Impact Planet #262

Le puntate di Impact Wrestling registrate nel Regno Unito danno sempre soddisfazione, c'è da dirlo. Sarà che vedere un'arena piena intorno al ring da molta più sensazione di “grandezza” rispetto alla Impact Zone, fa davvero sembrare la TNA quella major che vuole essere, ed in effetti è perlomeno nel Regno Unito. Sarà che dopo aver preso diverse cantonate nelle arene americane lontano da Orlando, sentire un pubblico così caldo da far quasi impallidire gli Universal Studios da a tutto l'ambiente, ed a quello che a noi arriva, una sensazione spettacolare, quasi da WWE (anche se dirlo non mi piace). Sarà che forse Impact ed i wrestler avevano bisogno di un bagno di folla così ben disposta allo spettacolo per affrancare la loro autostima. Saranno tutti questi agenti sommati, ma la prima puntata di Impact in the UK, nonostante la tournee faccia registrare numeri minori rispetto al 2012, è stata davvero spettacolare.

Lo spot iniziale, giustamente, se lo è preso il rientrante Magnus che ha davvero fatto una bella figura, accolto dall'ovazione del pubblico di Manchester, aiutato anche dai Bad Influence e da un Chris Daniels al quale la TNA deve davvero ergere un monumento. L'ex Fallen Angel si ritrova da una settimana all'altra da un match titolato ad un job (anche se non in un match vero e proprio) per un mid-carder, ma la sua professionalità non lo abbandona ed il suo carisma fa il resto. Il tutto contornato da un pubblico quanto mai caldo, competente e coinvolto, che ha aiutato e non poco alla buona riuscita del piccolo push che Magnus ha ricevuto. Non so se la cosa continuerà anche al ritorno in America, ma da non amante dell'ex campione di coppia devo ammettere che ho apprezzato la prestazione e non poco.

Meno convincente ma ugualmente apprezzabile il debutto in TV di Joseph Park, che però continua a mostrarci sul ring la storia dell'ex avvocato che sbaglia le mosse ed arriva all'obiettivo un po' per caso ed un po' per intervento divino. Attendiamo che l'Abyss che c'è in lui si risvegli: prima o poi succederà per forza e The Monster dovrà avere il push che si merita, altrimenti tutta questa costruzione sarà stata perfettamente inutile.

Continuando nella puntata abbiamo avuto il momento di redenzione e di rappacificamento tra Hulk Hogan e Bully Ray. Il suocero ha reintegrato genero e figlia al roster di Impact, anche se nessuno si era accorto che la loro sospensione fosse realmente entrata in vigore, visto che entrambi hanno sempre presenziato ad ogni episodio dello show, riuscendo addirittura nell'impresa di sposarsi. Ora si va verso la costruzione di un Lethal Lockdown tra un Team composto da Sting, Ray, Angle e forse Joe (i più attaccati finora dalla crew di motociclisti) e gli Aces & Eights, i quali continuano a non vincere un match che sia uno in modo pulito o sporco che sia. Anche questa settimana, infatti, sia Devon che Mr Anderson hanno perso il loro match, ed il tutto è davvero inspiegabile, perché la stable sta perdendo di valore e forza ogni giorno che passa. Perché mai un match nella gabbia tra un membro di una stable ed un wrestler singolo deve andare appannaggio di quest'ultimo? Perché mai Garett e Wes Briscoe non sono intervenuti prima della sconfitta di Mr Anderson? Si poteva ottenere lo stesso effetto sorpresa anche studiando la situazione in modo migliore, tanto che i due giovani lottatori facessero parte degli A&8s si sapeva già da tempo. E perché mai poi in una Open Fight Night un wrestler dovrebbe sfidare il campione TV senza mettere in palio il titolo stesso? Era davvero necessario far perdere Devon in un non-title match solo perché il suo rivale è inglese? Non c'era nessun altro da mandare in pasto a Magnus? Tutti quesiti a mio parere inspiegabili, così come inspiegabile è il protrarsi della striscia negativa che gli Aces & Eights hanno a livello di match, che ci fa quasi pensare che poco importi loro del risultato degli incontri. Ma allora ci dovremmo chiedere cosa ci fanno realmente in una federazione di wrestling, visto che non puntano ad obiettivi reali dalla conquista del titolo da parte di Devon (e non voglio credere che questo popò di storyline sia stata costruita solo per questo). Inoltre, come se tutto ciò non bastasse, Taz al commento sta riuscendo ad essere anche più irritante di quanto non lo sia stato in tutti questi anni, ed il suo apporto alla causa è, ad oggi, nullo, con buona pace di tutti i buoni propositi che mi ero illuso avesse la mossa di farlo turnare heel. Risultato: se a Lockdown non ci sarà la svolta definitiva, la storyline rischia realmente di diventare la peggiore idea partorita dal duo Hogan-Bischoff, peggiore forse anche degli Immortal.

E si che la TNA di cose sulle quali concentrarsi ne avrebbe a iosa, a partire, per esempio, dalla ricostruzione totale di James Storm. Il cowboy, che l'anno scorso era stato il face migliore dell'annata TNA, ha perso il momentum che aveva sia coi fans che a livello di storyline. Siamo arrivati al punto che non si sa più dove metterlo e, mentre i suoi “parigrado” Aries & Roode vanno verso i titoli di coppia ed una stabile permanenza nel main event, lui si ritrova a far coppia con Velvet Sky… no comment.

..buona TNA a tutti!

14,935FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati