Impact Planet #400

United We Stand non è solo il nome del prossimo iPPV che la Impact Wrestling trasmetterà durante il weekend di WrestleMania, ma anche un concetto che la compagnia ha scelto di fare proprio da un anno a questa parte.

Le alleanze con AAA, Pro Wrestling NOAH e Lucha Underground in primis, si stanno rivelando fondamentali e a dimostrarlo ci sono i Lucha Bros che stanno tirando fuori un feud a dir poco eccezionale con match letteralmente straordinari contro gli L.A.X.

Come sempre, prima di entrare nel dettaglio, se avete dei consigli o delle critiche da muovermi, o se semplicemente volete scambiare qualche opinione, scrivetemi pure all'indirizzo [email protected]; sarà mio piacere leggere ogni vostra parola.

Benvenuti quindi in un nuovo numero dell'Impact Planet, l'editoriale gestito dal sottoscritto, Aldo Fiadone, e Davide Palmieri dove curiamo gli aspetti della federazione un tempo conosciuta come TNA e azienda più importante al mondo dopo la WWE e oggi nota invece come Impact Wrestling e certamente declassata a terza/quarta forza tra le federazioni di wrestling nordamericane più “forti” al mondo.

• IL PRODOTTO ON SCREEN
Se la AEW deve ancora debuttare a tutti gli effetti con Double or Nothing (ma nonostante questo, sono già loro l'alternativa principale alla WWE), e se la ROH deve ringraziare la NJPW per essere ancora dignitosamente in vita, Impact deve fare lo stesso con le proprie collaboratrici che, come scritto a inizio articolo, le hanno permesso di utilizzare i propri volti per creare prodotti e match alternativi che i fan indies hanno e continuano ad apprezzare molto.

Quello tra L.A.X. E Lucha Bros non è un feud inedito, abbiamo già visto questi due team affrontarsi diverse volte in PWG sia in semplici tag team match, che in incontri con altri team coinvolti (vedi Rascalz e The Young Bucks).
Oggi come allora, la loro forma è strepitosa e i loro incontri sono una vera meraviglia che sta portando questi due gruppi alla più alta notorietà mondiale del panorama.
Per quanto mi riguarda sono davvero molto soddisfatto del feud che stiamo vivendo e ora che la situazione è divenuta più “bollente”, mi aspetto davvero molto anche in vista di Rebellion.

Impact dovrà a continuare su questo genere di prodotto che oltre a regalare scenari ottimali come questo, crea anche la possibilità di portare in scena nella televisione nazionale quello che PWG o EVOLVE non hanno mai voluto (perché le armi per farlo le hanno) portare.

Callihan vs Swann è un altro feud molto interessante che sta per entrare nella fase più calda; meno quello tra Drake ed Edwards per il quale non riesco a trovare un vero e proprio fine se non quello di far tornare inutilmente Eddie alla sua vecchia e anonima gimmick da singolo.
Il regno femminile di Taya non sta regalando perle, di fatti l'attenzione della Knockouts division è tutta su Rosemary vs Allie/Su Yung e Tessa Blanchard contro il mondo, o forse dovrei dire contro Gail Kim (sperando in un vero e proprio incrocio rinnovato tra le due).
La tag team division ci sta invece offrendo lo spettacolo già citato, ma anche inutili e pesanti ripetizioni nella lotta tra Rascalz vs Desi Hit Squad che continuo piacevolmente a skippare.
Il main event ha per ora quello che serve, un campione non meritevole del suo titolo a causa dei modi in cui è riuscito a difenderlo (aiuti inattesi e fortuna annessa), due sfidanti che litigano su chi debba meritare per primo una rinnovata title shot (Moose vs Killer Kross) e un giustamente incazzato Brian Cage che è l'unico davvero meritevole di quella cintura. Scenario molto interessante che sta portando il pubblico a premere sempre più su Cage come la compagnia ha ben pensato di fare e le speranze di vederlo alzare il titolo in quel di Rebellion non sono poi così impossibili. Ovviamente, incrociamo le dita.

• BEHIND THE CURTAIN
La costruzione del prossimo PPV quindi continua così come continuano anche gli investimenti della compagnia.
Dopo il ritorno dei Reno Scum, anche Ace Austin ha firmato con Impact e con esso si aggiunge anche un altro talento puro come Josh Alexander. Inoltre Eddie Edwards, Sami Callihan, Fallah Baah e Rosemary hanno rinnovato i loro contratti e sicuramente verranno effettuate altre operazioni similari nel prossimo futuro.
Resta ancora da capire con certezza la situazione contrattuale dei Lucha Bros, per ora sappiamo che lotteranno praticamente ovunque come fatto finora. La AEW li pagherà a gettone perché ancora contrattualmente vincolati a Lucha Underground e quindi Impact può continuare a dormire sogni tranquilli. La federazione canadese ha infatti offerto un ottimo accordo al duo messicano, ma nonostante le alte cifre, quello della AEW si vociferava essergli superiore. Aver trovato un compromesso simile è da considerare come oro colato.

Seppur non siano molti gli aggiornamenti fuoriusciti nelle ultime due settimane, sappiamo però che la causa legale con Jeff Jarrett non è conclusa.
Mesi fa Double J chiese un risarcimento alla compagnia per aver trasmesso le puntate di Anthem come PPV ONO (cosa che fecero con la gestione di Jarrett durante il suo ritorno ad Impact, di fatti fu una decisione che prese proprio il WWE e Impact Hall of Famer a suo tempo) e la cosa gli fu giustamente negata per una richiesta priva di ulteriori basi su cui poter indagare.
Ora la rinnovata richiesta di Jarrett è quella di ricevere 300.000 dollari per ogni episodio dello show, per un ammontare quindi di 4.8 milioni di dollari. Il succo è lo stesso, vedremo se anche l'esito lo sarà.
Peccato però che debbano sempre crearsi screzi simili quando c'è un “genio” come Jarrett di mezzo (e quel genio è per metà un complimento e per metà… beh, avete capito).

Aggiungo anche le parole di Chris Jericho che ha fatto sapere che prima di scegliere di firmare con la AEW, ha avuto tra le mani un contratto di sole sei date con Impact a cifre davvero importanti.
Y2J ha rimarcato il suo ottimo rapporto con Don Callis, Scott D'Amore e soci e come, oltre al booking, anche l'economia di Impact sia ben messa per riuscire a mandare avanti nel migliore dei modi la loro azienda.

Parole importanti fuoriuscite da un personaggio importante che aiutano molto per continuare a crescere.
La salita è ancora lunga, c'è ancora tanto da migliorare, ma dopo il buio pesto, finalmente abbiamo la luce che serviva, quella che Impact merita di nuovo.
“The hard work always pay off.”

Anche per questo editoriale è tutto. L'appuntamento con l'Impact Planet è tra due settimane in compagnia di Davide.

Concludo allegandovi, come di consueto, una citazione tratta da una pellicola che ho molto amato. In questo caso parlo di un film recente, Green Book, vincitore del premio Oscar di miglior film grazie al suo racconto altamente significativo e alle straordinarie prestazioni di Viggo Mortensen (Aragorn Alway Win <3) e Mahershala Ali.

• “Non vinci quando usi la violenza, vinci quando mantieni la tua dignità.”
Don Shirley/Mahershala Ali in “Green Book”.

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
15,655FansLike
2,634FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati