Notizie e aggiornamenti sulla Retribution

Secondo alcune voci emerse oggi, la Retribution potrebbe avere un ruolo chiave a Survivor Series. Il Pay-Per-View, la cui sede è da valutarsi (tenuto conto che il contratto con l’Amway Center di Orlando scade prima), potrebbe infatti avere come protagonista principale proprio la stable.

L’evento, infatti, si presta particolarmente ad una stable numerosa; è altamente probabile un classico survivor series match tra la Retribution ed una stable avversaria come la Hurt Business. Non è però da escludere anche che ad affrontare la Retribution possa essere una “selezione” del roster di Raw. A quanto pare, infatti, la stable è stata resa una “esclusiva” di Raw, comparendo ultimamente solo il lunedì sera.

Bisognerà valutare anche l’impatto che il gruppo è riuscito a destare al suo debutto vero e proprio. Le prime reazioni, infatti, non sono state particolarmente positive; e gran parte delle colpe sono state attribuite ai nomi ed alle maschere che sono stati utilizzate.

Emblematico il messaggio di Wrestlevotes: la maschera ed i nomi stanno già rendendo la strada per questi ragazzi come impossibile da scalare.

Come detto, il riferimento è alle maschere indossate ed ai nomi che hanno adottato tre dei cinque nomi che si sono presentati: Dio Maddin si è presentato con il nome di Mace, Dominik Dijakovic con l’appellativo di T-Bar e Shan Thorne come Slapjack. Nomi che, effettivamente, convincono ben poco. Non è la prima volta che degli atleti provenienti da NXT siano portati nel main roster con un cambio di nome: successe ad esempio per i War Raiders, diventati Viking Experience e poi Viking Raiders. Un inizio, quello della retribution, che è stato giudicato piuttosto in salita.

Andrea De Angelis
Appassionato di Wrestling da diversi anni, tra i suoi preferiti Undertaker, The Rock e Kurt Angle. Cura la sezione notizie del sito
15,941FansLike
2,590FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati