Impact Planet #366

Un caloroso saluto e ben ritrovati a voi tutti tra le righe dell'Impact Planet.

Due settimane fa vi promisi un numero interamente dedicato al nuovo GFW Global Champion, Eli Drake, ma date le vicende delle ultime ore, dovrò fornirvi solo un piccolo assaggio sulla biografia del campione dato che sono davvero molti gli argomenti da trattare.

• WELCOME TO THE JUNGLE •
Leggendo questo titolo è logico pensare immediatamente ai Guns ‘N Roses e quindi ad una delle loro storiche hit che ho avuto la possibilità di ascoltare dal vivo in quel di Imola il 10 giugno 2017; ma questa volta per giungla voglio evidenziare qualcosa di ben diverso da una storica canzone del Rock ‘N Roll.
Il wrestling web non è altri che un enorme sfera digitale che vede una serie illimitata di protagonisti e comparse, il sottoscritto, tu che stai leggendo e davvero tanti altri soggetti; persone con pensieri diversi, con ideologie diverse, con miti diversi, un enorme diversità, cosa positiva perché per fortuna il mondo è vario.
Ma cosa succede quando, oltre ad un pensiero diverso da quello di un amico o conoscente, si uniscono ignoranza e mancanza di rispetto?
La risposta è sita dentro ogni annuncio, post, tweet, show o qualsiasi cosa inerente la Global Force Wrestling.
Dopo anni e anni mi sono definitivamente stufato di questa situazione, roba del genere non è plausibile, non si può, nel 2017, credere alla minima voce (FALSA) in giro per il web solo perché questa è collegata alla GFW.
Non è accettabile sia perché questa nuova era della meglio conosciuta TNA sta mostrando parecchie cose buone, sia perché non si può attaccare in modo così prepotente e ripetuto, il lavoro di persone che stanno facendo di tutto per far tornare grande – o simile – una federazione di wrestling.

Siamo all'interno di una vera e propria giungla, una giungla che ha alla base un'inumana quantità di arroganza e presunzione eppure, questi due fattori, non vengono mai tirati fuori quando serve.
Ditemi perché non leggo commenti negativi come quelli per la GFW anche per il regno di campione di Jinder Mahal, l'utilizzo di Sami Zayn, il fatto che un indegno come Roman Reigns abbia chiuso – Almeno così sembra, per ora – la carriera di una leggenda come The Undertaker? Per quale motivo, molte persone non sono capaci di accanirsi allo stesso modo con prodotti al di fuori dal marchio TNA o GFW?

Durante la settimana di SummerSlam, un ragazzo si è recato a Brooklyn per visionare dal vivo NXT Takeover Brooklyn III, questa persona ha subito tre diti medi, cinque offese sul personale ed una ciotola di pop corn versatagli in testa. Tutto questo solo ed esclusivamente perché indossava una maglia con su scritto “GLOBAL FORCE WRESTLING”.
Stiamo scherzando?
Stiamo diventando come la grane massa del calcio?
Cosa diavolo vi ha fatto la GFW? Ha ucciso vostra madre?
Cercate di uscire da questa giungla interiore ed evitate di scatenare la vostra mancanza di rispetto quando non serve, guardate il prodotto e giudicatelo guardandolo ed evitare, ripeto EVITATE, di sparare a zero scomodità e offese varie solo perché è di moda, fare così significa non avere personalità e allora sarete voi a valere meno di zero.

Per la cronaca, Anthem non è intenzionata a vendere la compagnia (Come vociferava Sports Illustrated ndr), l'azienda ha svolto una conferenza stampa e riportato poi un comunicato ufficiale in cui annuncia l'imminente debutto del Global Wrestling Network (Il WWE Network della GFW ndr), il rinnovo contrattuale con Pop TV, il debutto in un programma 24 ore su 24 su Pluto TV ed il ritorno nelle TV in Germania, Austria e Svizzera grazie all'emittente 7Sports del ProSiebenSat 1 Group.
Ovviamente alle false voci messe in giro da SI, hanno risposto sia Dutch Mantell che Kevin Sallivan che, oltre al comunicato stampa citato poc'anzi, hanno smentito il tutto e dichiarato i nuovi e futuri obiettivi che la federazione di Nashville vuole adempiere.

Per quanto riguarda la situazione di Jeff Jarrett, il GFW Hall of Famer 2015 ha scelto di concedersi un periodo di pausa per la realizzazione di alcuni obiettivi personali che, stando ai suoi post sui social, sembrano essere al di fuori del pro wrestling.
Non credo e non penso che sia in conflitto con la nuova proprietà, Double J è tornato per ridare tanto a questa compagnia ed il suo rapporto con Ed Nordholm sembra essere buono a differenza di un'altra piccola fetta di voci messe in giro.
Le prossime settimane riusciranno sicuramente a fornirci eventuali chiarimenti a riguardo.

• DUMMY YEAH! •
The Leader of Dummies, Eli Drake is the new GFW Global Champion.
Dopo il regno di EC3 – e se vogliamo quello di Drew Galloway – finalmente un prodotto creato dalla GFW torna ad essere il campione del mondo della compagnia.
Ethan Carther svolse un lavoro eccezionale, così come fece anche Galloway per il quale, l'allora TNA, lo portò sugli schermi con un character rinnovato e completamente ricreato e migliorato rispetto al suo stint in WWE (Cosa visibile oggi ad NXT ndr).
Eli Drake fa il suo esordio in GFW nel 2015 grazie alla stable capitanata da Drew Galloway, The Rising.
Il team portò avanti un feud molto interessante contro il Beat Down Clan, persero e, causa stipulazione dell'ultimo match andato in scena tra i due team, furono costretti allo scioglimento.
Drake, che fin da subito mostra la sua bravura nei promo, finge un infortunio turnando poi ai danni di Galloway ed instaurando un breve feud con quest'ultimo. Perderà il feud e proseguirà i mesi successivi nel midcarding più assoluto anche a causa della World Title Series, il lungo torneo stile UEFA Champions League, per decretare il nuovo campione GFW.
Arriviamo al 2016 e Drake conquista subito la Feast or Fired che gli consentirà un match titolato per il King of the Mountain Championship, valigetta che però fu costretto a sottrarre a Grado onde evitare il licenziamento. Verrà fuori un divertente feud con lo scozzese che lo proterà poi ad affrontare Bram e vincere il King of The Mountain Championship.
Difenderà con successo il titolo nel rematch di Slammiversary 2016 e, nelle settimane seguenti, avrà degli interessanti faccia a faccia con un GFW Original, James Storm.
I due avranno diversi scontri, molti dei quali verbali, che continueranno a dare un buono spazio al Fact of Life (Il talking show di Eli Drake ndr) ed è proprio questo talking show a far incrementare la conoscenza e l'apprezzamento del pubblico nei confronti dell'atleta. Storm riuscirà a sottrargli il titolo dopo circa due-tre mesi di regno.
Passano le settimane e arriviamo a Bound For Glory 2016, un buon PPV dove Eli Drake vincerà la battle royal che gli concederà un match titolato per una cintura a sua scelta, Eli sceglierà il titolo del mondo e quindi verrà decretato come futuro #1 contender. Pur perdendo contro Eddie Edwards, Eli Drake uscirà comunque forte dalla situazione dando vita ad un feud con EC3.
Le premesse erano ottimali, il tutto si svolse nel divertimento, ma anche in lunghe fasi di indifferenza generale. Drake perde anche questo feud e diventa “Muto” fino a fine 2016.
Inizia il 2017, Drake riprende la parola (Ricordo ancora un suo promo molto divertente nel primo episodio dell'anno) e torna a far strappare sorrisi alla gente, in particolare nell'episodio in cui verranno svelati i numeri delle Feast or Fired dove, in un edizione del Fact of Life, Eli riesce a dare il meglio di se solo con le sue espressioni facciali.
Seguiranno settimane composte dal nulla (Vedi per esempio il feud con Moose ndr) e giustificate dal fatto che la nuova dirigenza non gli ha mai concesso un'opportunità seria – mossa furba – e arriviamo quindi al 24 agosto 2017, data in cui Eli Drake vincerà il titolo del mondo GFW.

Abbiamo di fronte un ottimo personaggio, abilissimo nei promo e molto bravo sul ring, in molti lo hanno accostato a The Rock per la sua scioltezza al microfono, un paragone pericoloso, ma di bravura ne ha da vendere sul serio.
In due anni di GFW, Eli Drake ha praticamente perso quasi tutti i feud cui ha preso parte, ma a differenza di Bray Wyatt in WWE, lo hanno innalzato rendendolo un personaggio credibile e amato dai fan.
Dispiace solo per i primi mesi del 2017 in cui, fino a Slammiversary XV, ha vissuto un periodo davvero anonimo ed insensato (Vedi il feud con Moose che lo vide senza alcun motivo sostituire un infortunato Chris Adonis ndr).
Drake è arrivato finalmente al titolo GFW, la sua seconda cintura nella compagnia, nella speranza che sia un regno utile per farlo affermare come un'altra colonna portante della federazione di Nashville.
Quanto visto finora con Ethan Carter funge da buon auspicio per il futuro di E-L-I-DRAKE. YEAH!
And that is just FACT OF LIFE! YEAH!

Anche per questo editoriale è tutto, appuntamento tra due settimane con un nuovo numero dell'Impact Planet.
Un particolare ringraziamento a voi lettori per la dedizione nel seguire ogni nostra attività.

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
14,815FansLike
2,610FollowersFollow

Ultime Notizie

E’ uscito il nuovo album di Elias

Come preannunciato più volte, è uscito oggi il nuovo album di Elias. Ecco tutti i dettagli e le canzoni presenti in esso

Potrebbe andare avanti la partnership tra ROH e NJPW

Stando ad un aggiornamento pubblicato da Fightful, il rapporto tra Ring Of Honor e New Japan Pro Wrestling potrebbe continuare in futuro.

Batista appoggia apertamente Joe Biden per le elezioni americane

In un video, Batista ha apertamente appoggiato Joe Biden in vista delle imminenti elezioni presidenziali negli Stati Uniti

Voci sul futuro di Roman Reigns dopo Hell in a Cell

Quale sarà il futuro di Roman Reigns dopo Hell in a Cell? Secondo alcune voci, sarà del tutto in continuità con il suo nuovo ruolo di Tribal Chief

Articoli Correlati