Natural Selection #28 – The Divas Era is back

Salve a tutti i lettori del sito di wrestling #1 in Italia: tuttowrestling.com!

Questa domenica andrà in scena l’ultimo pay-per-view dell’anno in casa Stamford: TLC: Tables, Ladders & Chairs. Per la divisione femminile della compagnia ci sono due match titolati in programma: Lana ed Asuka vs Nia Jax e Shayna Baszler per le cinture di coppia, ed una sfida per il titolo femminile di SmackDown tra la “nuova” Carmella e Sasha Banks.

Vediamo cosa ci riserverà questo evento, per poi fare un sunto di questo 2020 ed infine immaginare i possibili scenari della divisione femminile WWE nel 2021!

The Divas Era is back

Il venerdì sera ha acquisito una sfumatura differente con il ritorno in pompa magna della due volte miss Money in the Bank Carmella. La ex Princess of Staten Island è tornata da diverse settimane nello show blu, attaccando la campionessa femminile di SmackDown ripetutamente e sfidandola subito per la cintura. Ma cosa c’è di diverso nella Carmella 3.0? Dopo un memorabile stint iniziale, con annessa vittoria della cintura femminile ai danni di Charlotte, e dopo un meno memorabile periodo accanto a R-Truth, Carmella ha rinnovato decisamente il suo personaggio. Ma si tratta davvero di un rinnovo? Analizzando la scorsa puntata di SmackDown, quella che visto Carmella affrontare Sasha Banks per il titolo, nella nuova gimmick di Carmella si sono potute notare diverse sfaccettature che rispecchiano alcuni iconici dettagli dell’ormai tramontata “Divas era”. Dall’ingresso con la sexy silhouette in stile Torrie Wilson a Judgment Day 2003, al moveset rinnovato con mosse tipiche delle Divas (sitout facebuster, tirate di capelli, figure four necklock all’angolo), dall’outfit provocante leopardato che rimanda a Tori, all’attitude da bad girl con annesso bicchiere rotto sulla schiena dell’avversaria in stile Dawn Marie al funerale di Torrie Wilson. Insomma, pare proprio che questa Carmella 3.0 sia un’unione di tutto ciò che l’era delle Divas ha rappresentato in WWE. Ciò detto, ne avevamo davvero bisogno? Il personaggio di Carmella era ormai diventato stantio accanto a Truth, e non vedevo un futuro migliore per lei in quel ruolo. Tornare ad indossare i vecchi panni della Princess neppure avrebbe giovato al suo personaggio. Un cambio drastico andava fatto, e fortunatamente è stato nella schiera delle heel visto che è proprio in quel ruolo che Carmella riesce a dare il suo massimo. Ma ci voleva proprio questo ritorno ai vecchi tempi? A mio avviso sì. La Divas era ha avuto innumerevoli contro: poco spazio alle donne, mercificazione, zero spazio al lottato, match inesistenti, donne come oggetto sessuale… insomma, il peggio del peggio. Quello che però cambia in questo caso è che la scelta di personificare uno stereotipo della Divas viene fatto con consapevolezza. Carmella è una wrestler, non una “eye candy”, ed utilizza una gimmick non venendone investita. Riuscendo ad utilizzare questi trucchetti “vintage” degli anni d’oro, con il suo carisma e con le sue discrete capacità sul ring, l’atleta potrebbe diventare un vero e proprio gioiellino. Sono molto curioso di vedere i progressi del suo personaggio, sperando che possa iniziare ad adoperare il meglio che c’è stato in quegli anni. Parlando di TLC, Carmella sfiderà la campionessa Sasha Banks. Pronostici? Sasha Banks ha conquistato da poco la cintura e sembra proprio che per la prima volta il suo regno sarà lungo. Dubito quindi che Carmella ne uscirà vincitrice, ma sicuramente la WWE cercherà di proteggere il suo personaggio facendola uscire comunque da vincitrice.

Asuka is looking for a partner

Nel corso delle ultime puntate di RAW la storyline di punta ha visto Asuka e Lana farsi forza per affrontare il team composto da Nia Jax e Shayna Baszler. Dopo settimane di tavoli rotti e conseguente vittoria del Survivor Series tag team match con Lana come sole survivor, la rivalità tra l’ex manager di Rusev e le campionesse di coppia ha visto la RAW Women’s champion Asuka schierarsi con Lana per sfidare le campionesse per i titoli a TLC. Parto dal fatto che non sono per niente d’accordo con l’utilizzare la campionessa di RAW come sfidante per i titoli di coppia. Già l’anno scorso c’era Becky Lynch che occupava il posto di Asuka nello stesso scenario, ed adesso ci ritroviamo nel medesimo PPV a rivedere la campionessa del brand lottare nella tag team division con un partner improvvisato. Sebbene la storyline che vede l’evoluzione di Lana non sia niente male, e settimana dopo settimana riesca a suscitare interesse nei fan, l’atleta potrebbe benissimo essere unita in questa battaglia ad un’altra superstar (Naomi per esempio). Dopo l’ultima puntata di RAW, inoltre, Lana è stata tolta dalla contesa inscenando un infortunio da parte delle campionesse, pertanto il match 2 vs 2 programmato per il l’ultimo pay-per-view dell’anno vedrà implicate al momento solo la Jax, la Baszler e la RAW Women’s champion. Ironico quindi che in questa storia sia proprio la protagonista, Lana, ad essere tolta dall’equazione. Ma chi sarà quindi la nuova partner di Asuka? Al momento le uniche opzioni possibili sono la rientrante Mandy Rose, Dana Brooke o una partner inaspettata, magari una tra Naomi e Charlotte Flair. Analizziamo ora i possibili scenari. Una tra la Brooke e la Rose in coppia con Asuka sarebbe insensato, considerando che si tratterebbe di sciogliere un team reale e mettere una delle due in coppia con un’altra persona per gareggiare per le cinture. Quindi, scarterei questa opzione. Togliere Asuka dal match, e mettere la Brooke e la Rose contro le campionesse, invece, sarebbe molto più sensato. Certo, non sarebbe una scelta sensata dal punto di vista del booking, visto che così avrebbero sprecato settimane a costruire un match per crearne totalmente un altro. Tuttavia, un tag team match tra veri team, per delle cinture di coppia, sarebbe ciò che tutti preferiremmo. Pensando però in stile WWE, Asuka resterà nel match e molto probabilmente avrà una reale partner per la contesa. Ma chi? Escludendo quindi la Rose e la Brooke, ci si deve per forza aspettare una wrestler rientrante. Ma chi? Naomi? Charlotte? Tra le due preferirei proprio la Queen a questo punto. Charlotte è assente dagli schermi da giugno, ed è stata proprio tolta dalle scene da Nia Jax. Un inserimento nella contesa a sorpresa sarebbe la scelta più logica dal punto di vista della storyline, meno se si pensa che così dovrebbe gareggiare per le cinture di coppia con Asuka, il che non avrebbe affatto senso. L’assenza di Charlotte Flair dalle scene si fa sentire, considerando anche che lei è il vero e proprio volto della divisione. Face o heel è indifferente, poiché la sua legacy supera tutto. Spero dunque che sia proprio lei il partner misterioso, e che la WWE riesca a dare un senso a tutta la questione Lana/Nia Jax magari poi creando una rivalità tra la Flair ed Asuka per le settimane avvenire.

The best of 2020

Questo 2020 sta giungendo finalmente al termine. Questo è stato un anno ricco di nuovi scenari, cambi di titolo, nuovi talenti emergenti e feud entusiasmanti. Insomma, la WWE è riuscita a far andare avanti la nave contro ogni corrente nefasta, ed è riuscita ad accontentare i suoi fan settimana dopo settimana. Per parlare del meglio di quest’anno c’è subito da considerare la notizia shock di Becky Lynch e della sua gravidanza, che ha lasciato senza parole tutti i fan con un segmento che resterà nella storia della compagnia. Lo storico regno della Lynch, dopo una difesa mediocre a Wrestlemania, ha avuto un finale grandioso, chiudendo questo 2020 con la magnifica notizia della nascita di sua figlia. Da lì in poi la cintura di RAW è passata dalle mani di Asuka a Sasha Banks, per poi tornare da Asuka. Al momento il regno di Asuka è un po’ sottotono, eclissato dalla lotta della campionessa per le cinture di coppia. Tuttavia, quest’anno la cintura è stata messa in palio in match degni di nota, in storyline entusiasmanti (Bayley e Sasha vs Asuka in primis) e soprattutto ha visto volti nuovi lottare per conquistarla (tra queste Zelina Vega). Per SmackDown, invece, la situazione è stata un po’ stagnante. Settimana dopo settimana Bayley ha difeso la cintura in match privi di ricordi, con sfidanti poco memorabili (su tutti, il match peggiore è stato il multi-women match di Wrestlemania). Sul calare del suo regno, però, lo scenario ha acquisito maggiore interesse, grazie alla rivalità tra la campionessa e Sasha Banks. Seppur decisamente breve, il loro feud ha avuto un bel finale, con un match degno di nota ad Hell in a Cell e la seguente vittoria del titolo da parte di Sasha. Per le cinture di coppia, invece, la situazione è stata migliore rispetto all’anno scorso. Prima con le Kabuki Warriors, poi con la Cross e la Bliss, poi con le Golden Role Models che hanno aumentato di molto il valore delle cinture, e per ultimo con le attuali campionesse, le cinture hanno padroneggiato la scena ed innalzato la divisione di coppia femminile. Al di là delle cinture, ci sono stati altri feud degni di nota nel corso di quest’anno. In primis, la rivalità tra Mandy Rose e Sonya Deville. Anche se ora la Rose è nuovamente relegata nello scenario di coppia, il suo stint da singolo contro una positiva scoperta, Sonya Deville, ha catalizzato l’attenzione di tutti in vista del loro match di SummerSlam. L’anno della pandemia ha visto anche il nascere di nuovi talenti, su tutti Bianca Belair. L’atleta in rampa di lancio è pronta a sfondare nella federazione, ed il giusto modo è affrontando avversarie come Natalya e Bayley come sta accadendo nelle ultime settimane. Questo è stato anche l’anno in cui la cintura femminile di NXT ha presenziato lo show degli show, in uno dei match più belli dell’anno che ha visto Charlotte Flair affrontare Rhea Ripley. Charlotte Flair ha conquistato la cintura cercando di innalzare ancora di più il nome dello show giallo. Tuttavia, più avanti si è capito che non è stato necessario, anzi, quasi inutile. Lo show giallo parla da sé, e lo stint della Flair ad NXT è stato pressoché inutile. Lo show giallo quest’anno ha visto l’emergere di nuovi talenti, sviluppi di nuovi personaggi e combattimenti sempre eccellenti. Io Shirai è la più degna campionessa, capace di portare in alto il nome dello show. Con lei, Candice LeRae, Ember Moon, Shotzi Blackheart, Dakota Kai, Raquel Gonzàlez, Toni Storm e Rhea Ripley, di sicuro il mercoledì è un giorno carico di soddisfazioni per il wrestling femminile.

New Year’s hopes

Cosa ci dobbiamo aspettare per questo nuovo anno? In casa WWE nulla è come ci aspettiamo, e la federazione ci sorprende costantemente. Per il nuovo anno pronostico la vittoria di una delle cinture per Bianca Belair, atleta in rapida ascesa, oltre che un nuovo regno della Queen. Asuka sarà sempre nella scena titolata, così come magari anche Sasha Banks e Bayley. Probabilmente, conoscendo la WWE, le Golden Role Models avranno una nuova tappa del loro feud. Per loro immagino un ritorno in team, anche se per poco, per sfociare poi in un match dello show degli show. Sappiamo come la WWE sia incline a mettere in coppia wrestler che si odiano, per poi risciogliere il team e poi magari rimetterle in coppia nuovamente. Dei ritorni che potrebbero esserci l’anno nuovo, sicuramente non è da trascurare un rientro delle Bellas e di Becky Lynch, possibilmente con il ritorno del pubblico negli show, e magari anche quello di Ronda Rousey. Eva Marie potrebbe essere un altro ritorno, magari meno desiderato. Sicuramente il wrestling lottato non è il suo forte, ma un ruolo manageriale per lei non sarebbe male, considerato anche l’odio che riesce ad evocare nei fan. Per la divisione di coppia, invece, spero che la WWE continui a puntare maggiormente sui propri team, considerando anche quanto Impact Wrestling stia investendo adesso sulla propria tag team divisio. In ultimo, NXT sarà sempre lo show numero 1? Difficile pensare il contrario. Lo show continua a sfornare costantemente star, a mettere in piedi match fantastici, senza magari chissà quali costruzioni e feud. Spero in un regno di Candice LeRae, pur essendo infortunata al momento. L’atleta merita un titolo, un onore per la sua carriera ed uno sprone a dare sempre di più. Insomma, godiamoci questo nuovo anno pronti a farci sorprendere.

Spero che questa edizione del Natural Selection sia stata di vostro gradimento, un saluto a tutti i lettori, buon 2021 ed a presto. Ahoy!

Pierluigi Tanga
Classe '94, nato a Salerno, vivo a Bologna. Scrivo su Tuttowrestling.com dal maggio 2017, e da inizio 2020 mi occupo della rubrica Natural Selection. Per il resto ho una vita normale. Ahoy!
14,920FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati