5 Star Frog Splash #187 – Let’s Just Kill Dakota!

Un weekend di wrestling composto da due eventi come NXT Takeover: WarGames e Survivor Series è esattamente quello che ci vuole per riconciliarti, almeno temporaneamente, con il wrestling. Diciamoci la verità: Raw e SmackDown non sono show belli da vedere ormai da mesi e certe volte essere “costretti” a dover vedere cinque ore di wrestling settimanale poco ispirate e che vanno avanti senza un senso è davvero molto pesante. Ovviamente nessuno mi/ci costringe davvero a vedere degli show non belli, ma per parlarne con cognizione di causa è ovviamente la cosa giusta da fare… e diciamoci la verità, se NXT non fosse mai esistito probabilmente io avrei smesso di seguire la WWE molto tempo fa. Ma fortunatamente NXT esiste e non è un caso che il bel weekend di wrestling che ci siamo appena goduti sia stato fortemente caratterizzato dal brand giallo. Takeover: WarGames è stato un evento fenomenale, con due match fantastici separati da altri due assolutamente godibili. Survivor Series è il PPV dell'anno WWE. Con buona pace delle solite decisioni discutibili di cui la WWE si rende costantemente protagonista, credo che possiamo dire senza ombra di dubbio che non ci sia paragone alcuno con gli altri PPV di quello che una volta era conosciuto come main roster. Bando alle introduzioni inutili: per una volta non mi farò schemi eccessivi ma semplicemente parlerò a ruota libera di Takeover e delle Series, dicendo tutto quello che mi verrà in mente.

Cominciamo dal match che probabilmente ha più fatto parlare di sé nel weekend appena trascorso: il WarGames femminile. Premessa: come ho già detto, per quanto mi riguarda il match è stato fenomenale, soprattutto per merito di due forze della natura rispondenti al nome di Rhea Ripley e Candice LeRae. Questo non vuol dire che io abbia condiviso tutte le scelte di booking di questo match, anzi ce ne sono prevalentemente due che ho trovato dei grossi errori. La prima nonché la più macroscopica: il turn di Dakota Kai. E non sono d'accordo né con la decisione di aver fatto avvenire il turn in sé, né per com'è avvenuto. Il motivo è presto detto: turnandola l'hai semplicemente uccisa. Sicuramente molti non saranno d'accordo con questa mia affermazione, ma vi spiego subito le mie motivazioni. Il turn di Dakota significa aver cancellato con un colpo di spugna tutta la storia della ragazza dai suoi esordi a ora, la storyline che l'ha vista vittima costante di Shayna Baszler, la sua assenza dalle scene dovuta all'infortunio al ginocchio e che avrebbe dovuto rilanciarla. Non è stato così, come ho già detto nel mio editoriale di due settimane fa, a causa di un writing miope (cosa assolutamente strana per gli standard di NXT). Prima del suo infortunio la si stava costruendo come colei che, a forza di prenderle da Shayna ed essere sua vittima, si sarebbe infine ribellata per poi diventare NXT Women's Champion. Invece adesso cos'hai? Hai un'altra heel di livello medio che viene buttata nel calderone delle Bianca Belair e Io Shirai, altre due face passate heel dopo essere state sconfitte da Shayna Baszler. Con tre persone che hanno tutti i motivi per avercela con lei, ovvero Mia Yim, Tegan Nox e Rhea Ripley. Fermo restando che, con tutto il bene che voglio a Dakota Kai, non credo che potrà trovare mai sbocchi effettivi come heel in un roster come quello di NXT.

Veniamo ora al modo in cui Dakota ha turnato. Ha attaccato Mia Yim e l'ha lasciata KO nel backstage, nonostante un paio di settimane prima le aveva detto che non portava rancore nei suoi confronti. E fin lì ci può anche stare. Poi ha attaccato Tegan Nox. E questa, perdonatemi, ma è proprio una fesseria. Ero stato il primo a sottolineare che quando Dakota era stata fatta fuori dal Team Ripley Tegan non aveva fatto granché per difenderla o per consolarla. Ma stiamo parlando della sua tag team partner da anni, della sua migliore amica (e questo termine negli ultimi tempi è decisamente troppo abusato), che lei prende e attacca, senza motivo. E non solo, le schianta il ginocchio operato nella gabbia per un numero infinito di volte strappandole anche il tutore di dosso. Alla sua migliore amica. Dopo che lei stessa è praticamente appena tornata dallo stesso infortunio al ginocchio. E il tutto perché, perché era stata estromessa dal Team Ripley? Cosa assolutamente legittima, a conti fatti, considerato che almeno Mia Yim qualche vittoria di valore a NXT l'ha ottenuta, ha lottato per l'NXT Women's Title e almeno non sembra succube di Shayna Baszler, cosa che Dakota sembra tutt'ora. Quindi per vendicarsi di essere stata fatta fuori dal team fa fuori mezzo team tra cui la sua migliore amica. Chiaro no? D'altronde mica era stata bullizzata per anni dalla Baszler, ha perfettamente senso che tutta questa aggressività la sfoghi contro una innocente Tegan Nox. E questo porta alla seconda scelta di booking che non mi è piaciuta: che figura ci fanno quattro wrestler a essere battute da due? E sono combattuto su questa critica eh, perché sono il primo ad ammettere che il booking del match è stato fatto in modo eccellente e che Rhea e Candice sono riuscite a fare in modo che il tutto sembrasse verosimile. Ma Candice a un certo punto gestiva insieme Io Shirai, Bianca Belair e Kay Lee Ray… non proprio qualcosa di facile da credere. Ci è riuscita perché, diciamocelo, Candice LeRae è un fenomeno ed è ora che qualcuno lo notasse. Anche il finale del match con la Ripley e la Baszler è perfetto. E penso ci siano ormai pochi dubbi sul fatto che sarà proprio The Nightmare colei che toglierà la cintura dalla vita di Shayna.

Altre note sparse da Takeover: Finn Balor heel continua a non piacermi e non vedo tutta questa differenza rispetto al Balor face, ottimo il Triple Threat tra Dunne, Priest e Dain (peccato per quest'ultimo che sembrava fuori posto a volte, non hanno fatto un gran lavoro per inserirlo appropriatamente nella storyline), il pop che si prende Kevin Owens quando esce vale da solo il prezzo del biglietto, gli otto uomini sul ring nel main event sono tutti dei fottuti fenomeni ma Tommaso Ciampa un po' più degli altri.

Passando a Survivor Series, tanto di cappello a chi ha bookato il match a eliminazione femminile. Ero convintissimo che sarebbe durato pochissimo, con eliminazioni lampo in rapida successione per tagliare al minimo il tempo da dedicare a un match con quindici donne al suo interno. In altri tempi almeno una decina di loro avrebbero salutato il match dopo pochi secondi, con Sarah Logan, Dana Brooke, Carmella e Toni Storm (che il pubblico mainstream non conosce… almeno secondo la WWE) probabilmente fatte fuori nel giro del primo minuto. E invece chi si aspettava che ognuna avesse il suo momento per brillare? Bianca Belair ha fatto un figurone, le wrestler che dovevano essere protette lo sono state (Charlotte Flair che perde per il battibecco con Asuka e il mist di quest'ultima, la stessa Asuka che se ne torna nel backstage di sua iniziativa, Sasha Banks che perde solo per il ritorno di Candice e Io), Rhea Ripley ha avuto il tempo di dimostrare ancora una volta che fenomeno sia. E questa giovane donna, come rimarcato da Triple H almeno quindici volte dopo Takeover, ha solo 23 anni. Roba da matti. Buono anche il match equivalente maschile, anche se ci sono state più scelte discutibili della controparte femminile. WALTER eliminato per primo in un modo decisamente ridicolo, per esempio. Che bisogno c'era? E francamente non c'era bisogno nemmeno di tutta quella sequenza di ripetute finisher che hanno portato ad altrettante eliminazioni, ma purtroppo la WWE ha i suoi feticismi e dobbiamo accettarlo. Kevin Owens è stato eliminato dopo aver subito in totale UNA mossa, il Draping DDT di Ciampa con cui lo ha eliminato. Ma diciamo che il tutto viene salvato dalla fase finale in cui restano gli ultimi quattro, con Ciampa megaprotetto ed eliminato solo dalla combinazione di Rollins e Reigns, Keith Lee che schiena Rollins pulitissimo (!!!) per poi essere eliminato da Reigns in modo assolutamente legittimo. E Keith Lee è un altro di cui sentiremo parlare molto.

Sui match titolati: faccio mio il tweet di Britt Baker di lunedì in cui chiedeva “Conoscete qualche wrestler che lavori più duramente di Adam Cole?”. Fenomeno vero e con lui anche Pete Dunne, quei due se le sono date di santa ragione per un tempo giusto ed entrambi sono venuti fuori da quel match come delle Superstar. Chi l'avrebbe mai detto che la WWE mi facesse pensare “Oddio, Rey Mysterio vince il titolo!” in un match contro Brock Lesnar? Bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare: se la sono giocata benissimo. E il match non è stato nemmeno insopportabile come sono di solito i match di Lesnar. The Fiend vs Bryan altro match durato il giusto, che non ha marcato troppo sul fatto che The Fiend sia invincibile come successo in modo insopportabile contro Rollins (Bryan il suo conto di due sul Busaiku Knee se l'è preso), che ha rimesso chiaramente Bryan sulla strada della sua definitiva riaffermazione come face e della sua riappropriazione dello Yes Movement e che ha dato una vittoria di prestigio a The Fiend. Solo un appunto: se intendete tenere The Fiend heel fate qualcosa perché se lo continuate a bookare così a breve sarà face a furor di popolo.

Per chiudere parliamo un attimo della vittoria di NXT alle Series, cosa che si aspettavano solo quelli che hanno scritto lo show probabilmente. Punto preso facile con la vittoria di Lio Rush contro Akira Tozawa e Kalisto che non avevano alcuna speranza, seguito dal raddoppio con la vittoria del team femminile che era forse il punto che tutti ci aspettavamo. Poi vittorie assolutamente inaspettate di Roderick Strong e Shayna Baszler. La vittoria di Strong io l'avevo esclusa a priori perché convinto che volessero far risaltare Raw e SmackDown, ma a conti fatti né AJ Styles né Shinsuke Nakamura sono così imbattibili in questo momento… e sto usando un eufemismo. E infatti Styles ha perso il suo titolo contro Rey Mysterio a Raw e Nakamura è un campione di cartone portato avanti da Sami Zayn che vorrei sapere per quanto continuerà a essere la parodia di se stesso invece di stare dove dovrebbe stare: su un ring. Se nel main roster sono troppo incapaci per utilizzarlo lo rispedissero a NXT, sono sicuro che Triple H un mezzo piano per lui ce l'abbia. Per quanto riguarda la Baszler, ero convintissimo che la vittoria se la sarebbe presa Becky Lynch. E invece l'hanno data a Shayna, anche se Becky il suo momento di gloria finale se l'è preso. Probabilmente volevano riabilitarla per la sconfitta e il pin che si è presa la sera prima, probabilmente volevano preparare il futuro Becky vs Shayna. Fatto sta che anche qui sono costretto ad ammettere che hanno fatto le cose nel modo giusto. Senza contare che non hanno dato il punto a Raw perché probabilmente avevano già deciso che il tema della puntata della sera dopo sarebbe stata la sconfitta totale del roster. Sì lo so, sono decisamente troppo ottimista… però quanti di voi si sarebbero aspettati di vedere NXT stracciare i due brand considerati principali?

P.S.: il turn di Seth Rollins… ERA ORA. D'altronde se uno è fermamente convinto di essere il migliore del mondo e va in giro a vantarsene, sia dal vivo che scrivendo minchiate su Twitter, mi sembra giusto che sia heel e si prenda una Stunner PIÙ CHE LEGITTIMA da Kevin Owens.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
14,786FansLike
2,614FollowersFollow

Ultime Notizie

E’ morto Road Warrior Animal

E' morto Road Warrior Animal, leggenda del tag team insieme al compagno Hawk. Aveva 60 anni

Nessun adeguamento contrattuale per i nuovi del main roster

Quasi nessun atleta chiamato recentemente da NXT nel main roster ha ricevuto un adeguamento contrattuale: vale anche per la Retribution e Keith Lee.

Late Night Dynamite 22/09/2020, risultati dello show

Risultati di "Late Night Dynamite 22/09/2020". Brandi Rhodes cerca vendetta su Anna Jay, Matt Sydal vs Shawn Spears nel main event.

Tenille Dashwood: «Sono felice di restare ad IMPACT»

Tenille Dashwood ha rivelato di essere felice e di non voler lasciare IMPACT Wrestling, con cui ha un contratto d'esclusiva e ancora lontano dalla scadenza.

Articoli Correlati