5 Star Frog Splash #153 – Back To Hell No!

E io che che due settimane fa ci scherzavo pure sul fatto che la WWE stesse stalkerando Kane per un potenziale ritorno del Team Hell No contro i Bludgeon Brothers. Starò acquistando doti divinatorie forse. O più probabilmente era abbastanza ovvio che la cosa sarebbe andata a parare così. Non mi è dispiaciuto però il ritorno della strana coppia per eccellenza, un po' perché ormai Kane è a fine carriera e quindi fa piacere vederlo ancora sul ring, un po' perché probabilmente si tratta di una situazione da “ora o mai più” con il Big Red Monster che corre per diventare sindaco e Daniel Bryan che si spera stia “scaldando i motori” per tornare in dimensioni che gli competano maggiormente. Ci tornerà? Sì, no, boh. Se molto di quello che accade nel main roster WWE è spesso un'incognita, con Bryan la situazione è ancora più confusa perché non si sa mai cosa abbiano in serbo per lui. Ma soprattutto quali siano le intenzioni della WWE in seguito al suo ritorno. Gli hanno finalmente consentito di tornare a lottare solo per farlo contento, fargli rinnovare il contratto e tenerlo lontano da altre compagnie potenzialmente pericolose? Vogliono tenerlo lì come tappabuchi, “jobber to the stars”, campione secondario occasionale? O vogliono riportarlo sul tetto della WWE, dove meritava e merita ancora di stare? Alcune cose che sto notando nell'ultimo periodo, devo dire la verità, mi fanno propendere per l'ultima opzione. Tutto sta nel capire se questi segnali siano veritieri o solo un'illusione. Io voglio crederci, anche perché penso che avere uno come Bryan nel main roster e non utilizzarlo a dovere sia un crimine. Vedremo se il tempo mi darà ragione.

In tutto questo Extreme Rules si intravede ormai all'orizzonte e la strada verso il PPV di luglio sembra ormai tracciata. Una strada molto diversa rispetto a quella paventata appena due settimane fa, quando sembrava che ci sarebbe stato un match a più uomini per decretare il nuovo sfidante di Brock Lesnar (spoiler: Roman wins). E invece è successo quello che succede ormai da diversi anni a questa parte, ovvero che la WWE si fa tenere deliberatamente in ostaggio da Brock Lesnar che è libero a sua volta di tenere in ostaggio quello che dovrebbe essere il titolo mondiale di Raw, senza difenderlo ormai da quanto, due mesi? E senza che sia in programma, nemmeno per Summerslam a quanto pare, una sua difesa titolata. Ma lasciamo perdere, il discorso Lesnar è intricato e sinceramente parlarne è abbastanza inutile perché è difficile prevedere cosa potrà accadere. Il nuovo scontro al vertice dello show rosso è Roman Reigns vs Bobby Lashley, una lotta armata tra un ex posterboy che non ce l'ha fatta e un posterboy attuale che non ce la sta facendo. E sarebbe pure uno scontro interessante se la faida non si svolgesse non solo in un'atmosfera assolutamente estraniante (ne hanno parlato bene al Wrestling Cafe: Lashley che va a dire a quello che dovrebbe essere il top babyface che nessuno lo ama per venire accolto da un'ovazione è una cosa assolutamente impensabile in una compagnia “normale”), ma soprattutto in una situazione di indifferenza evidente. Anche perché chi è il face tra i due? Reigns che non ha spirito di sacrificio, fa i capricci per fare tutto da solo e fa il bullo sul ring? Lashley che lo abbandona a se stesso e se ne sbatte se i The Revival lo massacrano? I personaggi sopra le righe a là Attitude Era sono belli e affascinanti, non c'è che dire, ma una cosa è certa: il pubblico deve avere qualcuno per cui tifare. Qui Reigns è odiato e Lashley è ignorato e la WWE nemmeno si accorge che qualcosa non va.

E dire che ce lo avrebbero il megababyface che volendo potrebbero inserire nell'equazione e rendere le cose più semplici a tutti, Reigns e Lashley in primis. Parlo ovviamente di Seth Rollins, il quale è stato privato del titolo Intercontinentale dalla compagnia (probabilmente perché avevano in mente di inserirlo nel match a più uomini che poi sono stati costretti a cancellare – e questo la dice lunga sulla programmazione degli ultimi 30 secondi della WWE) ma che continua a gravitare intorno al titolo come se la faida con Ziggler fosse la cosa più importante del mondo al momento per The Architect. Che sarebbe pure una cosa buona e giusta in un mondo perfetto in cui anche i titoli secondari hanno una loro rilevanza, ma il fatto è che annunciare dal nulla un Iron Man match è sbagliato in qualsiasi modo la si veda. Sarebbe potuta essere la cosa più intelligente da fare? Certo, sarebbe stato fantastico SE avessero dato al match la giusta motivazione. Il personaggio di Rollins al momento non è altri che lo Ziggler dei tempi moderni: uno che può lottare anche tutta la notte e che nonostante tutto l'ha vinta grazie alle sue abilità e al suo cuore. Se mi vendi questa cosa PRIMA di annunciare il match e soprattutto dai a Rollins una vittoria su Ziggler, in modo da farli stare sullo stesso piano, ecco che l'Iron Man match diventa la scelta più intelligente da fare. Non basta invece annunciarlo il lunedì pomeriggio sui social con Rollins e Ziggler che devono correre ai ripari e cercare di dare il giusto contesto al match. Fatto sta che vedremo un match probabilmente straordinario a Extreme Rules e ci possiamo accontentare di questo per il momento. Non mi dispiacerebbe nemmeno che percorressero la famosa “extra mile” e dessero al match anche la stipulazione di No DQ, tanto è dall'inizio che la faida tra i due si basa sulle interferenze di McIntyre e sugli schienamenti illeciti, a questo punto andiamo fino in fondo.

Qualcuno mi spiega cosa sta succedendo tra Braun Strowman e Kevin Owens? No davvero, vi prego, scrivetemi nei commenti che senso ha questa faida perché io vi giuro che non lo capisco. Vogliono tenerli impegnati, non avevano piani particolarmente esaltanti per nessuno dei due e hanno deciso di metterli l'uno contro l'altro, mi sta bene. Ma che senso ha il fatto che Strowman sia diventato lo stalker di Owens? Che senso ha che la settimana scorsa abbia chiesto a Kurt Angle di metterlo in tag con lui e che, dopo che i due avevano VINTO il loro match, seppur per count out, Strowman sia partito alla carica per menarlo? E la scena si è ripetuta anche questa settimana, praticamente. Mi sembra una faida alla perenne ricerca del cheap pop da parte del pubblico, che ama Strowman e il suo atteggiamento e quindi risolvono la cosa facendogli massacrare la gente random. Solo che poi alla fine tutto questo dove vuole arrivare? Potrebbe avere un senso solo se volessero turnare Kevin Owens face, ma la cosa non rispecchia l'atteggiamento attuale di Kevin Owens. Senza contare che non solo al momento sarebbe impossibile turnare Strowman heel considerando che più Strowman rompe tutto e massacra gente più viene tifato, ma che poi la faida dovrebbe vincerla Owens, cosa che non è assolutamente nei piani della WWE. Quindi qualcuno mi spiega dove vogliono arrivare? A Strowman che massacra Owens anche in PPV ottenendo una vittoria “definitiva”, come se questa fosse mai stata in dubbio? Perché non so cos'altro pensare.

Capitolo donne: abbiamo al momento quattro faide in corso tra Raw e SmackDown. Alexa Bliss vs Nia Jax (con Ronda Rousey che osserva da lontano), Sasha Banks vs Bayley (sempre se la si possa definire una faida), Carmella vs Asuka e Becky Lynch vs The IIconics. Noiosa la rivalità per il titolo femminile di Raw, storia già vista con gli stessi personaggi e interpreti di sempre. Anche qui non si sa per chi si dovrebbe tifare considerando che Alexa è heel e Nia Jax cambia schieramento a là Big Show dei bei tempi. Sasha vs Bayley è un'altra rivalità per me impossibile da comprendere: il fatto che siano andate in terapia a cosa dovrebbe portare, al Team Hugging Bosses? Peccato che non esistano titoli di coppia femminili a Raw, altrimenti sarebbe stato perfetto. Io tifo sempre per le storie, ma in questo caso la soluzione è una sola: match più sanguinoso possibile a Extreme Rules, una delle due vince massacrando l'altra con riappacificazione, abbraccio finale e ognuno che va per la sua strada. Anche perché sono mesi se non anni che continuano a calpestarsi i piedi a vicenda, quanto ancora può essere rimandato il loro match? Carmella vs Asuka no comment, Carmella con Ellsworth invece che fare passi avanti ne ha fatti all'indietro, tornando la stessa Carmella che era appena dopo aver vinto la valigetta un anno fa. E infine c'è Becky, che più che andare contro le IIconics sembra sia in faida con il mondo intero per riconquistare il titolo femminile. Una storia, miraggio a dir poco incredibile in quel di SmackDown Live. Sempre stato convinto che Becky se la giochi con Sasha come miglior wrestler femminile del roster nel complesso, quindi ben venga un suo ritorno sul tetto del mondo. La faida con Carmella (ed Ellsworth) la aspetta una volta che la distruzione di Asuka sarà completa.

Terminiamo questa serie di pensieri sparsi sulle varie situazioni nei due roster con quel che accade intorno ai Raw Tag Team Titles. Non so dove vogliano portare questa faida e la cosa mi spaventa, perché secondo me l'idea di dare i titoli al B-Team gli è venuta. Non rigetto a priori l'idea di una faida del genere che potrebbe anche essere carina – Axel e Dallas sono stati effettivamente bravi a dare quasi un senso alla loro trasformazione da jobber senza speranze a #1 contender ai titoli di coppia e le loro imitazioni dei Deleater of Worlds sono fantastiche, Dallas che imita il fratello mi fa morire ogni volta. Però Matt Hardy e Bray Wyatt sono personaggi che dovrebbero avere una caratura irraggiungibile rispetto al B-Team. Il primo è una leggenda, il secondo un ex campione mondiale (anche se forse non se lo ricorda nemmeno lui), far schienare Matt Hardy da Curtis Axel per due settimane consecutive non mi sembra l'idea più intelligente del mondo. A questo punto auspico che sia un +1 per i campioni, in attesa di faide di livello più alto e di contese più importanti. Ammesso che perdere i titoli contro gli Authors of Pain possa essere definita una faida di livello più alto o una contesa più importante.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,941FansLike
2,606FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati