Impact Planet #351

Ben ritrovati cari lettori di Tuttowrestling.com su un nuovo numero dell'Impact Planet.

Dopo quanto visto durante l'ultimo episodio di Impact Wrestling sono davvero molti gli argomenti di cui parlare: i Wolves, Bobby Lashley, gli Hardys, il DCC, Drew Galloway, la Decay ecc.
In questo nuovo numero però voglio concentrarmi in particolare su un feud, una rivalità che ha caratterizzato gli episodi di Impact Wrestling da Luglio 2016 ad oggi e che, solo nell'episodio del 9 Febbraio 2017, ha finalmente trovato la sua giusta conclusione.

THE DESTROYER vs THE WOLF
Il distruttore contro il lupo, suona bene, ma chi sono Bobby Lashley ed Eddie Edwards?
Non credo di dovervi fare un riassunto sulla loro carriera, dato che ormai sono conosciuti nell'intero panorama del wrestling mondiale, posso però parlarvi dei loro personaggi.
Lashley è colui che non è mai stanco, colui che ha sempre fame e sete di vittorie, il classico atleta che da il 100% per vincere e per dimostrare la sua superiorità davanti a tutti.
Edwards è un rivoluzionario, un atleta capace di regalarti la mossa vincente perché sempre pronto con un asso nella manica, doti tecniche eccelse, agilità fin dagli inizi della sua carriera impeccabile, un atleta completo (nel suo piccolo) che ha dimostrato di valere molto.
Sono due gioielli che Impact ha saputo creare e nobilitare nelle giuste circostanze, Lashley infatti è stato curato nel minimo dettaglio e perfezionato rispetto al classico power house presente in WWE.
Edwards ha avuto il suo exploit in TNA portando prima i Wolves ad essere considerati come tag team dell'anno anche davanti a gente come Young Bucks, Team 3D, Dirty Heels ecc, e poi se stesso a conquistare allori a dir poco prestigiati.
Ma adesso veniamo alla parte più interessante, a quel capitolo in cui il destino di questi due campioni si è incrociato.

SLAMMIVERSARY 2016, Eddie Edwards riesce a sconfiggere Trevor Lee, Andrew Everett e DJ Z, vincendo l'X-Divison title precedentemente detenuto proprio da Lee.
La rivalità con quest'ultimo prosegue, ma Edwards riesce a respingere ogni suo attacco mantenendo così la tanto sudata cintura.
“The Miracle” Mike Bennett però non sta a guardare e, ricordandosi che il titolo di Edwards può valergli una chance titolata per Destination X, sfida il campione della leggendaria categoria uscendone vittorioso.
Il sogno di Edwards sembra infrangersi, tanto sudore per nulla, ma la vita fa sempre in modo che un'opportunità giunga a nostro favore e, nel rematch titolato, Eddie si riappropria dell'X-Division title guadagnando così il diritto di sfidare il campione del mondo nell'episodio speciale già citato.
Tornando a SLAMMIVERSARY 2016, il main event che andò in scena fu strepitoso, un Tap out or Knockout match dove Lashley riuscì, nel vero senso del termine, a distruggere il campione incarica di Impact, Drew Galloway.
Dopo essersi preso la gloria di aver sconfitto Kurt Angle nell'ultimo match in TNA, Lashley non si smentisce e, una volta conquistato il titolo mondiale per la terza volta, affronta nuovamente Galloway e, a seguire, EC3, uscendone sempre con l'alloro attorno la vita.
Giunge DESTINATION X, la nuova preda del Destroyer si rivela appunto Eddie Edwards, il membro dei Wolves è pronto a sacrificare la sua cintura per un match titolato, ma alla fine i due giungono ad un interessante accordo, nell'episodio speciale entrambi i titoli saranno in palio.
Il match di quella sera terminerà in un nulla di fatto dato che Mike Bennett, arrabbiato per aver perso la sua occasione, porta in TNA Moose che, interferendo nel match non fa altro che portarci ad un no contest.
Nel finale dell'episodio però, l'allora Chairman della TNA, Dixie Carter, disturbata per la situazione sancisce il main event per la puntata seguente, uno Steel Cage match tra Lashley ed Edwards valido ancora una volta per entrambe le cinture.
In quell'episodio sarà ancora una volta il distruttore a prevalere e, nelle settimane successive, si approprierà di tutti i titoli singoli della compagnia, divenendo allo stesso momento World Heavyweight Champion, X-Division Champion e King of the Mountain Champion; ma la strada con Edwards ha solo subito una piccola deviazione, i due a breve torneranno ad incrociarsi.
Arriviamo così a BOUND FOR GLORY 2016, Edwards si gioca la finale del torneo per assegnare il primo Impact Grand Champion della storia (finale guadagnata a tavolino dato che venen sconfitto in semifinale contro Drew Galloway ndr), finale che vinse il suo avversario, Aron Rex.
Nello stesso PPV (Il più importante dell'anno per Impact ndr) Bobby Lashley riuscì a difendere il titolo in un altro match molto buono contro EC3.
Perché cito BFG se i due non si sono scontrati? Semplice, nell'episodio di Impact Wrestling successivo al grande evento già citato, Billy Corgan, allora Presidente della TNA, decise di far difendere tutti i titoli e che Lashley avrebbe avuto la possibilità di scegliere il suo avversario tra Ethan Carter III, Moose e proprio Eddie Edwards.
Un campione del suo calibro è logico poter affrontare chiunque senza paura, ma in quel caso peccò eccessivamente di presunzione ed ecco che “The Destroyer” scelse proprio il membro dei Wolves.
Main event non male, terzo match tra i due che, nello stupore generale, viene vinto proprio da Edwards che si laurea così nuovo campione del mondo.
Questa fu una scelta che ancora oggi ritengo fatta nel momento sbagliato, un cambio di titolo di questo genere bisognava costruirlo in modo diverso.
Da apprezzare però l'imprevedibilità del momento che coincide con il personaggio di Lashley, il classico esempio del “Davide contro Golia” in cui l'avversario “più piccolo” viene preso sottogamba costando a se stessi la vittoria.
Lashley ha diritto ad un rematch, come da clausola contrattuale, ma ancora una volta a trionfare è l'ex ROH che mantiene salda la sua cintura anche nel quinto faccia a faccia tra i due in quel di Total Nonstop Deletion con quest'ultimo match terminato in no contest.
Nel 2017 cambia la base, ma non il testo della canzone e, dopo le dure battaglie di Edwards nel difendere il titolo contro EC3, Lashley ed EC3 in un triple threat, arriviamo al sesto match tra il tre volte TNA World Heavyweight Champion ed Eddie, ma non un match come gli altri, bensì un Iron Man match.
Puro spettacolo con un finale da pelle d'oca rovinato solo per chi era a conoscenza dei risultati dei tapings TV.
Lashley resiste alla sottomissione finale dell'avversario ed oltre che a confermarsi il solito dominatore, si scopre un lato ferreo dell'atleta che già negli incontri in Bellator ha dimostrato la sua grande combattività.
Settimo match, ulteriore rivincita, faccia a faccia tra i due, Lashley vince grazie al tradimento di Davey Richards verso il suo vecchio “fratello” e mantiene ancora una volta la cintura.
Feud finalmente archiviato e Bobby ancora una volta ne esce da vero campione (nonostante questo piccolo aiutino nel finale).

Commenti?
Rivalità interessante, ma brodo allungato troppo spesso che ha portato a sminuire di gran lunga quello che poteva essere una delle rivalità migliori degli ultimi anni.
Promo non del tutto malvagi, si evince come Lashley abbia fatto passi da gigante e come Edwards faccia sempre il suo in modo egregio.
Ma rimane di fatto che sette match tra i due, tutti titolati, nel giro di sette mesi circa, sono troppi ed è anche questo che ha probabilmente lasciato l'amaro in bocca a molti spettatori.
Un altro fattore è come sempre il momento che sta vivendo la TNA, non avendo più PPV a cadenza mensile e una Impact Zone riempita da turisti (cui pochi sanno cosa sia sul serio uno show di wrestling), fa perdere quel fascino in più che può celarsi dietro un feud.
Gli errori non sono di certo ricollegabili ad una mancanza di idee, bensì (almeno secondo il mio parere) anche ad un roster ridotto all'osso rispetto al passato e che, purtroppo, non da e non può dare spazio a tutti nel main event, perché?
Perché non tutti sono pronti per il main event, c'è gente preparata, gente che ha fatto sacrifici migliorandosi per arrivare al top della propria carriera (James Storm o Drew Galloway gli esempi più lampanti), poi c'è gente che non riesce ad andare oltre una classica midcarding sia per suoi limiti (Jesse Godderz), sia per limiti che gli vengono imposti (Robbie E).
Per concludere, il feud in questione ha diviso in molti, non ci sono dubbi sul lato atletico che verrà ricordato nel tempo per i match molto buoni che abbiamo visto, così come non ci sono dubbi sulla meritata esplosione concessa ad Eddie Edwards che ha così scritto un capitolo straordinario per la sua carriera.
Il vero vincitore? Non riesco a sbilanciarmi, Edwards come appena detto è esploso ed è stato reso un main eventer importante, Lashley si è confermato ancora una volta ed è stato gestito in modo impeccabile.
I veri vincitori sono entrambi.


NEWS IN BREVE:
– La TNA ha stretto due importanti accordi, uno con la Crash, compagnia messicana di proprietà di Konnan che si sta ritagliando uno spazio importante anche grazie ai talenti “rubati” alla AAA come Penta El 0M (Pentagon Jr. ndr).
Ovviamente determinati nomi che sono ancora sotto contratto con la Lucha Underground, per ora, non potranno presenziare agli show targati Impact.
L'altro accordo è stato stretto con la Pro Wrestling NOAH, seconda compagnia nipponica per importanza, che negli ultimi anni ha fatto epslodere diversi talenti come Kenta (Hideo Itami in WWE ndr) ed i Suzuki-gun, anche grazie alla precedente collaborazione avuta con la NJPW.
La NOAH ha di recente cambiato proprietà dato che la precedente è in guai economici.

– Jeff Jarrett è tornato ufficialmente nel ruolo di produttore esecutivo ritrovandosi quindi nuovamente con un notevole potere all'interno del backstage.
A lui si devono i due accordi sopracitati e, allo stesso tempo, sempre a lui si devono i ritorni nel management di Dutch Mantell e Scott D'Amore.


• PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: “The Destroyer” Lashley
Per la quarta volta campione del mondo, vince un Iron Man match in modo impensabile, mantiene il titolo contro Jeff Hardy e trionfa ancora una volta contro l'ex campione e grande rivale, Eddie Edwards.
Chi può fermare un distruttore simile?

• KNOCKOUTS DELLA SETTIMANA: Rosemary
Ancora una volta la Knockouts Champion, proprio come Lashley, ruba lo scettro di personaggio della settimana per la propria divisione.
L'attacco nei confronti di Brandi Rhodes (che non ha accettato di entrare a far parte della Decay ndr) è la dimostrazione di come nessuna possa fermarla.
L'unica domanda che sorge è, per quale motivo dopo un match grandioso come quello contro Jade, Rosemary deve ritrovarsi davanti una rivalità contro una donna palesemente ancora acerba come Knockouts?

• MATCH DELLA SETTIMANA: World Championship match, “The Destroyer” Lashley © vs Eddie Edwards.
La gelosia fa male, delle volte può ferire ed in questo caso ha centrato in pieno.
Davey Richards, l'amico di una vita, il fratello che Eddie credeva di avere lo ha pugnalato alle spalle costandogli così match, titolo e future opportunità titolate contro Lashley.
Il suo turn era attesa dal 6 Ottobre 2016, ora la curiosità è tutta attorno ai due, ormai, ex membri dei Wolves.
Parlando della fase lottata, solito match tra Lashley ed Edwards che dimostrano ancora una volta una gradita sintonia sull'esagono.

Anche per questo numero dell'Impact Planet è tutto, l'appuntamento con il sottoscritto è per la prossima settimana con un nuovo numero del The Other Side.
Appuntamento invece con il seguente editoriale tra due settimane.
VI ringrazio infine per la rinnovata dedizione che ci dimostrate quotidianamente nel seguirci.

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
15,657FansLike
2,631FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati