Feroce botta e risposta tra Mark Henry e Ryback

In queste ore è nato un ferocissimo scambio di commenti tra due ex Superstar della WWE, ovvero l’Hall of Famer Mark Henry e Ryback. I due si sono scambiati una serie di commenti al veleno, con tanto di accuse tutt’altro che edificanti.

Tutto è cominciato con un commento di Ryback sui cosiddetti titoli minori; un commento non propriamente edificante, considerato come l’ex Big Guy le abbia definite “oggetti di scena”, vale a dire completamente inutili. Peggio, Ryback li ha sostanzialmente paragonati a orpelli inutili e soprattutto ‘assegnati’, non ad un qualcosa che si conquista con merito come avviene nei normali sport.

Alcuni wrestler hanno replicato a questi commenti, e tra i commenti è arrivato proprio quello di Mark Henry; il world strongest man è però arrivato oltre, accusando anche Ryback di essere pericoloso sul ring. Una accusa che gli lanciò in passato anche CM Punk, che disse di aver perso diversi anni di carriera lottando con lui.

Il commento di Mark Henry

Molti dei suoi colleghi lo considerano difficile (lavorarci insieme – ndr). Molti dei suoi colleghi lo consideravano pericoloso. E sì, ne parliamo in questo show tutto il tempo. Quello che fa la WWE è uno spettacolo, è sport-intrattenimento. È un riflesso dello sport. Non si può usare il termine ‘falso’, un titolo è un titolo. Non è un oggetto di scena e lui ha torto. Sono stato un campione del mondo in tre sport. E considero il wrestling professionistico uno di quelli, ma sono state le mie capacità che mi ha portato al top. E’ stato il fatto che io fossi un intrattenitore dannatamente bravo, perché l’intrattenimento è nel nome della descrizione di questo lavoro.

La replica di Ryback

Se possibile, la replica di Ryback è stata perfino più velenosa. Egli ha infatti accusato Henry di aver parlato così per volere della WWE e dietro compenso; dopodichè ha dichiarato di averlo bloccato sui social, ed ha anche rivelato un retroscena (naturalmente tutto da confermare) circa un loro match.

Era una pubblicità a pagamento al 100% e non ricorrerò all'odio nei confronti di Mark, ma ora è bloccato. Conosce perfettamente le bugie che ha detto, ma è quello che fa (riprendendo la frase tipica dello stesso Henry - ndr)

Ryback ha continuato sullo stesso tono con altri tweet:

Grazie per l’amore e il supporto contro @themarkhenry Vedremo come stanno le cose nei prossimi 10-15 anni; Mark Henry continuerà ad essere a lungo un burattino pagato dalla WWE ed io continuerò a parlare contro di loro. -Skippy Sheffield

Ryback ha poi anche tirato in ballo John Cena, accusandolo di essersi rifiutato di lavorare proprio con Mark Henry:

Diciamo anche tutta la fot##ta verità. John Cena non voleva lavorare nei live event contro Mark Henry, perchè credeva che lui fosse la me##a. Quindi mi sono fatto avanti e mi sono offerto di lavorare con lui, il che è stato molto più difficile per me fisicamente, ma sapevo che avremmo avuto grandi reazioni.

Il retroscena di Wrestlemania 29

Infine, come detto, Ryback ha raccontato cosa avvenne prima del match contro Mark Henry di Wrestlemania 29. Un racconto ovviamente tutto da confermare, essendo rivelato solo da una delle parti in causa:

Vi racconterò anche questo. @themarkhenry dormiva sulla Gorilla Position (la postazione dietro le quinte dove si controlla ciò che avviene nella produzione dello show -ndr) prima del nostro incontro a Wrestlemania. Un produttore è venuto da me e mi ha detto ‘buona fortuna a lavorare con quel grosso pezzo di me##a’. Mark non ha voluto spendere molto tempo per cercare di mettere in piedi un buon match, e abbiamo ottenuto quello che abbiamo ottenuto #Fatti

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati