Impact Planet #156

Amiche ed amici di Tuttowrestling.com bentornati ad un nuovo appuntamento con il TNA Planet! Ad una settimana da Genesis, pay per view dai molti cambiamenti e dalle molte sorprese, cosa sarà cambiato in quel di Orlando? Scopriamolo insieme, cercando di fare chiarezza su un paio di questioni..

..a partire dai ratings. Quella degli ascolti, ormai lo sappiamo, non è una scienza esatta, ma da essa dipendono molte cose. Dipendono, per citarne alcune a caso, i contratti con le emittenti televisive ed i contratti pubblicitari. Dipende in generale il “peso” dello show nell'oceano delle trasmissioni e dei canali americani. A cascata poi dipendono anche lo sviluppo del prodotto, sia in termini di personaggi che vi partecipano sia in termini di fruibilità “worldwide”. Diciamo che in qualche modo ne dipende anche la qualità di quanto vediamo, anche se il termine qualità può essere interpretato in maniera molto soggettiva. In definitiva diciamo che i ratings sono molto importanti, ed importante, per noi che siamo appassionati di pro-wrestling, che questi indici non cadano a picco per poi faticare nella risalita. Facendo questa piccola premessa, abbiamo scoperto questa settimana che i ratings di Impact, nella puntata post Genesis, hanno fatto registrare un 1.25, con un aumento di 0.9 rispetto alla settimana precedente ma soprattutto con il miglior risultato per Impact dagli show pre e post Bound For Glory (rispettivamente 1.33 ed 1.40), superiori anche al lieve picco avuto a cavallo di Turning Point (1.15 prima ed 1.20 dopo). Risultato di sicuro incoraggiante e di buon auspicio, frutto del lancio che Genesis e l'inaspettato cambio di titolo hanno dato allo show che va in onda su Spike TV. Ma come ogni buon fan con occhio critico, dobbiamo subito guardare al futuro e pensare a cosa la TNA ci ha proposto per far si che i ratings non ritornino nello stallo della normalità.

Abbiamo quindi assistito ad una puntata di Impact degna di generare un seguito altrettanto massiccio? Diciamo che la buona volontà c'è stata tutta, e gli elementi che ci possono invogliare a seguire Impact la settimana prossima ci sono eccome. Parlo ad esempio di:

Jarrett-Angle-Karen: Niente da dire, l'hype per vedere questi tre che si confrontano è alto. Come già dicevo, la gente è incuriosita dal sapere che cosa succede in una storia che, come questa, ha degli elementi reali in uno svolgimento che ovviamente è di finzione. Jarrett rilascia dichiarazioni di quanto siano buoni i rapporti professionali tra lui e Kurt, ma io credo che, verosimilmente, i due non siano esattamente migliori amici. Ad ogni modo è un buono, anzi ottimo modo per tenere occupati due grossi nomi che, altrimenti, non troverebbero spazio nell'attuale già affollatissimo main eventing.

Wrestling lottato: qui non possiamo non citare il re-match tra i Beer Money ed i Motor City Machine Guns. Il match di Genesis, come giustamente detto dal buon Lino Basso nell'Orlando Report, è stato lo show stealer, anche se non ha raggiunto il livello di perfezione della precedente serie inanellata dalle due coppie. Giovedì ad Impact abbiamo assistito ad un'altra riprova che questi quattro possono tranquillamente continuare ad affrontarsi senza tuttavia mai scadere nel retorico o nel già visto. Gli spot divertenti ed in certi casi anche innovativi non sono mancati, insomma: ad Impact lo spettacolo a livello di combattimento non manca. L'unica perplessità è chi mandare contro Storm e Roode ora che i Guns sono stati sconfitti per due volte e che Shelley, stando alle ultime notizie, si è rotto una clavicola combattendo in un house show.

Nuovo campione assoluto: Anderson ha celebrato la sua prima corona mondiale alla sua maniera. Ingresso classico, classica attitudine da Asshole ed un pizzico di cattiveria (per la serie “togliamoci i sassolini dalle scarpe”) nei confronti di chi, “dall'altra parte”, non ha creduto in lui e non lo ha lasciato essere sé stesso, leggasi WWE. Poi si scatena la solita bagarre ed il tutti contro tutti si risolve con la nuova alleanza tra RVD ed Anderson decisi a farla pagare agli Immortal. Tutto bene fin qui, se non per il dispiacere di vedere che l'abulico Van Dam prenda di fatto il posto di un molto più brillante Morgan nel giro del main event. Peccato per il Big Man, che potrà comunque avere un'altra chance nel corso di questo 2011.

Attesa per le prossime settimane: ci saranno altri due re-match, uno di Kazarian contro Lethal per l'X-Division Title, l'altro di Abyss contro Douglas Williams per il Television Title, nelle prossime due settimane; ma la bandierina è posizionata sul 3 febbraio 2011, quella che dalle parti di Orlando stanno già annunciando come la più grande puntata di Impact di sempre. La data in questione segnerà nell'ordine: il re-match tra Mr Anderson e Jeff Hardy con in palio il World Heavyweight Title, il ritorno di Hulk Hogan e l'arrivo dei nuovi.. “They”.

Sembra dunque esserci stato tutto per riconsegnarci uno show più appetibile, molto più interessante ed anche lineare, ovvero fruibile dalla gente comune senza bisogno di cervellotici ragionamenti. Ora non ci resta che aspettare quel 3 febbraio dove, a 10 giorni da Against All Odds, ritorneranno Hulk Hogan e presumibilmente anche Dixie Carter ed arriveranno dei nuovi “They” annunciati da Crimson (il nuovo nome di Little Red) ad Abyss. Di questi due fatti parleremo più approfonditamente nelle prossime settimane, quando avremo maggiori elementi di analisi proprio dalle prossime puntate di Impact. Per quanto riguarda il re-match al titolo maggiore, le possibilità sembrano essere due: se la presenza di Jeff Hardy sarà continuativa e facilitata dalla risoluzione delle sue questioni giudiziarie, presumibilmente il titolo tornerà alla sua vita o al PPV o ad Impact, e gli Immortal avranno finalmente coronato il loro sogno di dominio assoluto della federazione. Se invece la TNA dovrà fare i conti con la defezione momentanea del Charismatic Enigma, allora ad Against All Odds potremmo assistere ad una sfida inedita tra Mr Anderson ed un membro degli Immortal designato da Hogan e Bischoff per riprendersi il titolo. Chi? Attualmente possiamo pensare a Matt Hardy (per vendicare il fratello, ma l'esito del match sarebbe più che scontato), Rob Terry (speriamo di no), AJ Styles (ma purtroppo i tempi del suo recupero sono troppo lunghi) oppure un nuovo ingresso a sorpresa. E quel nuovo ingresso in sostituzione di Hardy potrebbe essere proprio RVD, che si farebbe quindi ammaliare dal fascino degli Immortal ed andrebbe a sfidare Ken Anderson da heel ad Against All Odds. Uno scenario ancora lontano ma affascinante, ed a mio avviso unica strada per rilanciare il personaggio dell'ex ECW e WWE che, al momento, sembra incastrato in un lento ma inesorabile declino.

Anche per questo numero è tutto, appuntamento a giovedì prossimo con le notizie ed i fatti più caldi della settimana. Da parte mia una buona continuazione e soprattutto..

..buona TNA a tutti!

14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

In calo gli ascolti di Dynamite e NXT

Nonostante il dato in calo Dynamite è sempre vittorioso nella Wednesday Night War contro NXT.

Aggiunti tre match alla card di AEW Full Gear

È ufficiale il main event di Full Gear. Inoltre i FTR hanno appreso i nomi dei loro sfidanti ed è stato annunciato un Elite Deletion match.

Importante avvenimento ieri a NXT

Importanti colpi di scena nel main event titolato dell'ultima puntata di NXT.

Charly Caruso afferma che la storyline con Angel Garza si è conclusa

Charly Caruso conferma le voci della fine della sua storyline con Angel Garza

Articoli Correlati