5 Star Frog Splash #181 – Irrelevance

La WWE è in un momento curioso. Non stiamo parlando della stessa compagnia che era qualche mese fa, quando il pericolo AEW non era ancora così concreto e vicino e Raw e SmackDown erano due show semplicemente inguardabili. Non parliamo della stessa compagnia che, pur partendo da un potenziale sulla carta elevatissimo, è stata capace di proporre un'edizione di Wrestlemania a malapena sufficiente, rovinando un main event che si scriveva da solo e gettando alle ortiche occasioni su occasioni. Parliamo di una compagnia diversa, che da qualche mese, da qualche settimana cerca di utilizzare meglio i propri talenti e di creare qualcosa di nuovo. Cerca incredibilmente anche di proporne di nuovi, considerato che gente come Cedric Alexander e Buddy Murphy una volta usciti da 205 Live erano stati messi in naftalina e spediti nell'ignoto, in attesa del consueto brass ring da afferrare che non arriva mai. A mancare ancora platealmente è la direzione creativa, di cui stiamo vedendo alcuni sprazzi qua e là ma che non bastano ancora. E per assurdo sono le storyline principali a pagare dazio maggiormente, poiché la sensazione che il tutto navighi a vista è sempre lì. Ed è il motivo principale per cui Seth Rollins e Becky Lynch continuano in quest'altalena di storyline e direzioni che non consentono loro di esplodere. Ma vediamo più in dettaglio che sta accadendo in queste settimane, tra eventi positivi e negativi.

Il campione del mondo della compagnia che diventa anche campione di coppia è uno dei grandi feticci della WWE, che di tanto in tanto ripropone questa storyline. Peccato che non serva a niente, che non porti nulla al campione e che nel 99% dei casi affossi completamente la divisione tag team. Come in questo caso ad esempio, considerando che a Clash of Champions si affronteranno due coppie che fino a tre settimane nemmeno esistevano. E che dopo il PPV probabilmente nemmeno esisteranno: esemplare il caso dei Roodolph (grazie al podcast di Edge & Christian per il nome geniale), due tizi che non hanno nulla in comune, messi insieme a caso, uno che non appariva in tv da mesi e l'altro che alternava exploit a figuracce su base stabile. Un team messo insieme appositamente per Clash of Champions, probabilmente per non sacrificare un tag team affermato sull'altare di Rollins e Strowman. Peccato che questo non giustifichi mettere le cinture alla vita di questi ultimi e mandare al diavolo un'intera divisione. Io credo che l'intenzione sia quella di infilare l'OC in entrambi i match titolati del PPV facendoli diventare dei Triple Threat match, facendo rivincere i titoli di coppia a Gallows e Anderson e inserendo AJ Styles nel match per lo Universal Title dato che la rivalità tra Rollins e Strowman stenta a decollare, per usare un eufemismo. Il match, poi, dovrà necessariamente portare alla conclusione della faida, considerando che The Fiend ha sfidato lo Universal Champion, chiunque sia, a un Hell in a Cell match al PPV omonimo… e di questa mossa a dir poco rivedibile ne parleremo nelle prossime settimane.

Situazione donne. Cominciamo con la novità più recente e succosa: il turn heel di Bayley. Ha un senso? No. Ha rovinato completamente il personaggio di Bayley che finalmente era passato oltre la dimensione da cretina abbracciatutti degli ultimi anni e stava guadagnando status e seguito? Sì. C'era bisogno di intrecciare nuovamente i destini di Raw e SmackDown che si stavano finalmente separando un po'? No. Potrei continuare a fare domande retoriche ancora per un bel po', fatto sta che non ho capito quello che hanno intenzione di fare con Bayley dato che la storia è “Ti senti messa in secondo piano da Sasha?” “Ti faccio vedere io chi è in secondo piano!” -> Alleanza tra Sasha e Bayley. La domanda è… perché? Becky vs Sasha e Bayley vs Charlotte erano due storyline parallele, che vedevano FINALMENTE quattro contendenti capaci di stare su un ring impegnate nei match principali della compagnia. E che stavano procedendo speditamente, nonostante l'immancabile effetto di già visto per l'ennesimo Bayley vs Charlotte. Ora qual è il senso di stravolgere tutto per il puro gusto di farlo? Continuando peraltro a ridimensionare il character di Becky che non ha più nulla del “badass” che terrorizzava e prendeva in ostaggio la compagnia mesi fa? La risposta temo sia nessuna, anche perché come al solito in WWE pensano che spiegare le cose sia qualcosa di facoltativo e che possano benissimo non farlo. Hanno fatto così anche con Bayley, considerando che non vedo motivazione alcuna per cui Bayley avrebbe dovuto turnare. Boh, vediamo che succede.

Ma parliamo del King of the Ring, la cui gestione è stata quantomeno strana. Innanzitutto va fatto un plauso a questo King of the Ring per due motivi: per l'importanza data all'evento, dato che non sembra il solito torneo dall'importanza nulla che era stato nelle ultime edizioni, e per la gestione dei vari talenti, considerando che i match disputati nelle ultime settimane sono stati tutti piuttosto lunghi e hanno dato a tutti i wrestler coinvolti la capacità di mettersi in mostra. Ma se ci sono due ragioni per lodare il torneo, io ne vedo due anche per criticarlo un po'. La prima è la gestione un po' monotematica dei match di questa settimana, considerato che Cedric Alexander, Ricochet e Ali hanno tutti subito un infortunio durante i loro match che è stato poi causa della loro non qualificazione (sebbene Ricochet abbia un'altra possibilità la settimana prossima e l'infortunio di Alexander sia stato spiegato… ma non giustificato considerando che anche qui non esiste una sola ragione per cui l'OC avrebbe dovuto attaccare un wrestler con il quale non avevano mai interagito fino al minuto prima. E poi… stiamo veramente avviandoci verso Chad Gable King of the Ring? A me la cosa in generale non dispiace, ma la critica che muovo è sempre la stessa: non c'è una storia. Pushare Gable e dargli un'utilità va benissimo, considerati il carisma e le potenzialità dell'ex membro degli American Alpha nonché il modo criminale in cui è stato trattato negli ultimi anni. Ma devi costruirmi una storia che lo porti avanti, altrimenti risulta abbastanza ridicolo che batta così un Andrade. Nella finale del tabellone di SmackDown affronterà un sacrificabilissimo Elias (perché Elias in finale no eh, non fatemi ridere), mentre l'altra semifinale presumibilmente vedrà un Joe prevalere su Corbin considerate le interazioni tra Joe e Gable a SmackDown per costruire una loro probabile finale. E in questo modo si può eliminare Ricochet dal torneo senza schienarlo… anche se io onestamente il torneo lo avrei fatto vincere a lui.

Di cos'altro parlare in vista di Clash of Champions? Lo scenario per il WWE Title è sempre lo stesso, stanno ripetendo in loop le stesse cose. E se due settimane fa avevo risparmiato critiche alla storyline perché finalmente Kingston si era preso una piccola rivincita su Orton, adesso il New Day è decimato e privo sia di Woods che di Big E (che tra dieci giorni dovranno comunque difendere i loro titoli contro i The Revival) mentre Kingston continua a prendere batoste da Orton. Sempre difeso la gestione Kingston finora, ma questa seconda parte della rivalità con Orton è veramente… stupida, giusto per usare un aggettivo a caso. Avrebbero potuto fare molto meglio considerando che i due hanno una storyline decennale, toccando temi molto più complessi di Orton che passa il suo tempo a dare dello stupido a Kofi (a ragione tra l'altro, considerando che sono settimane che lo mena). Fortunatamente sta per finire.

Piccolo appunto finale su Roman Reigns, di cui credo di non parlare da mesi: ma è mai possibile che la WWE non riesca a fare pace con il cervello e a gestirlo come si deve? Tutta la storyline in cui è coinvolto è semplicemente ridicola, lo è stata fin dal principio. Non scendiamo nei particolari della trama perché mi annoia il solo pensiero di farlo, ma è mai possibile che un multicampione mondiale che se l'è vista con Brock Lesnar debba avere paura di Erick Rowan? Ed è mai possibile che ogni volta Reigns debba essere completamente distrutto dall'heel di turno senza riuscire mai a reagire? Lo facevano mettendolo nel main event ed era il motivo per cui era fischiatissimo e malvisto dal pubblico, adesso lo fanno nel midcarding e pensano che la cosa sia accettabile? Non lo è, semplicemente rende Reigns irrilevante. Era un main eventer, adesso sembra uno dei tanti. È mai possibile che non si sia in grado di gestirlo in modo accettabile?

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati