BET ON HIM #117 – L’ULTIMO TANGO DI NXT, TAKEOVER 36

Ciao a tutti amici e soprattutto amiche di Tuttowrestling.com e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata al futuro del business. Siamo nel mezzo di una settimana ricchissima di eventi per quel che riguarda il mondo del wrestling. Una settimana, tra l’altro, decisamente interessante e che, sicuramente, farà parlare per molto molto tempo. Fra le altre cose, emerge AEW Rampage che, dopo il debutto con successo della scorsa settimana, dovrebbe essere il “teatro” del ritorno nel mondo del wrestling di CM Punk. Senza dimenticare che siamo nella settimana di Summerslam, l’evento più caldo dell’estate per quel che riguarda la WWE. Con Summerslam arriva anche una nuova edizione di Takeover. Un Takeover che arriva, però, con uno spirito completamente diverso dal solito.

THE END OF NXT AS WE KNOW IT

Un Takeover che accogliamo certamente con un filo di tristezza. L’impressione è che questo sia “l’ultimo Tango” di NXT nella versione che conosciamo e che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Non mi soffermerò molto sulla questione visto che i miei colleghi hanno ampiamente discusso l’argomento. NXT si prepara ad un cambiamento radicale del prodotto con Vince McMahon e soci che hanno “bocciato” definitivamente il prodotto creato da Triple H. La colpa? Aver fallito contro la AEW, come se la decisione di contrapporre NXT alla AEW fosse stata di Triple H o dei wrestler che fanno parte del poster. Un roster di altissimo livello ma gestito, purtroppo, non in maniera eccellente per colpe, a mio avviso, solo in parte di Hunter e soci.

NXT è da sempre stata l’alternativa al main roster, il programma WWE che strizzava l’occhio al pubblico smart e che ha mostrato per anni il miglior wrestling (NJPW a parte), fino all’avvento della AEW. Le colpe sono molteplici ma tutte, a mio avviso, ricadono su chi ha voluto che NXT andasse testa a testa con la AEW (pur affermando di non ritenerla competizione), e di chi ha sempre maltrattato il wrestler NXT una volta arrivati nel main roster. Salvo rare eccezioni sia ben chiaro. Se istruisci il tuo pubblico che i wrestler di NXT non sono all’altezza del main roster, il pubblico alla distanza finisce per non appassionarsi a gente che sa che a Raw o Smackdown fallirà. La colpa non è di Triple H o dei suoi collaboratori e questo è un dato di fatto.

ALTERNATIVE NO MORE

NXT si prepara a tornare territorio di sviluppo. Non più grossi nomi dalle Indies acquistati e resi parte del roster. Non più “Midgets” ma i classici prototipi WWE: grandi grossi e con potenziale nel diventare delle star da box office. Domanda: è davvero impossibile rendere personaggi non grandi e grossi delle star da box office?  Penso a Daniel Bryan, penso a CM Punk ma basti anche solo pensare a Shawn Michaels e Bret Hart. Gente non enorme fisicamente ma che con le loro qualità sono diventati personaggi di primo livello nel mondo del business. Tutto dipende dalle qualità e, ovviamente, dalla gestione che si fa di un personaggio. La WWE è stata incapace di gestire qualsiasi tipo di personaggio. Persino quelli sul quale puntavano realmente. C’è voluto il tanto auspicato turn heel per elevare definitivamente Roman Reigns, tanto per fare un esempio. 

La WWE, nello specifico, Vince McMahon ha colpe enormi sul fallimento di NXT a mio avviso. Pur non essendone direttamente coinvolto, le scelte che lo hanno riguardato di riflesso non hanno fatto che danneggiare il roster giallonero. La conseguenza è che, mentre la AEW continua a crescere e rafforzare le sue alleanze fuori dal suolo stelle e strisce, fornendo davvero quell’alternativa del quale il pubblico ha voglia, la WWE torni nuovamente al passato, come se il passato fosse la risposta e non ci si accorgesse di quello che, nel frattempo sta succedendo nel business e le esigenze/il cambiamento del pubblico del wrestling. Se è vero che il wrestling è anche intrattenimento, la AEW sta dimostrando che con idee valide l’intrattenimento può sposarsi alla perfezione con il grande wrestling lottato. Grande wrestling lottato che, sicuramente vedremo in quel di Takeover. Il canto del cigno di NXT…

RAQUEL GONZALEZ VS DAKOTA KAI

Iniziamo i classici pronostici pre-Takeover con il match valido per il titolo femminile di NXT. Nella più classica delle rivalità ex-amiche ora rivali, Raque Gonzalez difende la cintura di campionessa di NXT dall’assalto di Dakota Kai. Rivalità molto semplice a livello concettuale: dopo averla fatta “debuttare” nel roster come sua bodyguard, Dakota Kai si è vista sorpassata nelle gerarchie da Raquel che è riuscita addirittura a vincere un titolo che lei non ha mai conquistato, scatenandone la gelosia. Una storyline piuttosto ben costruita anche se mi ha dato l’impressione che lo spalti sia avvenuto in maniera un po’ “out of nowhere”. Si poteva aspettare un filino di più o comunque dare maggiori avvisaglie prima (anche se qualcosa si è fatto). La mia impressione è che si sia arrivati al ridosso di Takeover con non più molto tempo per costruire la rivalità.

Sfida comunque interessante. Dakota Kai è una buona lottatrice e Raquel è cresciuta moltissimo negli ultimi mesi come detto in più occasioni. Sul risultato sono abbastanza incerto. Gonzalez non sta facendo male con il titolo però dall’altro lato c’è Kai che ha già perso diversi treni. Perdere anche questo significherebbe tagliarla fuori automaticamente dal top della divisione femminile. C’è però la variabile main roster con l’australiana molto spesso nel backstage di Raw e lottando a Main Event (perdendo con Aliyah, ma questa è un’altra storia). Tutto fa pensare a Dakota nel main roster ma, di questi tempi chi può garantire per i talenti NXT?

Tra l’altro questa faida ha spostato definitivamente Raquel tra le file dei face il che potrebbe aprire ad una prossima rivalità con Franky Monet. In attesa di capire anche le intenzioni di Mandy Rose nel brand giallonero. Vado con Gonzalez ma una vittoria di Kai mi renderebbe molto felice, essendo un ammiratore dell’atleta australiana.

LA KNIGHT VS CAMERON GRIMES

Si dovrebbe concludere qui anche la faida tra LA Knight e Cameron Grimes con Ted DiBiase al fianco di quest’ultimo. Il match è valido per il Million Dollar Championship con, se Grimes perdesse, DiBase che diventerà il maggiordomo di Knight. La faida è stata interessante, servita principalmente per elevare e cambiare status all’ex Trevor Lee passato tra le fila dei face. Considerando i match precedenti è possibile che questa volta ad avere la meglio sia proprio Cameron Grimes. D’altronde trovo difficile che Ted DiBiase vada a svolgere il ruolo di maggiordomo seppur lo scenario potrebbe essere godibile.

Il match in sé non mi da molta fiducia sul piano del lottato. Grimes è un ottimo personaggio ed un ottimo atleta ma l’ex Eli Drake è quello che è sul ring. Certamente a livello tecnico non mi aspetto grandi cose ma probabilmente a livello di storytelling potrebbe dire cose interessanti. Sembra sia arrivato il momento di consacrare definitivamente Grimes. Qualche dubbio sul futuro del titolo al di là di questa faida tra i due atleti e sarà interessante vedere il post-Takeover per capire cosa succederà e quale futuro sia per Grimes che per Knight. Spero non si continui ovviamente. La faida, a mio avviso, ha già dato tutto.

WALTER VS ILJA DRAGUNOV

Il match per il quale ho maggiormente hype è senza dubbio quello che vede in palio il titolo di NXT UK. Di fronte, dieci mesi dopo il loro primo, epico scontro (almeno in WWE), WALTER ed Ilja Dragunov. Se avete visto il primo scontro (se non lo avete visto, shame on you) sapete già a cosa andremo incontro questa domenica. Se WALTER e Dragunov hanno sfornato quel genere di match in un episodio di NXT UK, cosa possono essere in grado di offrire in un palcoscenico ancora più grande come quello di Takeover. D’altronde nel corso degli anni i match disputati in un Takeover con in palio il titolo inglese non hanno mai deluso le aspettative anzi, spesso hanno letteralmente rubato la scena. Non mi sorprenderebbe se accadesse lo stesso in questa circostanza.

Il regno di WALTER è stato ottimo, limitatamente ai problemi dovuti al Covid. Il dominio del leader di Imperium è stato totale, soprattutto grazie alle innate qualità dell’austriaco ed alle sue prestazioni sul quadrato che ne hanno elevato lo status non solo nel, pur trascurato (ingiustamente) roster NXT UK. Sembra però essere arrivato il momento per lui di abdicare e lasciare spazio ad un altro ex WXW. Il percorso di Dragunov e la sua gestione sin dal suo debutto sono stati eccellenti. Il russo dieci mesi fa non era pronto ad essere campione, dopo quel match e quanto dimostrato come personaggio e wrestler nei mesi successivi, Dragunov è assolutamente pronto a prendersi sulle spalle il roster e rappresentarlo altrettanto degnamente come fatto da Bate, Donne e lo stesso WALTER.

Che futuro per l’austriaco? WALTER continuerà a rimanere nel Regno Unito e sarà più stabile negli States. Il giardino inglese è decisamente troppo piccolo per uno come lui.

ADAM COLE VS KYLE O’REILLY

Ultimo atto di una rivalità che poteva (e doveva a mio avviso) essere gestita meglio. Cole vs O’Reilly è una di quelle rivalità che verrà ricordate per molto tempo nel mondo del wrestling, un po’ come Steen vs Generico (aka Owens vs Zayn). La buona riuscita di questa rivalità è stata principalmente merito delle grandi qualità dei due. D’altronde questa era l’ultima cosa che restava realmente da fare al buon Adam in quel di NXT. Peccato che la gestione della rivalità mi abbia lasciato quanto meno perplesso. Non mi ha convinto avere il primo match tra di loro che sarebbe stato molto meglio come match risolutore della faida. Il secondo match è stato messo lì senza una reale costruzione ed oggi arriviamo all’ultimo capitolo.

Ultimo capitolo davvero in tutti i sensi visto che sappiamo già della dipartita di Adam Cole da NXT nel post-Summerslam. Per far cosa non si sa visto che non ci sono conferme di un suo rinnovo con la WWE o addio definitivo. Si parla di un colloquio tra Cole e Vince McMahon per cercare di convincerlo a restare con la promessa di un push nel main roster. Ci credo quando lo vedo. Anche questa, però, è un’altra storia. La storia che ci interessa è questo 2 Out of 3 Falls Match dalle varie stipulazioni. Tutte con un senso tutto sommato visto che O’Reilly ha scelto il tipo di match dove ha perso precedentemente contro Cole e viceversa. In più il terzo fall scelto da William Regal in uno Steel Cage.

Il match si prospetta molto spettacolare e qualitativamente ottimo visti i fattori in campo. Per le ragioni di cui sopra vado con O’Reilly vincitore anche se, con le voci che corrono riguardo il futuro di NXT, non so quanto possa portargli in termine di prospettiva. L’uomo giusto, nel momento sbagliato…

KARRION KROSS VS SAMOA JOE

Chiudiamo con il main event e match per il titolo principale di NXT. Ovviamente tutti gli occhi sono puntati sul ritorno sul ring di Samoa Joe. Un ritorno che arriva molto più rapidamente di quello che pensavamo quando abbiamo visto il samoano tornare come enforcer di William Regal. Dall’altro lato c’è un Karrion Kross ai minimi storici a livelli di credibilità e di interesse. Il debutto nel main roster non ha aiutato il campione NXT ed anche il match di questo evento, sulla carta molto interessante, ha perso molto del potenziale che aveva alla vigilia. Tra l’altro anche in questo caso l’impressione è che si sia andato più veloce di quel che era il programma iniziale. Avrei aspettato qualche mese in più da enforcer per far tornare Joe sul ring. Ma tant’è…

Sul risultato finale direi che ci sono pochi dubbi. Karrion Kross è ormai in pianta stabile a Raw nel main poster e difficilmente terrà il titolo in vita dopo l’evento di domenica che, di fatto, lo limita nel “movimento” in quel dello show del lunedì sera. Samoa Joe è una garanzia, l’uomo di esperienza di cui NXT ha bisogno per ripartire in questo nuovo corso che si prospetta per lo show gallonero. Karrion Kross, mi sento di dire, ha fallito in quel di NXT. Troppo differente la caratura tecnica rispetto ai grandi nomi del roster e la sola Scarlett ha solo limitato i danni di un personaggio al limite tra l’essere stato sfortunato e gestito non proprio in maniera eccellente. Il suo debutto nel main roster non è stato dei migliori ma si può sempre recuperare. Se si vuole, chiaramente.

Cosa aspetta il futuro di NXT lo scopriremo probabilmente già nell’episodio della prossima settimana di NXT post-Takeover. A noi non resta che goderci questo Takeover. L’ultimo tango di uno show che abbiamo amato e che, forse, non rivedremo più. Anche se… never say never in this business.

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
15,941FansLike
2,597FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati