Impact Planet #390

Dopo oltre due anni, Impact Wrestling è finalmente tornata nel Regno Unito!

Una grande notizia per i fan europei della compagnia che ringraziano doverosamente la Wrestling MediaCon, una convention di wrestling europea alla pari del WrestleCon in USA.
Due giorni di grandi eventi che nelle date di 8 e 9 settembre 2018, hanno acceso l'atmosfera di Manchester grazie proprio alle presenze di Impact, Revolution Pro Wrestling, NWA, Dave Meltzer, Jeff Jarrett e altre leggende del panorama.
Complessivamente parliamo di un grande successo che ha confermato quanto il wrestling in Europa, in particolare in UK, sia meravigliosamente amato anche con compagnie che non corrispondo alla più nota WWE.
“Impact vs UK”, questo il nome dell'evento, è stato più che gradito e, come facilmente pronosticabile, è Sami Callihan vs Jimmy Havoc a prendersi la standing ovation.

Ma il ritorno nella terra della Regina Elisabetta non è l'unica buona notizia di Impact in questo caldo settembre dato che nelle date di 13 e 14, l'intero roster presenzierà nei tapings TV in Messico.
Si tratta della prima volta nella storia della compagnia che vengono registrati degli episodi televisivi in terra messicana, un altra buonissima notizia che rafforza l'andamento positivo della gestione Callis-D'Amore.
Vediamo adesso come procede la costruzione del PPV più importante dell'anno, Bound For Glory 2018.

Come sempre, prima di entrare nel dettaglio, se avete dei consigli o delle critiche da muovermi, o se semplicemente volete scambiare qualche opinione, scrivetemi pure all'indirizzo [email protected]; sarà mio piacere leggere ogni vostra parola.

• ROAD TO BOUND FOR GLORY •
Mentre continua la guerra tra LAX e Ogz, non si placa la sete di dominio di Austin Aries e del suo squadrone formato da Killer Kross e Moose.
Per quanto fosse imprevedibile il turn di quest'ultimo, ad oggi vi è un trio di estrema potenza e forse alla pari dei famosi “Dogs of War” di Monday Night RAW.
Moose da heel è molto interessante, tale turn potrebbe aiutarlo nell'esaltare le proprie qualità arricchendolo con il tempo. Inoltre il momento del suo turn è stato di rara bellezza considerando che anche il comportamento di Kross faceva intendere a tutt'altro scenario.
Moose ha spiegato di essere stato abbandonato dal suo migliore amico (Eddie Edwards ndr) e che l'unico che gli è stato vicino durante il periodo di convalescenza (In chiave storyline) è stato Killer Kross.
Kross parla da se, basta guardarlo negli occhi per provare il giusto timore e capire che il suo character funziona alla grande e, di settimana in settimana, si sta rivelando un ottimo acquisto da parte della compagnia
Su Austin Aries non c'è nulla da aggiungere… sta bene dappertutto e il suo ritorno ad Impact dimostra quanto sia importante per la compagnia. Un main eventer perfetto, un campione dominante che ora, con i suoi scagnozzi, può far davvero paura a qualunque avversario.

Se dovessi trovarvi un paio di difetti, non posso non citarvi l'insensato rilancio nel main event per Johnny Impact e l'aver accantonato un buon personaggio come Kongo Kong.
Perché insensato Impact nel main event?
Innanzitutto capisco che il suo ritorno vincente a Slammiversary XVI e la rivincita avuta contro Kongo Kong e Jimmy Jacobs riporti su livelli alti il suo nome ed il suo status nella compagnia, ma non credo basti questo per vederlo immediatamente lanciato come nuovo #1 contender al titolo di Austin Aries.
Per quanto fosse prevedibile vedere Impact vs Aries nel main event di Bound For Glory 2018, avrei preferito un breve torneo per decretare il nuovo primo sfidante, con vittoria finale di Impact per rendere la cosa più sensata e magari gradita a tutti.

Sul discorso Kongo Kong sono davvero dispiaciuto, in questi mesi ha portato in scena match interessanti contro Abyss ed Impact e altri più che belli contro Brian Cage.
Kong non è il nuovo Abyss e mai lo sarà, il suo character è quello di un mostro, ma resta comunque un mostro diverso dal suo predecessore che, per quanto sia invecchiato e meno prestante di un tempo sul ring, è stato un personaggio adattabile su più scenari.
Probabilmente sia Kong che Jacobs avranno la loro rivincita tornando a prendersi maggiore spazio nel prossimo futuro. Io lo auguro ad entrambi perché lo meritano, così come meritano la possibilità di portare in scena sviluppi interessanti per i loro personaggi, cosa che andrebbe ad arricchire il character dei due, in particolare quello di Kongo Kong che è sempre pubblicizzato come il “The New Monster of Impact Wrestling”.
Per quanto mi riguarda c'è solo un wrestler che vorrei vedere come nuovo mostro della compagnia ed è “The Monster” Matanza Cueto. Funziona alla grande il Lucha Underground, non vedo come potrebbe non funzionare ad Impact, magari con “Father” James Mitchell al suo fianco.

La Road to Bound For Glory continua e in attesa di visionare i prossimi episodi direttamente da Mexico City, Mexico, spero che anche questa edizione dell'editoriale sia stata di vostro gradimento.
Appuntamento con l'Impact Planet tra due settimane e, qualora vogliare restare sintonizzati con il sottoscritto, vi segnalo il WWE Planet della prossima settimana.

“Dubita che le stelle brucino, dubita che il sole si muova, dubita che la verità sia bugiarda, ma non dubitare mai del mio amore.”
– William Shakespeare (Voglio ricordare questa citazione come la frase di chiusura dell'ultimo episodio della settima e ultima stagione di Sons of Anarchy, in assoluto la mia serie televisiva preferita di sempre. Jackson “Jax” Teller, lo porterò nel cuore per il resto dei miei giorni e grazie a Kurt Sutter per aver fatto sognare ad occhi aperti ogni fan della sua straordinaria opera d'arte).

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Tre ex WWE hanno lavorato ai tapings della MLW

Tre nuovi innesti prendono parte ai tapings della MLW ad Orlando.

In calo gli ascolti di Dynamite e NXT

Nonostante il dato in calo Dynamite è sempre vittorioso nella Wednesday Night War contro NXT.

Aggiunti tre match alla card di AEW Full Gear

È ufficiale il main event di Full Gear. Inoltre i FTR hanno appreso i nomi dei loro sfidanti ed è stato annunciato un Elite Deletion match.

Importante avvenimento ieri a NXT

Importanti colpi di scena nel main event titolato dell'ultima puntata di NXT.

Articoli Correlati