Impact Planet #191

Hulk Hogan vs Sting è il match che più fa discutere nella TNA di oggi, ed i fatti ci stanno lentamente portando ad una soluzione dei quesiti che tutti noi ci poniamo. Bound for Glory dista poche settimane, ed è giunto quindi il momento di provare a rispondere ad alcune domande fondamentali come, ad esempio…


Hogan vs Sting è un match adatto a Bound For Glory e a questa TNA?
Hogan vs Sting è la degna conclusione di una storyline durata un anno?
Hogan vs Sting è il dream match che ogni appassionato vorrebbe vedere?
Hogan vs Sting, insomma, si deve o non si deve fare?

Partiamo dal presupposto che il pay per view si svolgerà a Philadelphia e non negli Orlando Studios, e la cosa può essere considerata come un arma a doppio taglio. Gli Orlando Studios e la Impact Wrestling Zone garantiscono, a fronte di un pubblico di certo numericamente limitato, un significativo attaccamento alla causa TNA, e quindi reazioni ampiamente prevedibili sia nel bene che nel male. Andando a Philadelphia in un vero palazzetto (che certe fonti danno addirittura sold out con 10 mila biglietti venduti), ed in una città che di wrestling ne ha sempre masticato e saputo molto, la cornice sarà ben più adatta all'evento dal punto di vista del colpo d'occhio, ma non si può di certo prevedere quale possa essere la reazione del pubblico allo show, tantomeno ad un match così particolare come sarebbe quello in questione.

Ma per rispondere alla prima domanda, possiamo dire che la scelta di proporre questo particolare match in questo ppv è d'obbligo: la Wrestlemania della TNA merita di essere lo stage di match con attesa e star power superiori rispetto al resto dell'anno, e Hogan vs Sting è il match che garantisce di sicuro il livello di star power maggiore in TNA e non solo. Quindi è giusto di sicuro che questa sia la cornice nella quale i due si affrontino, nel ppv più importante dell'anno e con il pubblico delle grandi occasioni.

È anche di sicuro il match adatto a questa TNA, alla TNA che da un anno e mezzo a questa parte è stata costruita proprio attorno alle figure di Hogan e Bischoff, ma in particolare all'Immortale. La sensazione che la fine dello stint di Hulk ad Orlando sia vicina, aumenta la necessità di far sì che la conclusione sia con il botto, ovvero con un grande palcoscenico nel quale sia proprio l'Hulkster ad essere protagonista ed entri di fatto a far parte della storia della TNA, dopo esserlo stato in WWE e WCW. A dire il vero, però, la nascita degli Immortal avvenuta proprio un anno fa a Bound For Glory era figlia di tutt'altre speranze per la TNA: aumentare i ratings era la missione numero uno, mentre il risultato ad oggi è piuttosto un consolidamento dei ratings già acquisiti (o uno stallo degli stessi, dipende dai punti di vista). Gli Immortal avrebbero dovuto lanciare Jeff Hardy come uomo di punta della TNA, ed invece ci troviamo con piani che vedono Bobby Roode in rampa di lancio e Jeff al rientro dopo mille vicissitudini extra ring. Gli Immortal avrebbero dovuto rappresentare la svolta della TNA verso una decisa elevazione del suo status di major, ma la situazione non è un gran che cambiata, anzi. Ci troviamo ad oggi con molti dei fans “TNA Original” a storcere il naso per quanto vedono settimana dopo settimana, mentre rimpiangono il vecchio stile TNA ed i suoi protagonisti ora diventati seconde linee.

Quindi sulla base di queste considerazioni, credo di poter dire che Hogan vs Sting non è il dream match che ogni appassionato di TNA vorrebbe vedere, ma è il match che nessuno di noi si perderebbe per alcun motivo. Chi per il piacere di vedere due leggende viventi scontrarsi ancora una volta in quel ring dove hanno già scritto ripetutamente la storia, chi per il gusto di sapere se la TNA riuscirà ancora una volta a rovinare ciò che costruisce, chi per la semplice curiosità di capire se quei due che un tempo furono dei monumenti del ring siano o meno in grado di portare a termine una contesa credibile. Le condizioni fisiche non sono dalla parte dei nostri eroi. Sting ha ultimamente fornito prove appena sufficienti nel migliore dei casi, alternandole a prestazioni più deludenti (il match contro Flair ne è un esempio, dove il Nature Boy è per assurdo sembrato messo meglio dello Stinger). Hogan lo abbiamo visto tutti zoppicare e vistosamente solo nel recarsi dallo stage al ring, figuriamoci come può essere messo dopo un Legdrop o una Body Slam, o peggio ancora dopo aver subito una Scorpion Deathdrop. Il match non potrà essere costruito su un duello prettamente fisico, questo è chiaro, e quindi l'overbooking della contesa rischia di diventare determinante per uno svolgimento quantomeno accettabile. Un grande, grandissimo punto di domanda che solo il tempo e le decisioni del booking team potranno cancellare.

Concludiamo quindi con la domanda più grande di tutte: Hogan vs Sting si deve fare? Mi sento comunque di rispondere… sì. Sì perché con questo match vedo la fine di un tunnel durato molti mesi e che può concludersi proprio con l'abbandono della TNA da parte di Hogan, oppure con un cambiamento di rotta delle gerarchie della federazione. Sì perché alla fine Hogan e Sting sono due wrestler, e la naturale conclusione di molte storie che li vedono coinvolti è proprio sul ring. Sì perché, in fondo, sono un eterno innamorato del wrestling, e soprattutto di un certo wrestling che quei due hanno vissuto da protagonisti, e quindi non posso negare che rivederli lottare, per quanto siano messi male, vecchi e malconci, mi fa piacere. Sì perché l'aspettativa per Bound For Glory è già alta da sempre, e lo è ancora di più quest'anno. La mia risposta è sì.

..buona TNA a tutti!

15,941FansLike
2,679FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati