Impact Planet #211

Amici ed amiche di Tuttowrestling.com, bentornati su queste colonne per un nuovo appuntamento con il TNA Planet. Questa settimana, come di consueto, ci addentriamo all'appuntamento con Against All Odds, secondo ppv di questo 2012 targato TNA, che andrà in onda domenica notte. E per la TNA non ci sarebbe stato modo migliore di avvicinarsi all'evento che con una bella, direi ottima, figura in quel di Londra, dove i nostri beniamini sono stati accolti da una cornice di pubblico davvero spettacolare, sia per numero e che per calore. Verrebbe da dire che, forse, se la TNA trasferisse i propri eventi nel Regno Unito, guadagnerebbe in molte cose, soprattutto in credibilità. La grande cornice di pubblico che abbiamo visto contornare il ring nell'ultima puntata di Impact da infatti un colpo d'occhio ben più degno di quanto non lo dia la cara e vecchia Impact Zone che, anche se piena, rimane sempre un luogo meno capiente e meno adatto alle “grandi occasioni”. Ed il pubblico, caldo e competente come accade in rare occasioni per la TNA (al di fuori di Orlando) ha completato l'opera rendendo lo spettacolo davvero imperdibile. Ma passiamo ad analizzare match per match quella che è la card di Against All Odds. Pronti? Via!

A.J. Styles vs. Kazarian (con Christopher Daniels)
Non sto amando molto questa rivalità e, come ho già detto in altre occasioni, la apprezzo soprattutto per il fatto che tiene impegnati, e quindi on-screen, gli ex Fortune che altrimenti non sarebbero coinvolti in nulla di interessante. In effetti è presto per valutare il feud in quello che, di fatto, è il primo match tra AJ e Kaz, ma non è difficile prevedere quale ne sarà lo svolgimento. Kazarian vincerà questa prima battaglia, poi potremmo assistere ad una rivincita vincente per AJ a Victory Road e ad una resa dei conti a Lockdown. Di sicuro ci sono due cose: match spettacolari e storyline che non avanza nessuno dei due (o tre) in zone più nobili della card.
Winner: Kazarian

#1 contender per l'X-Division Title: Jesse Sorensen vs. Zema Ion
Che venga dato più spazio, anche in pay per view, alla X-Division è solo un piacere. Non sono certo un fan dei due in questione, troppo acerbi per me per sostenere il peso (e l'onore) di una cintura che ha lanciato tanti e tali campioni in TNA. Ma prima o poi qualcuno deve succedere ad AA e, anche se spero il più tardi possibile, potrebbe essere uno di questi due. E credo che Ion abbia più possibilità di uscire vincitore da questo match.
Winner and #1 contender per l'X-Division Title: Zema Ion

TNA Tag Title match: Matt Morgan & Crimson (c) vs. Samoa Joe & Magnus.
Vedere quanto Samoa Joe sia over anche nel Regno Unito non fa altro che rinforzare la mia tesi esposta settimana scorsa in queste righe, ovvero di quanto spreco ci sia nella gestione del suo personaggio. La vittoria sua e di Magnus (che giocava in casa ma non attirava di certo i pop del suo partner) arrivata proprio prima del PPV ne diminuisce le possibilità di vittoria, come detta la tradizione che vuole i vincitori in TV poi sconfitti la domenica. Il fatto è che, tra le due coppie, quella che ha sicuramente più senso è quella formata dai due big men Crimson e Morgan: anche se messo insieme per caso, il tag team degli attuali campioni ha un significato, come lo poteva aveva il tag team, per esempio e con le dovute proporzioni, di Big Show e Kane. La loro parte è quella dei due wrestler dalle dimensioni spaventose che dominano la categoria, ed il loro destino è lo split. Ed il feud per lo split tra i due sarà probabilmente organizzato in vista di Lockdown, per portare Crimson a piani e livelli più alti e dargli una vittoria che lo rinforzi (in mezzo a tante meno nobili). Tutto ciò per dire che le cinture le perderanno, ma non penso questa volta.
Winners and still TNA Tag Team Champions: Matt Morgan & Crimson

X-Division Title match: Austin Aries (c) vs. Alex Shelley.
Ma il pubblico di Londra quanto è stato spettacolare? Lo dico perché durante il match di AA alla Wembley Arena contro quello che avrebbe dovuto essere l'idolo locale Mark Haskins, i cori per il campione X-Division hanno sovrastato qualsiasi altro incitamento. Ok Haskins non è di sicuro British Bulldog, e più che dare colpe a lui caricherei di meriti proprio il wrestler del Minnesota, che ancora una volta da dimostrazione della sua qualità e di quanto serva alla TNA. Infatti lo vedo campione ancora per un pò e questo match, che sarà sicuramente tra i migliori della serata, non permetterà a Shelley di strappare la cintura all'attuale campione.
Winner: and still X-Division Champion: Austin Aries

Knockouts Title match: Gail Kim (c) vs. Tara
Per chi avesse pensato che Tara è una bollita e che ha dato al business ormai tutto, consiglio di guardare il match che è andato in onda giovedì scorso a Impact Wrestling. Non credo di esagerare se affermo che buona parte delle wrestlers presenti nel roster delle major americane hanno solo da imparare da una come la ex Victoria. Forse non vincerà il titolo in questa occasione, ma la rivalità che porterà avanti con Gail Kim sarà una delle migliori viste in TNA (e non solo) negli ultimi periodi, anche e soprattutto a livello lottato.
Winner and still TNA Knockouts Champion: Gail Kim

TNA World Title match: Robert Roode (c) vs. Jeff Hardy vs. James Storm vs. Bully Ray in un four-way match
Partiamo con chi il titolo non lo vincerà di sicuro, ovvero Bully Ray. L'ex Dudley Boy infatti è stato un toccasana in questa fase di feud che ha visto coinvolti i quattro in questione, e la buona riuscita di questa rivalità particolare la si deve molto anche al suo apporto. La sua presenza ha portato qualità ed un tocco di hardcore nei match, oltre che colore ed esperienza al microfono. Ma purtroppo per lui, Bully non sarà che un buon contorno nella match ad Against All Odds. Sono rimasto anche un po' deluso dal fatto che, nella puntata di Impact di settimana scorsa registrata a Londra, Bobby Roode e James Storm si siano affrontati on-on-one a metà card. Certo, la cornice spettacolare valeva di sicuro questo match ed anche di più, ma la cosa mi ha fatto pensare che, probabilmente, i piani della TNA siano leggermente cambiati rispetto a qualche mese fa. Forse la storyline tra i due ex Beer Money non è più tra le cose che contano, e forse la priorità attuale è quella di trovare il modo ed il momento giusti per far tornare Jeff Hardy campione. Detto ciò, la stipulazione di questo match potrebbe favorire il mantenimento del titolo da parte di Roode, grazie anche alle alleanze ed alle scorrettezze che un incontro del genere potrebbe prevedere. Credo che possa essere l'ultima difesa per il canadese, che a Victory Road potrebbe lasciare la strada a Jeff Hardy, un anno esatto dopo lo scempio del 2011.
Winner and still TNA World Heavyweight Champion: Bobby Roode

In realtà nella card ci dovrebbe essere anche un match (ancora non ufficiale) che vede coinvolti in qualche modo Garrett Bischoff e Gunner, del quale di sicuro avremo modo di parlare settimana prossima. In chiusura non posso non dedicare un ultimo commento al ritorno di Hulk Hogan: lo si potrà amare o odiare, ma resta innegabile il carisma che l'Hulkster riesce tutt'oggi a portare in ogni sua apparizione. Il boato di Bound For Glory al suo turn face e l'acclamazione della folla di Londra in quest'ultima puntata di Impact sono una testimonianza di tutto ciò.

..buona TNA a tutti!

15,941FansLike
2,599FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati