Impact Planet #238

Bentornati sulle pagine di Tuttowrestling.com per un nuovo appuntamento con il TNA Planet. Dopo un paio di settimane di astinenza totale, per il sottoscritto era giunto il momento di portarsi alla pari: mi sono quindi ubriacato di TNA infilando un tris che comprendeva due puntate di Impact Wrestling ed il pay per view Hardcore Justice. E che tris direi.

Devo essere davvero onesto e dire che sullo show a pagamento non avevo grandi speranze alla vigilia ma, come spesso succede, la TNA ha saputo sorprendermi e tirar fuori un evento coi fiocchi, ricco di bei match e di spunti davvero interessanti. La situazione è da analizzare punto per punto, con particolare interesse per la zona del main event, che è alla data attuale la più ricca.

Austin Aries è confermatissimo campione del mondo, benchè il suo match ad Hardcore Justice sia finito in modo tutt'altro che pulito. Un pizzico di overbooking che ci sta in una così accesa e bella rivalità, quella Aries-Roode, che però ora sembra giunta al capolinea. Bobby Roode ha lasciato trasparire ad Impact un arrendismo che non era nel suo personaggio fino a qualche giorno fa. Il non avere più chance titolate lo ha lasciato come senza parole, senza più forze per dimostrare la sua superiorità sul ring e negli atteggiamenti al microfono. Personalmente non credo di apprezzare questa versione “molle” dell'ex World Champion, e credo anche che questa storia non regga poi molto. Quante volte infatti abbiamo visto match titolati sanciti con motivi poco validi o addirittura senza motivi? Quante volte è successo che sia lo sfidante a dichiararsi contendente o addirittura il campione in carica a sceglierlo a suo piacimento? Lo dico semplicemente perchè credo che la storyline possa continuare ancora fino al prossimo PPV senza bisogno di ulteriori motivazioni: se Roode avesse perso, ed ha perso, la stipulazione prevedeva che non avrebbe avuto altre titleshot. Ma la sconfitta è avvenuta in modo tale che si potrebbe tranquillamente pensare che una terza, e probabilmente ultima, sfida tra i due possa essere proposta. Non ho dubbi sul fatto che a spuntarla sarà di nuovo AA, come è giusto che sia, e non ho dubbi sul fatto che Roode tornerà presto nel giro titolato: Impact Wrestling non ha un heel ai suoi livelli, escludendo Bully Ray che però difficilmente andrà in orbita World Championship. E credo anche che il terzo match tra Aries e Roode sia l'unica possibilità per No Surrender, visto che presumibilmente Samoa Joe, Jeff Hardy, Kurt Angle e James Storm saranno i finalisti delle BFG Series, e quindi impegnati in altre situazioni.

Vado dicendo da mesi che la mia opzione preferita per il main eventi di Bound For Glory è Austin Aries vs Samoa Joe. Un dream match difficilissimo da pronosticare, ma con un hype elevatissimo già in partenza, che arriva tutto dal valore dei due wrestler in ballo. Il resto della card si costruirà più avanti, eccezion fatta per il quasi certo scontro finale tra Storm e Roode, dove non escludo (forse spero) un seppur poco probabile ritorno dei Beer Money.

Ma tornando all'attualità, si fa sempre più intricata la situazione attorno agli Aces And Eights, anche se ben poco è cambiato nelle due settimane che sono trascorse. Gli attacchi del gruppo mascherato sono come al solito improvvisi e devastanti, e cercano di mietere terrore ad Impact Wrestling per ora riuscendoci. L'unica nuova proviene dal fatto che James Storm non è stato risparmiato dall'attacco della crew giovedì sera, escludendo quindi, come già si intuiva, il suo coinvolgimento a capo della stable. Ed ora, sgomberato il campo dall'ultimo dubbio, dovremo capire quale sia il vero obiettivo degli A&E e delle loro azioni. Settimana prossima sarà Open Fight Club, e Sting ha invitato il gruppo a presentarsi sicuro del fatto che anche Hogan tornerà ad Impact a dargli man forte, ma dubito che sia la settimana decisiva per capire bene dove si voglia andare a parare. Nonostante ciò però l'hype per scoprire di più sul gruppo mascherato aumenta: l'alone di mistero che li circonda si infittisce sempre più e con esso cresce sia la voglia di scoprire qualcosa che il rischio che il tutto si risolva in una grande delusione. Aspettarsi troppo non è salutare, ma aspettarsi il giusto sì. E io sinceramente mi aspetto che questa storyline si candidi a storyline dell'anno, almeno per ciò che riguarda la TNA. E pensandoci bene per ora ci sono tutti gli ingredienti: mistero, grossi nomi coinvolti (Hogan, Sting per ora) e scenario probabile delle grandi occasioni (Bound for Glory?). Ci manca solo il match a cinque stelle, che se dovesse essere Sting vs Jarrett non sarebbe poi così da buttar via.

Cose da buttar via però ce ne sono alcune, in primis la storyline del titolo Knockouts. Non comprendo infatti la necessità di mettere in piedi tutto questo “cinema” coinvolgendo Earl Hebner (sarà anche che la sua reputazione da Montreal in poi non è più intatta, però andiamo, trattarlo proprio come un vecchio rimbambito no eh..) per poi far finire tutto il giovedì dopo ad Impact. La scelta non mi è piaciuta, come non mi piace il fatto che Devon non difenda il titolo ogni settimana come annunciato da Hogan all'epoca dei grandi cambiamenti. E dire che gente da mandargli contro ce ne sarebbe eccome…


Bound for Glory Series corner

Samoa Joe def Magnus: voto 7
Non sono un super fan di Magnus e nemmeno della coppia che formò con lo stesso Joe, anche se devo ammettere che i due funzionavano davvero bene e davano alla categoria Tag Team un valido motivo per essere ancora guardata. Passando al match, la contesa è stata bella, veloce e divertente perchè i due hanno combattuto sapendo di conoscersi bene ed hanno dimostrato che, con un minutaggio adeguato ed un buona stroyline, potrebbero anche tirar fuori un match da ricordare. Per Joe continua la cavalcata verso la finale, l'inglese invece per ora si deve accontentare delle briciole.

AJ Styles def Christopher : voto 6
Match valido sia per la classifica delle BFG Series sia per “vincere” il test di paternità del figlio di Claire. AJ l'ha spuntata e forse vedremo al più presto la fine del feud in questione, visto anche le notizie che danno in scadenza il contratto della ragazza con la TNA. A guardare il match in sè non sarebbe valutabile per i troppi precedenti tra i due e per i molti incontri a cinque stelle che hanno disputato in passato. La sufficienza la guadagnano comunque, se non altro per la costanza con la quale si dimostrano dei professionisti in ogni occasione, senza sbagliare quasi mai un colpo.

Jeff Hardy def Bully Ray: voto 5.5

Senza infamia senza lode, match tutto proteso verso l'imminente arrivo della crew mascherata ed il probabile coinvolgimento di James Storm nel finale. La sintonia sul ring c'è, ma questo lo sapevamo già. Il match è valido solo ai fini della continuazione della storyline, e per questo meno avvincente.

..buona TNA a tutti!

14,801FansLike
2,614FollowersFollow

Ultime Notizie

Annunciata la card di AEW Dynamite Chris Jericho XXX

La prossima settimana la puntata di AEW Dynamite sarà dedicata alla carriera di Chris Jericho ormai trentennale. Intanto eccovi servita la card che arricchirà lo show.

Nuovo merchandise a tema Halloween per la AEW

Con l'avvicinarsi di una festività molto sentita negli States, la AEW lancia il nuovo merchandising disponibile sul proprio shop online.

Annunciato un nuovo match per Bound For Glory

Terzo match annunciato per la card di Bound For Glory, ennesima contesa titolata che per l'occasione vedrà in palio i titoli di coppia dei MCMG.

Il 4 ottobre tornerà in scena la RevPro

Questa domenica torna in scena la RevPro con la terza parte dedicata a Epic Encounter. Will Ospreay difenderà il titolo principale!

Articoli Correlati