Impact Planet #324

È un momento delicato per il mondo del Wretling attualmente.

Da una parte abbiamo una WWE che sta buttando tutto nel cesso, dall'altra abbiamo una TNA che ha idee buone, ma che le finalizza non sempre come ci attendiamo realmente.
In effetti a Nashville vige una situazione di stallo; la World Title Series va avanti da due mesi pieni (Dall'episodio post Bound For Glory) e settimana scorsa si è conclusa la fase a gironi, dando quindi inizio agli ottavi di finale.
Secondo alcuni calcoli e considerando l'episodio che il 5 Gennaio sarà live su POP TV, questo mese dovrebbero andare in onda ottavi e quarti di finale per poi vedere la fase più calda del torneo (semifinali e finale) nel nuovo anno e, fortunatamente live.
Ora capiamoci bene, perché continuare a criticare un torneo che in un modo o nell'altro ha dell'interessante?
Non vi sto dicendo di guardare la situazione sotto gli occhi di un fan di Wrestling TNA (come probabilmente sono fin troppo), ma siate almeno onesti, se fosse stata la ROH a fare una cosa simile, chi di voi avrebbe criticato la compagnia? Credo ben pochi.
Certo, loro hanno Styles, reDRagon, Young Bucks, parte del Bullet Club (incluso lo stesso Styles), Adam Cole ed il resto del Kingdom, Daniels e Kazarian, Moose, i fratelli Briscoe e molti altri.
Grandissimi nomi, nulla da togliere, ma Kurt Angle non vi dice nulla? Jeff e Matt Hardy neanche? Bobby Roode? Drew Galloway? Bram? EC3? Lashley? I Wolves? Abyss? Manik? Tigre Uno? DJZ? Eric Young?
Parliamo di gente di valore, gente che ha scritto pagine importanti qui, come in altre federazioni, di gente che è più che discreta sul ring e molto spesso mal vista proprio perché ha un contratto con la Total Nonstop Action Wrestling.
Ditemi, voi espertoni, uno dei team da considerare come tag team of the year, i Wolves, non vi aggradano?
L'eroe olimpico Kurt Angle che ha fatto vedere bellissimi match anche in condizioni fisiche non delle migliori non vi dice nulla?
Drew Galloway è riuscito contro MVP a rendere interessante (almeno un minimo) un feud con in mezzo anche Micha e Kenny King; EC3, un campione nel vero senso del termine, si è migliorato sul ring (pur non essendo ancora a chissà quale livello) ed al microfono e nelle storyline in cui è stato incentrato ha reso il suo regno più interessante della piega che prese quello di Rollins in WWE.
Lashley che in WWE era il finto pupillo di Vince, ma che stranamente non è mai riuscito a migliorarsi e adesso in TNA sa parlare al microfono ed è over, cos'è una mia pazzia o realtà dei fatti?
Eric Young, reso il Jay Briscoe della TNA (se non ancora più oltre il limite), un professionista che ha svolto ogni compito affidatogli a Nashville senza dire una parola, un professionista che ha parlato solo sul ring regalandoci ottimi match contro Angle e altrettanti contro Roode e per non parlare di quest'ultimo, di quanto fatto con lo stesso Young, nei Dirty Heels e contro la GFW per andare alla conquista del King of the Mountain Championship.
Insomma, molte volte si cerca di criticare solo perché ne abbiamo voglia, anche quando davvero si potrebbe evitare.
La TNA nell'ultimo anno ha fatto diverse cose buone e anche qualche cazzata (per questa volta passatemi il vocabolo), ma davvero stare sempre a puntare il dito contro è da idioti.
Sicuramente la compagnia non ha più lo starpower presente fino a Gennaio 2014, altrettanto sicuramente però non stanno commettendo errori sacrosanti come accaduto fino al primo regno titolato di Bobby Lashley sempre nel 2014.
C'è da dire che Destination America ha contribuito al ridimensionamento del tutto, c'è ancora da dire che le idee partorite in questo 2015 hanno creato però situazioni interessanti:
Roode vs Lashley
Angle vs Lashley
Angle vs Young
Angle vs EC3
EC3vs Matt Hardy
EC3 vs Rockstar Spud
The Revolution vs The Hardys
The Revolution vs The Wolves
The Wolves vs The Dirty Heels
BDC vs Rising
James Storm vs Magnus
Team GFW vs Team TNA
Questi sono stati i feud principali di questo 2015, o almeno quelli che personalmente ho più gradito.
Guardando con occhi da vero fan di Wrestling, mi dite cosa ci trovate di male in un EC3 vs Rockstar Spud se è stato ben costruito e ben finalizzato?
Eppure si è criticato anche quello, ma ormai ci faccio l'abitudine.
È assurdo però notare come coloro che si sono sempre scagliati a voce alta contro la compagnia di Dixie Carter, attualmente criticano con tonalità vocale ben più bassa la federazione numero 1 al mondo, la WWE.
Altrettanto accade con la NJPW che da 4/5 anni propone la stessa minestra, ma è comunque più apprezzabile di un feud tra Storm e Magnus, che di caruccio ha fatto vedere (Vedi Slammiversary XIII ndr).
Mentre voi continuate ad esaltarvi davanti ad un campione che ha bisogno di una delle stable più ridicole e allos tesso tempo divertenti della storia (Il New Day ndr) per diventare interessante; io continuo a guardarmi questa World Title Series che sospetto porterà a nuovi importantissimi segmenti in chiave main event e se ci mettiamo anche la scusa del nuovo network (che come scritto due settimane fa è superiore a Destination America e del 15% di ricezione inferiore a Spike TV) qualcosa di avvincente dovrà pur accadere.

Essere un fan di Wrestling è una cosa importante, esserlo con gli occhi giusti, senza avere la ben che minima critica costruita è la cosa migliore da fare.
In molti dicono in continuazione di non voler dare una nuova opportunità alla TNA perché a detta loro ne ha avute fin troppe.
Altri citano il buio della gestione Hogan/Bieschoff e diverse fesserie messe in scena proprio da Dixie Carter, ma ragazzi miei dal 2005 al 2009 quando la TNA era al top voi dove eravate?
Nell'ultimo anno e mezzo quando le puntate di Impact sono divenute più interessanti e sensate di quelle di Monday Night RAW voi dove eravate?
Quando una compagnia ti rende un personaggio che aveva poco o nulla su cui puntare (EC3) un campione credibile, voi dove eravate?
Quando la TNA ha letteralmente creato due mostri sacri; i Wolves che reggono e rendono da soli credibile una categoria tag team che la WWE non ha, voi dove eravate?
Quando la TNA ha dato vita a due heel costruiti alla perfezione, vedi Bram ed Eric Young e la WWE non ha ancora un vero top heel, voi dove eravate?

Le orecchie sono fatte per ascoltare e gli occhi per osservare, credere solo alle parole altrui senza testare un prodotto come merita serve a poco.
Attualmente difendo la TNA perché non è il ribrezzo che fin troppi vanno a proferire e perché altrove sto vedendo situazioni scioccanti che hanno avuto pochissimi precedenti, ribrezzo che ho ammirato anche a Nashville quando è stata spazzata via la Aces and Eights nel 2013.

Dopo questo articolo Total Nonstop Difensivo (quando ovviamente occorre) nei confronti della TNA concludo con il dirvi che il tour in India è stato posticipato al 2016 di comune accordo con la Sony Six, in base ad un comunicato fornito dalla MSM.
Sembra ci siano stati problemi di logistica, ma prima ancora precauzioni sulla sicurezza dato che lo scalo degli atleti sarebbe avvenuto a Parigi.
Tutti gli addetti ai lavori verranno retribuiti dalla compagnia la quale, come giusto che sia, si preparerà al meglio per la nuova avventura con POP TV.

Anche per questa settimana è tutto, il prossimo appuntamento è tra due settimane sempre con l'Impact Planet.

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
15,656FansLike
2,630FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati