Impact Planet #315

Ben ritrovati cari lettori e lettrici di Tuttowrestling.com fra le righe di un nuovo numero dell'Impact Planet.

L'ultima volta (tre settimane fa) ci siamo lasciati con i pronostici riguardanti Slammiversary XIII per poi parlarvi nell'Orlando Report del PPV svolto lo scorso 28 Giugno.

L'evento è passato agli archivi così come la vittoria di EC3 il quale si è laureato per la prima volta in carriera TNA World Heavyweight Champion sconfiggendo Kurt Angle in un match buono, ma con finale discutibilissimo.

Dixie Carter invece è tornata sugli schermi di Impact Wrestling dopo un'assenza durata quasi un anno ed ha portato con se una nuova figura dirigenziale che, secondo lei, è l'unica capace di prendere le redini della gestione della compagnia; trattasi di Bully Ray.

Questa settimana però la mia intenzione non è quella di parlarvi delle storyline, i match in se e per se, in questo nuovo numero vorrei citare alcune situazioni che stanno circondando la compagnia di Nashville nell'ultimo periodo.

– COLABORAZIONE CON LA GFW;
Come risaputo dopo il ritorno del “King of the Mountain” Jeff Jarrett, le due compagnie pare stiano unendo le forze per una futura collaborazione, lo testimoniano in effetti la partecipazione ai tapings della Global Force di Bobby Roode ed Eric Young.
Magnus invece è stato ingaggiato proprio dalla GFW rilasciando delle dichiarazioni al quanto pesanti (ha ammesso di essersi sentito sollevato dopo la fine del suo contratto ndr) sulla compagnia di Dixie Carter.
Inoltre da settimane si vocifera di un sempre più probabile segmento che racchiuda entrambe le federazioni; su quest'ultimo punto non rimane altro che attendere, il tutto potrebbe giovare alla crisi interna che sta subendo la TNA, ma senza le dovute accuratezze si rischierebbe di creare una situazione preoccupante e poco credibile.
La confusione infatti non deve mai essere regina nel mondo del pro wrestling.

– LA VICENDA TNA-HERNANDEZ-LUCHA UNDERGROUND;
Ecco di seguito la notizia da me postata riguardo la vicenda che ha coinvolto le seguenti parti:
“Come risaputo, la TNA nell'ultimo episodio live che ha preceduto il PPV Slammiversary, ha utilizzato Hernandez in alcuni segmenti con il Beat Down Clan facendolo entrare a far parte della stable.
Il PWInsider ha però riportato che il messicano, nel momento in cui ha firmato un nuovo accordo con la Total Nonstop Action dando la sicurezza di essere libero da vincoli contrattuali con altre compagnie, era ancora sotto contratto con la Luha Underground.
LU ha informato la TNA della vicenda e quest'ultima ha tentato di contrattare un eventuale pagamento alla compagnia messicana per continuare ad assicurarsi la presenza dell'atleta nei propri show; nonostante ciò Lucha Underground ha rifiutato ogni tipo di offerta costringendo quindi la compagnia di Dixie Carter a rinunciare ad Hernandez cancellando ogni riferimento a lui arrecato.
Ulteriore “danno” per la federazione di Nashville ricade sul BDC, poichè tutti i segmenti della stable già registrati non potranno essere utilizzati, il che getta grossi dubbi anche sulla sopravvivenza stessa dell'intero gruppo.
Sempre secondo il PWInsider, i segmenti registrati con la presenza di Hernandez e con il resto del BDC verranno rimpiazzati da video recap degli show settimanali e di Slammiversary.”

Da questo potete dedurre la complessità e la confusione che ormai continuano a regnare a Nashville.
Il fattore principale che mi delude è che, riguardo Hernandez, ci si poteva muovere in modo differente ed informarsi realmente (probabilmente parlando anzi tempo con la Lucha Underground) sulla sua situazione.

– RITARDO DEI PAGAMENTI NELLA PRODUZIONE;
Molti addetti alla produzione devono ancora ricevere lo stipendio di Maggio e la compagnia non li retribuirà fino ai prossimi tapings per paura che non si presentino ai tali.

La TNA produce del buon wrestling, ha un buon roster , paga i suoi wrestler, ha questa collaborazione con la GFW che se ben gestita può regalare buone cose, ha ancora un contratto televisivo e fino al momento in cui non saranno disponibili fonti ufficiali che diranno il contrario, continuerò a credere nella programmazione di Impact Wrestling su Destination America (che fa sempre buoni ascolti).
Bisogna quindi risolvere urgentemente la questione pagamenti della produzione e successivamente ingaggiare soggetti competenti e “UMANI” all'interno del backstage.
In effetti non mi pare opportuno che un dirigente citi testuali parole riguardo le lamentele di alcuni dipendenti della production: “Se vi va bene la situazione è questa, altrimenti potete andare a casa.”

Sperando che le cose vadano per il meglio, bisogna cercare di credere in una forte ripresa sotto tutti i punti di vista.

Have a Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
14,980FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati