WWE Sat. Morning Slam Report 04-05-2013

Benvenuti ad una nuova edizione di Saturday Morning Slam! G31P eccezionalmente alla tastiera, e partiamo con una presentazione di quello che sarà il primo match della serata, ovvero Darren Young contro Jey Uso, naturalmente con i rispettivi partner a bordo ring.

Ci viene mostrato come Foley abbia deciso di stipulare questo match: il GM era intento a provare la classica danza degli Usos con loro, venendo interrotto dai Prime Time Players, che gli dicono che ha scelto il team sbagliato per imparare a ballare! I due cominciano la loro danza, detta danza da un milione di dollari (no, Ted DiBiase non c'entra – ndr) e da lì ovviamente parte la sfida di Jey a Darren:

Darren Young vs Jey Uso

Darren inizia bene la contesa, esaltandosi subito con il suo compagno di squadra a bordo ring. Jey allora cambia tattica e prova a rovinare la pettinatura dell'avversario, cosa già fatta prima da Foley non senza generare un certo fastidio; non a caso anche stavolta Darrenn si arrabbia, e pretende di fermare l'incontro affinchè il suo partner possa sistemare nuovamente la sua acconciatura.
Darren poi prova a colpire l'avversario con una veloce rincorsa, ma con ottima tecnica Jey mette a segno due arm drags obbligandolo ad uscire dal ring, mentre noi andiamo in pubblicità.

Torniamo dal break e la situazione non è cambiata, con Darrenn che nuovamente infastidisce l'avversario scompigliando i suoi capelli. Darren prova a reagire, sbatte l'avversario contro il paletto ma come tutti i samoani della WWE Jey ha una testa d'acciaio e non subisce nessun effetto, anzi reagisce con una testata che vale solo un conto di due.

Jey appare davvero in forma, dopo un veloce gioco di corde arriva un hip toss ed un ulteriore colpo con la testa, ma anche questi non bastano ad ottenere lo schienamento decisivo. Jey sale sul paletto, ma Darren lo spinge fuori verso l'apron! La mossa sembra aver avuto effetto, Young poco dopo prova a chiudere con un superplex, ma Jey reagisce, e con una serie di colpi manda al tappeto l'avversario! Young è a terra, Jey è ancora sulle corde e si prepara a volare, ma interviene Titus O'Neil! Scatta inevitabilmente la squalifica…
Vincitore per squalifica: Jey Uso

Ovviamente i quattro sono tutt'altro che calmi dopo questa decisione, ma interrompe tutto la musica di Mick Foley, che di fatto annuncia un tag team match vero e proprio fra le due coppie, che si disputerà proprio ora!

Jimmy and Jey Uso versus Darren Young and Titus O'Neil

Inizio difficile per gli Usos a causa del mastodontico Titus O'Neil, che prima sbatte senza troppi complimenti l'avversario a terra e poco dopo non batte ciglio nel subire un sunset flip con ben poche conseguenze. Titus sbaglia però un elbow drop e dà il cambio a Young, che subisce poco dopo un efficace raddoppio dei due avversari.

Sono gli Usos ad avere ora il controllo, con una testata in caduta di Jimmy che vale però solo un conto di due. Jey e Jimmy si cambiano frequentemente, e poco dopo colpiscono con una terrificante doppia testata. I due provano anche a colpire l'avversario alla testa con due calci, ma Young scappa via e vuole nuovamente un timeout come nel match precedente. La sceneggiata ha comunque il suo effetto, perché Titus si prende letteralmente il tag al volo e rovescia tutta l'inerzia del match.
Titus dopo aver steso l'avversario mette a segno una serie di elbow drop e prova lo schienamento, ma il conto si ferma a due. Pubblicità

Titus with a series of elbow drops and he gets a near fall. We go to commercial.
Al rientro sono ancora I Prime Time Players a dettare legge, O'Neil utilizza il compagno quasi come una munizione scaraventandolo addosso all'avversario che viene così schienato, ma il conto anche questa volta non arriva a tre. Altri due colpi molto forti stavolta da Darren Young, che può permettersi una breve pausa per ballare con il suo partner.

Titus rientra nel ring e Jimmy prova a reagire, venendo però sbattuto a terra senza tanti complimenti, per poi subire un altro schienamento interrotto prima del conto di tre. Jimmy prova di nuovo, stavolta anche con un crossbody, ma la musica non cambia, anzi Titus lo abbranca in volo senza troppa fatica. Splash all'angolo di O'Neil, che prova a caricare nuovamente l'avversario, Jimmy però evita e fa sbattere il più massiccio componente dei PTP con la spalla contro il sostegno di acciaio del ring! I due sono entrambi in difficoltà, Titus dà il cambio, ma anche Jimmy riesce a fare lo stesso! Jey è scatenato, una serie di colpi con l'avambraccio e di testate, poi un samoan drop, poi uno splash all'angolo! Ma anche per lui lo schienamento si ferma al conto di due. Jey schiaccia Young e ci riprova, stavolta è O'Neil a interferire. Jimmy rientra nel ring ne stende Titus con un superkick, Jey fa la stessa cosa con Young che è a terra.. tag fra gli Usos e superfly splash che vale lo schienamento vincente!

Vincitori: The Usos

E con le immagini dei due che festeggiano si chiude questa puntata, l'appuntamento è ovviamente fra sette giorni!

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,610FollowersFollow

Ultime Notizie

Nuovo nome per una Superstar WWE

Brendan Vink cambia nome e passa ufficialmente ad NXT.

La WWE celebrerà The Undertaker a Survivor Series

Durante Survivor Series, in programma il prossimo 22 novembre, la WWE celebrerà i 30 anni dal debutto di The Undertaker.

Possibile spoiler sul main event di WWE Survivor Series

La WWE sembrerebbe aver deciso il main event dell'edizione di quest'anno di Survivor Series, che avrà ancora come tema Raw vs SmackDown.

Il vincitore di un match di Bound for Glory è cambiato a causa di un infortunio

Un infortunio occorso durante un match di Bound for Glory ha obbligato Impact Wrestling a cambiare in corsa i propri piani.

Articoli Correlati