Aggiornamento sulle condizioni di Matt Hardy

Da meno di 24 ore è passata agli archivi la seconda edizione di All Out, terzo pay-per-view dell’anno della AEW. Lo show è stato ricco di colpi di scena, ma purtroppo non sono mancati anche alcuni attimi di spavento, con Matt Hardy coinvolto in uno di questi.

L’infortunio di Matt Hardy

Il quarto match della main card ha visto Sammy Guevara affrontare Matt Hardy in un Broken Rules match. La stipulazione prevedeva che se quest’ultimo avesse perso avrebbe dovuto abbandonare la compagnia. Sfortunatamente l’incontro non è però andato come previsto.

Pochi minuti dopo l’inizio i due atleti sono stati protagonisti di uno spot che li ha visti salire su un’impalcatura. Una volta in cima ad essa, i due si sono scambiati qualche colpo e successivamente Guevara ha colpito Hardy con una spear. Entrambi sono caduti su due tavoli, ma Matt ha avuto la peggio sbattendo la testa contro il pavimento di cemento. A quel punto l’arbitro Aubrey Edwards si è sincerata delle condizioni dei due wrestler. Vedendo che Matt era palesemente stordito e non riusciva a continuare, ha chiamato l’infortunio e la fine dell’incontro. Dopo qualche minuto l’incontro è però ripreso, con Hardy e Guevara che sono passati direttamente allo spot finale previsto per il match che ha portato alla vittoria dell’ex WWE.

Tony Khan spiega la decisione di riprendere il match

La scelta di riprendere il match, date le evidenti condizioni di Matt Hardy, è stata molto criticata da fan e addetti ai lavori sul web. Il Presidente della AEW Tony Khan, nella conferenza stampa post pay-per-view con i giornalisti, ha fornito una spiegazione su tale decisione. Khan ha subito rassicurato tutti sulle condizioni di Matt, dichiarando che stava bene. Ha confermato che dopo il match, nonostante avesse superato il test della compagnia per le commozioni cerebrali, si era recato in ospedale per dei controlli.

Ha proseguito dicendo che per loro la salute e la sicurezza degli atleti è la cosa più importante, spiegando che dopo aver visto che lo spot era andato storto ha mandato il dottor Michael Sampson a verificare le condizioni dell’atleta. Dopo averlo visitato ed essere stato rassicurato dall’atleta, Sampson ha dato il via libera a Matt Hardy per riprendere il match.

Tony ha infine specificato che nessuno ha fatto pressioni a Sampson per dare il via libera a Matt e che quest’ultimo non avrebbe avuto la capacità di far cambiare idea al dottore se non gli avesse concesso di proseguire l’incontro.

Matt Hardy è uscito dall’ospedale

Malgrado le presunte certezze e le preoccupazioni di sua moglie Reby, che su Twitter ha attaccato la AEW per come ha gestito la vicenda, Matt non ha riportato alcuna commozione cerebrale.

A darne conferma è stato poco fa Tony Khan che, attraverso il seguente messaggio pubblicato su Twitter, ha comunicato che l’atleta è stato dimesso dall’ospedale. Tutti gli esami a cui si è sottoposto hanno dato esito negativo ed è quindi potuto tornare a casa. Il Presidente della AEW ha aggiunto che Matt sarà presente questo mercoledì a Dynamite per ringraziare i fan del supporto.

Stefano Tateo
Classe 1997, ho iniziato a scrivere per Tuttowrestling nel maggio del 2017, ricoprendo da allora il ruolo di news reporter.
15,044FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati