Best Promos Ever #6 – This Is Your Life!

Un promo decisamente diverso dagli altri, che tuttavia è entrato nella storia. Un'attitudine comedy che fino a poco tempo prima si confaceva ben poco allo status di main eventer di due grandi wrestler, nel frattempo diventati due leggende assolute, ma che nonostante tutto furono completamente a loro agio con quello che stavano facendo, riuscendo a far entrare quel segmento nella leggenda. Un promo che in condizioni diverse e con interpreti diversi avrebbe potuto risultare ridicolo, ma che nonostante tutto è il segmento più visto della storia di Monday Night Raw. Sto parlando del celeberrimo segmento del “This Is Your Life”, che vide protagonisti The Rock e Mankind e che fu indubbiamente uno dei più grandi momenti dello show rosso. Perché questo promo è così diverso dagli altri? Basta paragonarlo ai promo che abbiamo già analizzato nelle altre edizioni del Best Promos Ever per capirlo: il “This Is Your Life” non è un promo epico e non cambiò le carriere dei suoi protagonisti. Fu però un momento comedy epico che dimostrò come anche il comedy, benché fatto bene, potesse ambire ad ascendere all'olimpo del wrestling.

https://www.youtube.com/v/TUQVTsShUxo

https://www.youtube.com/v/Gb-k87BOn4I

https://www.youtube.com/v/o_B83pNkCd0

Poche cose nel mondo del wrestling sono state più agli antipodi di quanto lo fossero The Rock e Mankind, all'epoca impegnati nel loro tag team chiamato The Rock 'n' Sock Connection. L'unione stessa di due figure tanto opposte era un inside joke della coppia, nonché il principale leitmotiv comedy della relazione tra The Rock e Mankind: il primo era bello, curato, atletico, mentre il secondo era brutto, sciatto e decisamente goffo e poco attraente. The Rock era “troppo cool” per uno come Mankind, che però nonostante tutto gli stava a cuore; Mankind, dal canto suo, cercava con tutte le sue forze di impressionare l'amico. Da qualche tempo i due avevano messo da parte le divergenze che c'erano state fino a qualche mese prima a causa del WWF Championship e avevano cominciato a lottare in team quando Mankind si era offerto di aiutare il People's Champion contro due avversari decisamente titanici come Undertaker e Big Show. L'improbabile coppia riuscì però a battere questi ultimi, sottraendo loro anche i WWF Tag Team Titles; Undertaker e Big Show se li ripresero ma la Rock 'n' Sock Connection li riconquistò salvo poi riperderli tre giorni dopo a SmackDown contro i New Age Outlaws. Il team presto fu sul punto di disgregarsi per manifesta incompatibilità: The Rock ne aveva abbastanza di Mankind e non sopportava che quest'ultimo gli rubasse le sue catchphrase nei promo e le sue mosse sul ring. Per cercare di riportare l'armonia tra i due Mankind decide di fare qualcosa per il suo tag team partner… “The Rock, this is your life!”

La traduzione dell'intero segmento è pressoché inutile poiché non è altro che Mankind che presenta a The Rock alcuni personaggi della sua infanzia – la sua maestra delle medie, il suo coach di football del liceo, una sua ex fidanzata – e The Rock che procede a farli tutti a pezzi con il suo vastissimo campionario di catchphrase intraducibili. Poi Mankind consegna alcuni regali a The Rock credendo che sia il suo compleanno ma si è sbagliato ancora una volta perché il compleanno di The Rock è il 2 maggio. Il tutto viene concluso dall'arrivo di Triple H, che avrebbe affrontato The Rock per il WWF Title quella sera, con il suo Sledgehammer.

Il segmento fu ideato da Bill Banks, una delle menti che all'epoca forniva quotidianamente idee a Vince Russo ed Ed Ferrara, che erano i booker della WWE all'epoca. L'ispirazione venne da uno show televisivo degli anni '50 chiamato proprio “This Is Your Life” e Banks pensò che sarebbe stato perfetto per Rock e Mankind. piacque da morire a tutti. Al pubblico, agli addetti ai lavori, ai wrestler… a tutti insomma, tranne che a Vince McMahon. Vince McMahon disprezzò immediatamente il segmento, che durò oltre 20 minuti, facendo una dura ramanzina a Russo e Ferrara e imponendo loro di non fare mai più qualcosa del genere. Il giorno dopo, però, ai tapings di SmackDown, c'erano i ratings ottenuti dall'episodio di Raw della sera precedente. Il segmento “This Is Your Life” aveva ottenuto un rating di 8.4 (!!!), il più alto di sempre nella storia di Raw. Ancora oggi quel segmento è il più visto nella storia dello show rosso.

Nonostante l'idea di Banks fosse effettivamente buona, il segmento “This Is Your Life” è riuscito praticamente solo per la bravura dei suoi protagonisti, per il legame che esisteva tra loro due e per quello che esisteva tra loro e il pubblico. In fin dei conti il segmento non è altro che una gigantesca trasposizione di quello che era la relazione tra i due: un goffo e stralunato Mankind che cercava in ogni modo di far felice The Rock (alla sua maniera), mentre il People's Champion, che gli americani definirebbero un “no-nonsense tipe of guy” diveniva sempre più stufo del suo tag team partner. Basti pensare che qualche settimana dopo The Rock avrebbe dato il benservito a Mankind, accettando però di lottare con lui in un ultimo match a sua scelta. Mankind, tuttavia, ottenne nuovamente un match per i WWF Tag Team Titles. I due vinsero i titoli per la terza volta, anche se poco dopo il team si divise e Rock e Mankind ricominciarono a lottare tra loro, pochi mesi prima di abbandonare entrambi la compagnia.

Un segmento che probabilmente resterà per sempre il più visto della lunga storia di Monday Night Raw. Un promo che non fa altro che dimostrare ancora una volta la grandezza in quanto performer di Dwayne Johnson e Mick Foley. Un segmento che, seppur comedy, non può che essere annoverato tra i più grandi segmenti della storia del wrestling.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati