All Elite Report #2 – All Out 2020

La All Elite Wrestling torna in PPV con All Out, secondo evento a pagamento in tempo di pandemia. Il primo con le nuove misure di contenimento del virus e con i oltre 500 fan assiepati (e distanziati) sugli spalti del Daily’s Place di Jacksonville. Com’è andato lo show? È stato all’altezza delle aspettative? Aspettando i vostri feedback, benvenuti al secondo appuntamento con l’All Elite Report!

BUY-IN

SINGLE MATCH
JOEY JANELA (W/SONNY KISS) VS SERPENTICO (W/LUTHER)
VOTO: 5.5

Vincitore: Joey Janela
Un match da AEW Dark, niente più. Messo lì per riempire il Buy-In senza troppe pretese. Pur nel disinteresse generale, Janela si dimostra degno di attenzione. Sperando che il messaggio, prima o poi, arrivi a chi di dovere.

TAG TEAM MATCH
PRIVATE PARTY VS THE DARK ORDER (ALEX REYNOLDS & JOHN SILVER)
VOTO: 6.5

Vincitori: Private Party
C’è poco da fare, la categoria di coppia produce sempre incontri di livello. Ottimo ritmo, frizzante e lungo tanto da non stufare. E il rischio c’era, dato che anche in questo caso parliamo di un riempitivo. Prima piccola parentesi di booking, che approfondirò dopo: va bene che i Private Party avevano perso il loro ultimo match a Dynamite, tuttavia questa scrittura del Dark Order non la comprendo proprio. Prima o poi dovrà vincere anche in PPV, o no?

MAIN CARD

TOOTH AND NAIL MATCH
BRITT BAKER VS BIG SWOLE
VOTO 4

Vincitrice: Big Swole
Mi spiace, non ce la faccio proprio. Capisco il comedy eh, però qui rasentiamo il grottesco. Non mi soffermo nemmeno sul divertentissimo siparietto della Novocaina, perché tanto lì immagino vada a gusti. Alla fine il concept del match l’hanno pure rispettato: scazzottata, ingiurie per tutto l’incontro, hanno coinvolto la sempre inutile Reba e hanno usato pure gli attrezzi di scena. Semplicemente, la resa finale è stata discutibile. Scelta bizzarra inserirlo come opener.

TAG TEAM MATCH
THE YOUNG BUCKS VS JURASSIC EXPRESS (JUNGLE BOY & LUCHASAURUS)
VOTO: 7

Vincitori: The Young Bucks
Leggasi sopra, anche in questo caso la categoria di coppia fa centro. Match solido, vissuto di fasi che hanno visto protagoniste entrambe le fazioni. Continuerò la mia crociata, iniziata nel nostro podcast The Whole Damn Show, in difesa dei Jurassic Express che, a mio modo di vedere, dovrebbero essere pushati un po’ di più. Avrò la memoria corta, ma le vittorie importanti al momento mi sfuggono. Va detto che, viste le vicissitudini dell’Elite e questo tono molto dark che sembra stiano prendendo anche i Bucks, una vittoria per i fratelli Jackson era davvero l’unica soluzione preventivabile.

Forse un pò di overbooking alla fine, ma questo è un vizio che in AEW faranno molta fatica a togliersi.

21-MAN CASINO BATTLE ROYAL FOR A FUTURE AEW WORLD CHAMPIONSHIP MATCH
VOTO: 5.5

Vincitore: Lance Archer
Non è mai facile divertire con un match che per definizione risulterà, per forza, caotico. E infatti stavolta l’obiettivo è fallito. Non catastroficamente, ma sono ben pochi i momenti da ricordare nei 20’ e più di durata. E se quello che tutti ricordano, più ancora del vincitore, è il botch di Matt Sydal (oh, è un incidente ragazzi) . Finale pensato male, realizzato se possibile pure peggio. Non capisco poi la scelta di mandare Archer per il Titolo solo per vederlo sconfitto un’altra volta. Perché non vincerà contro Moxley, giusto?

BROKEN RULES MATCH (IF HARDY LOSE, LEAVES AEW)
MATT HARDY VS SAMMY GUEVARA
VOTO: 2

Vincitore: Matt Hardy
Onestamente, il match sarebbe tecnicamente non giudicabile. E così rimarrà. Ma siccome sono polemico (perché nasconderlo, d’altronde) ad influire sulla valutazione è la condotta della AEW. Abbiamo già riportato la news sulle condizioni di Matt Hardy: non avrebbe subito una commozione cerebrale, è andato all’ospedale per dei controlli ed è subito stato dimesso.

Tutto bene, allora? Nemmeno per sogno. Non nel 2020, non con tutta la storia clinica che hanno i colpi alla testa. Se non avete voglia di cercare articoli e saggi a riguardo, vi consiglio di andarvi a recuperare Zona d’ombra, film con Will Smith: non sarà Kubrick, ma è parecchio esplicativo dello studio condotto sulle commozioni cerebrali nello sport professionistico americano. Hardy è caduto da un’impalcatura battendo la testa sul cemento, rialzatosi per provare a continuare barcollava manco fosse ubriaco. Scene tristissime che mi hanno lacerato dentro. Rientra nel backstage e riceve, dopo 3’, il via libera medico per finire il match? MA STIAMO SCHERZANDO?

Non contenti finiscono l’incontro come l’avevano pensato, con la caduta di Guevara che comportava un’ulteriore scalata di Hardy sullo stage. E ha pure rischiato di cadere nell’arrampicarsi. Sono un fan di wrestling: AEW, WWE, ROH, NJPW, IMPACT, guarderei davvero tutto perché mi piace. Ciò non toglie che la gestione di Khan e dei suoi collaboratori sia stata irresponsabile, stavolta. Encomiabili per le misure anti-Covid, ma non devono mai mettere in seconndo piano il resto.

Quanto a Matt Hardy, un lottatore in questi casi non dovrebbe avere MAI possibilità di condizionare il giudizio medico. A conclusione di questo papiro, evidentemente non c’è tutto questo gran feeling tra Sammy Guevara e il Broken One. Di solito sono tre indizi a fare una prova. Mi fermerei, onestamente, già al secondo…

AEW WOMEN’S WORLD CHAMPIONSHIP MATCH
HIKARU SHIDA © VS THUNDER ROSA
VOTO: 7

Vincitrice e ancora AEW Women’s World Champion: Hikaru Shida
Passi avanti notevoli, negli ultimi mesi, per la categoria femminile. Ancora da migliorare la fase di selling, in generale, però il match è ben costruito e ben combattuto. Per chi non la conoscesse bene (come il sottoscritto) abbiamo scoperto anche il profilo del personaggio di Thunder Rosa: aggressiva, abile storyteller e tecnicamente molto valida. Uno dei migliori match della divisione femminile lottati in AEW, nella sua seppur giovane esistenza.

EIGHT-MAN TAG TEAM MATCH
DARK ORDER (BRODIE LEE, COLT CABANA, EVIL UNO & STU GRAYSON) VS NATURAL NIGHTMARES, MATT CARDONA & SCORPIO SKY
VOTO: 6 +

Vincitori: Natural Nightmares, Matt Cardona & Scorpio Sky
Un po’ troppo lento nella fase centrale, con il canovaccio classico degli heel in controllo sul malcapitato avversario. Il finale caotico è però reso in maniera convincente. Stupisce sempre testimoniare la seconda giovinezza di Dustin Rhodes, atleticamente anni luce lontano dagli ultimi anni (che definirei ultimo decennio) in WWE.

Devo aprire la parentesi promessa nel Buy-In: due sconfitte su due di Brodie Lee in PPV dal suo arrivo in AEW. Due sconfitte su due match ad All Out 2020 per il Dark Order. Il Dark Order deve cominciare a racimolare qualche vittoria importante di gruppo per essere credibile in futuro. Ora staremo a vedere se Cabana turnerà davvero heel o se comincerà una faida contro Brodie Lee, tuttavia l’intera stable è uscita, di nuovo, con le ossa rotte. E questo non aiuta.

AEW WOLRD TAG TEAM CHAMPIONSHIP MATCH
KENNY OMEGA & ADAM PAGE VS FTR
VOTO: 7.5

Vincitori e nuovi AEW World Tag Team Champions: FTR
Match bello. Nella costruzione, nella realizzazione e nello storytelling. Quattro atleti di livello mondiale che hanno mantenuto le aspettative. Voto abbassato di mezzo punto per motivi strettamente legati alla durata (leggermente più corto sarebbe stato ancora più godibile) e alla storia raccontata: gli FTR hanno lavorato e dominato per larghi tratti, lasciando reazioni sporadiche a Page ed Omega in modo solo da costruire il probabile split finale. Tutto giusto, ma le soluzioni tecniche che questi quattro atleti potevano offrirci erano a questo punto un po’ più limitate.

Nota di demerito solo al booking pregresso del match: non trovo sensato, né giusto, aver affidato agli FTR i Titoli di Coppia al loro primo match in PPV. Non con una divisione così ricca come quella AEW. Sarà marketing o quello che volete, ma non stiamo parlando del New World Order in questo caso. Gli FTR sono probabilmente il miglior Tag Team in circolazione da anni (altro mio parere, sia chiaro), e avrebbero potuto aspettare, senza cinture, una costruzione più ragionata senza risentirne particolarmente. Tuttavia, prima dell’evento questo problema già lo avevamo e, una volta scelti loro come sfidanti, era ora di un passaggio di consegne.

MIMOSA MAYHEM MATCH
ORANGE CASSIDY VS CHRIS JERICHO
VOTO: 6.5

Vincitore: Orange Cassidy
Cafonata fu, ma di livello accettabile. Chi non capisce la differenza tra questo incontro e il match tra Baker e Swole (o tra lo Stadium Stampede e altre robe viste in passato) allora non capirà la mia valutazione. Jericho e Cassidy non riescono a replicare nemmeno stavolta il picco del loro primo confronto, ma mettono su un match godibile. Sfruttano bene la stipulazione e portano a casa il match. Ammettiamo anche, ad onor di cronaca, che Jericho in passato abbia avuto idee più felici e meglio riuscite.

Giusta la vittoria per Cassidy che ora, complice il “Demo God”, è diventato un personaggio davvero importante per la compagnia.

AEW WORLD CHAMPIONSHIP MATCH
JON MOXLEY © VS MJF
VOTO: 7

Vincitore e ancora AEW World Champion: Jon Moxley
L’hanno costruito come match fisico e la realizzazione è stata coerente con quest’idea. Ho letto critiche sulla sconfitta di MJF e non mi trovano d’accordo: sarà un heel di punta, ma ha bisogno di passare anche da sconfitte di prestigio come questa. Non è ancora in grado di prendere in mano le redini della compagnia, non di una federazione che punta a fare concorrenza (anche se per ora, tale parola rimane una chimera) ad una multinazionale. E sarebbe stato un suicidio affidargli il titolo da imbattuto, oltretutto.

Il match vive anche in questo caso di un ottimo storytelling, pur senza mostrarci chissà cosa sul ring. Hanno raccontato la storia della rivalità, chiudendo con un tocco semplice ma efficace. Wardlow che distrae l’arbitro, che non vede la Paradigm Shift “bandita” di Moxley, potrebbe essere la “distrazione” perfetta anche per MJF: tenerlo lontano dal giro titolato per costruire una Superstar ancora più intoccabile. Per il resto, Moxley si conferma un Campione di livello.

PPV: VOTO 7
La AEW tiene botta agli eventi estivi con un PPV non eclatante, ma solido. Intrattiene, soprattutto nella seconda parte, con match di buon livello. Niente di eccellente, ma un passo in avanti evidente rispetto al Double Or Nothing dello scorso maggio.

Il prossimo appuntamento con l’All Elite Report sarà a novembre inoltrato in occasione dell’ultimo PPV della AEW per questo 2020, ovvero Full Gear (in programma il 7 novembre).

Marco Ghironi
Rimasi estasiato quando, da bambino, girai per caso canale e mi imbattei in questo tizio con la maschera strana che sconfiggeva un energumeno esageratamente più grosso di lui. Almeno 15 anni più tardi, cerco settimanalmente di seguire anche lo show secondario di una qualsiasi federazione di wrestling polacca. Nel mentre, condivido pensieri, opinioni e notizie qui su Tuttowrestling, fondendo le mie anime di giornalista e fan sfegatato.
14,788FansLike
2,615FollowersFollow

Ultime Notizie

Jon Moxley difenderà l’AEW World title oggi a Dynamite

Annunciato un importante cambio alla card di Dynamite: questa notte Jon Moxley difenderà l'AEW World Championship contro Eddie Kingston.

Lance Archer positivo al COVID-19

Il #1 contender al titolo mondiale della AEW Lance Archer ha comunicato su Twitter di essere risultato positivo al COVID-19.

Annunciato il terzo match della card di NXT TakeOver

Il General Manager di NXT William Regal ha ufficializzato in serata il terzo match titolato della card del prossimo TakeOver.

Risultati della terza giornata del G1 Climax 30

Dopo alcuni giorni di pausa è ripresa questa mattina la trentesima edizione del G1 Climax: ecco i risultati della terza giornata del torneo.

Articoli Correlati