, probabilmente, mai avrebbe sognato nella vita. Suo sicuro che entrambi daranno il massimo. L’unica variante in questo match è la, normalissima, ring rust del wrestler di Chicago cosa che comunque dovrebbe essere ampiamente nascosta dallo scenario incredibile che si andrà a a creare quando il match inizierà. Difficile pensare che Punk perda al sui ritorno in scena e davanti al suo pubblico ed una sconfitta, al netto di una grande prestazione, non dovrebbe danneggiare più di tanto l’ex TNT Champion che tanto bene sta facendo per la AEW.

IT’S ABOUT THE WOMEN’S TITLE

L’evento si aprirà con il pre-show e la 21-Women Casino Battle Royale per determinare la nuova prima sfidante al titolo femminile AEW. Non starà qui a fare la lista delle partecipanti al match. Al momento sono 13 le atlete confermate, praticamente tutte le donne del roster ad eccezione di Britt Baker e Kris Statlander (impegnate successivamente nel match titolato) saranno impegnate nella contesa. Mi aspetto qualche sorpresa tra leggende e nuovi arrivi, su tutti la fu Ruby Riott, oggi Ruby Soho che dovrebbe fare il suo annunciato debutto in AEW con anche grossissime possibilità di vittoria finale. L’aggiunta di Ruby nel roster aggiunge un pizzico di qualità che certamente al roster femminile AEW non fa male. Un roster che sta crescendo e migliorando, il che è una buona notizia.

Ancora presto per Thunder Rosa per vincere, ma il suo momento arriverà. Vado con la vittoria di Ruby che potrebbe dar vita ad una bella faida contro Dr. Britt Baker DMD. Quasi nulle le possibilità di Kris Statlander in questa occasione. Baker è over come pochi ed è campionessa da relativamente poco. Il suo sarà un regno a mio avviso abbastanza lungo e proficuo, per legittimarla come top player della divisione (fino alla, già citata, affermazione di Thunder Rosa). Statlander ha comunque una vetrina importante per dimostrare i suoi miglioramenti e confermarsi un’atleta affidabile per il futuro. Questo, però, è il periodo di Baker. Al momento inarrestabile, ed a buone ragioni.

BIG DEBUT AND VISITORS FROM JAPAN

Parlando di ritorni e debutti per la AEW, ci sarà anche spazio per Paul “Big Show” Wight in quel di All Out nel debutto sul ring per la federazione di Tony Khan. Contro di lui, un onesto mestierante come QT Marshall. Non mi aspetto grandi cose da questo match, anzi spero vivamente duri poco visto gli elementi in campo. Mi aspetto più che altro un angle piuttosto che un match, magari con il ritorno di Anthony Ogogo. D’altronde Wight ed il suo pugno sono stati spesso oggetto dei desideri di ex boxer. Potrebbe essere un risvolto interessante seppur mi aspetto il buon Paul faccia solo apparizioni sporadiche sul ring. Lo spero più che aspettarmelo.

Ci sarò spazio anche per un match tra inter-promozionale tra AEW e NJPW con Jon Moxley che affronterà Satoshi Kojima. Ci si aspettava che Moxley affrontasse un wrestler NJPW in quel di All Out ma nella nostra testa avevamo nomi ben più altisonanti, con tutto il rispetto per Kojima chiaramente, che comunque ha una storia incredibile ma non è certamente, da anni, un top player. É comunque un match molto interessante soprattutto se sarà in chiava futura con Moxley che si “disfa” di molti wrestler giapponesi per arrivare al suo obiettivo dichiarato Hiroshi Tanahashi. In molti fantasticavano questo match rimanendo delusi. Certo la mia speranza è sempre quella di vedere emergere un Minoru Suzuki al posto di Kojima per un altro Dream Match. Si sa, la speranza è sempre l’ultima a morire, ma sono sicuro che anche Moxley e Kojima faranno un figurone pur non rubando lo show.

EL IDOLO AND THE DEATH TRIANGLE

Chi potrebbe rubare la scena in quel di All Out è certamente l’accoppiata PAC-Andrade El Idolo in un altro one on one match. Un match dal potenziale altissimo e che ha tutte le carte in regola per farci saltare dalla sedia. Lo stint di Andrade in quel della AEW, al momento, non è stato molto esaltante. Cambiato manager con Chavo Guerrero a rimpiazzare Vickie, ora è il momento di fare quel salto di qualità sul ring e quale miglior avversario di PAC per raggiungere l’obiettivo.

Interessante la storia che vede i messicani corteggiare Fenix e Penta El Zero Miedo dei Death Triangle. Alla vigilia avrei pensato ad un turn dei due ma il match titolato nel quale sono coinvolti mi fa tentennare. Molto dipende anche dalla collocazione nella card. Se il tag match aprirà lo show e Penta e Fenix perderanno, le possibilità di uno split sono molto più elevate altrimenti è presumibile la faida continuerà. Mi aspetto un grande match dove, credo, Andrade abbia molto più bisogno di una vittoria rispetto a PAC.

NOT ONLY TAG TEAM TITLES

Speaking of which… sempre destinato a dare spettacolo è il tag team match meh vedrà di fronte gli Young Buck ed il Lucha Brothers in uno Steel Cage Match. Se già normalmente questi due team sono in grado di fare cose eccezionali, difficile immaginare che questo Steel Cage Match non possa regalare veri e propri fuochi d’artificio. I fratelli Jackson sin dal loro passaggio ad heel si sono reinventati ed hanno dimostrato la loro enorme duttilità, pur non tralasciando mai da parte l’immenso talento sul quadrato. D’altronde stiamo parlando di uno dei migliori tag team di sempre. Dall’altro lato anche Penta e Fenix sono in grado di dare spettacolo.

Sarà un match incredibile, non c’è dubbio. Sul risultato incombe la situazione di cui sopra. Se i Lucha Brothers dovessero perdere, non è difficile pensare ad un turn di uno dei due durante il match tra Andrade e PAC (con Penta indiziato numero uno). Dall’altro lato la sconfitta dei Bucks potrebbe aprire ad una storyline di “indebolimento” dell’Elite già paventata con la sconfitta di Omega per mano di Christian per il titolo di Impact. Vado con il cambio di titolo ma entrambi gli scenari sono assolutamente affascinanti.

MAD KING MEETS GOD’S FAVORITE WRESTLER

Un diverso tipo di spettacolo sarà certamente il match valido per il titolo TNT dove “L’atleta favorito di Dio” Rusev ed il “Mad King” Eddie Kingston. Chiaramente sarà un match durissimo e dalla grande intensità. Miro con il titolo sta facendo benissimo, dimostrando grande maturità e di aver trovato la dimensione che da anni stava cercando. La AEW ha fatto un lavorone per il booking del bulgaro con gli ultimi mesi dominanti e convincenti. Dall’altro lato c’è Eddie Kingston che è una garanzia di qualità sotto tutti i profili, sia tecnici che di psicologia del ring. Chiaramente non vedremo uno squash come quelli a cui ci ha abituato di recente il fu Rusev.

Il match sarà equilibrato, duro e davvero molto intenso. Miro sta funzionando alla grande e non credo sia ancora arrivato il momento di toglierli la cintura e sicuramente l’aggiunta di Kingston tra le sue “vittime” ne eleverà ulteriormente lo status. Il buon Eddie, a mio avviso, avrà la sua chance in futuro ma per il momento non mi sembra destinato ad una delle cinture singole. Per quanto lo meriterebbe. In futuro, chissà…

CLOSING THE CIRCLE

Ci sarò inoltre anche, presumibilmente, anche l’ultimo capitolo della saga che vedrà di fronte Jericho ed MJF. Dopo averlo battuto nell’ultimo atto delle 5 fatiche di Jericho, MJF ha l’opportunità di chiudere la carriera da lottatore del leader dell’Inner Circle. Una stipulazione che, in realtà, dovrebbe suggerire una vittoria finale per Chris ai danno dell’acerrimo nemico. Una nuova vittoria di MJF, un clamoroso cappotto, sarebbe incredibile ed una legittimazione importante per lui. Credo, però, penalizzerebbe eccessivamente Le Champion.

Tra l’altro, paradossalmente, una sconfitta non intaccherebbe più di tanto lo status del capo del Pinnacle, già rafforzato alla grande dalla faida contro il canadese ed il suo gruppo. Mi aspetto un buon match, con possibili coinvolgimenti di Sammy Guevara (probabilmente prossimo sfidante di MJF) e Wardlow (chissà non sia lui a costare il match a Maxwell). Dinamica interessante e continuazione di una faida davvero di altissimo livello, come d’altronde ci aspettavamo sin dalla vigilia. 

OMEGA VS CHRISTIAN II

Chiudiamo con il match valido per il titolo AEW. Dubito che sarà il main event visto il match di CM Punk ma comunque lo scontro tra Kenny Omega e Christian ha tutti i crismi per non deludere. I due hanno fatto già vedere quello che sono in grado di fare nella prima puntata di Rampage che ha visto il l’ex Captain Charisma terminare l’imbattibilità del buon Kenny strappandogli l’Impact Championship. Tuttavia non penso, anche qui, ci siano dubbi sul fatto che Kenny Omega in questa occasione non perderà.

Il suo regno ha ancora molte cose da raccontare e Christian non è certamente colui che deve interrompere il regno di terrore del leader dell’Elite. La faida è stata ben costruita e gestita con il sempre ottimo Don Callis ad aggiungere pepe alla contesa con il suo passato “burrascoso” con Christian. Mi aspetto un match di ottima fattura, d’altronde stiamo parlando di Omega che è un fenomeno e di un ottimo worker come Christian.

WILL THE AMERICAN DRAGON ARRIVE?

Sarà interessante scoprire cosa riserva il futuro di Kenny Omega una volta archiviato il capitolo Christian. Si parla del debutto di Bryan Danielson in quel di All Out e quale miglior modo di farlo debuttare che non farlo apparire nel post match come nuova minaccia per il campione AEW. Sarebbe lo scenario ideale ed anche solo pensare ad un match tra Kenny Omega e Bryan Danielson ci fa venire l’acquolina in bocca. Un’altra incredibile combo che ci regala questo “mercato wrestling” davvero incredibile. Merito di una AEW che si sta davvero rivelando ben più di una semplice alternativa a chi, invece, sta arrancando e perdendo seguito (seppur forte a livello economico). L’impressione è che All Out sarà un altro, importante, punto di svolta per il mondo del business. 

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
15,941FansLike
2,596FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati