Home Rubriche AEW Planet AEW Planet #33: Pronostici e analisi di Full Gear!

AEW Planet #33: Pronostici e analisi di Full Gear!

AEW Planet

Cinture in palio, tornei che finiscono, stable che si rimescolano, turn in corso d’opera: ecco solo alcuni degli ingredienti che compongono lo sfizioso menu di Full Gear, il prossimo Pay Per View della All Elite Wrestling. Le ultime settimane di Dynamite ci hanno regalato pochi colpi di scena veri e propri, ma tutto è filato liscio in nome di una costruzione metodica e quasi perfetta dell’evento in programma sabato notte. Piatto ricco, mi ci ficco: a tavola, armato di bavaglio, forchetta e coltello, c’è Andrea “The Philosopher of Violence” Samele, al debutto sulle pagine di Tuttowrestling.com, pronto per esaminare insieme a voi tutti i match della card!

BUY IN – NWA WOMEN’S CHAMPIONSHIP: SERENA DEEB (c) vs ALLYSIN KAY

Incontro messo all’ultimo momento, per continuare questa decontestualizzata messa in mostra della cintura NWA. Servirebbe maggiore costruzione, anche per introdurre le due contendenti ai più e dare loro rilevanza. Per quanto l’ex Sienna di Impact! sia un elemento di sicuro interesse, Serena Deeb ha appena conquistato la cintura e non avrebbe senso un cambio immediato.

VINCITRICE E ANCORA NWA WOMEN’S CHAMPION: SERENA DEEB

Passiamo ora ai match presenti nella card principale dello show.

SINGLES MATCH: ORANGE CASSIDY vs JOHN “4” SILVER

Scontro tra due personaggi che stanno vivendo momenti contrapposti: trovo vagamente discutibile il booking della AEW nei confronti di Cassidy. Di fatto, è stato tirato fuori da quell’aura comedy che lo circondava, è stato perfettamente gestito per arrivare nelle zone alte delle card dopo il feud con Jericho, ma poi sacrificato completamente sull’altare di Cody (come altri prima di lui). Di contro, paradossalmente Silver è tra i fan favorite del momento alla Cassidy-maniera, un comedy character che al tempo stesso mette in mostra grande qualità. Tra i due, al di là della differenza di status, chi non può permettersi un’ulteriore sconfitta è proprio Orange Cassidy. 

VINCITORE: ORANGE CASSIDY

AEW TAG TEAM CHAMPIONSHIP: FTR (c) (w. TULLY BLANCHARD) vs THE YOUNG BUCKS

I Dream Match andrebbero bookati sempre o quasi nella maniera più semplice possibile. Perché tanto si scrivono da soli, perché tanto interessano già. La stipulazione aggiunta dagli Young Bucks, ossia rinunciare a ogni futura Tag Title Shot in caso di sconfitta, per me non ha nessun senso. Aggiunge un elemento di costrizione a un incontro che, francamente, non ne aveva alcun bisogno. Non al primo episodio di una rivalità che è in the making da una vita. Detto questo, non sono un grande fan del regno degli ex Revival. Non mi dispiacerebbe una vittoria immediata dei Bucks, che sarebbe coerente con il loro modo cocky heel di presentarsi nelle ultime settimane. Tuttavia, soprattutto vista nel lungo periodo, penso che i campioni rimarranno tali, magari in un finale non pulitissimo per ovviare alla stipulazione.

VINCITORI E ANCORA AEW TAG TEAM CHAMPIONS: FTR

ELITE DELETION: MATT HARDY vs SAMMY GUEVARA

Rivalità ormai tramontata da tempo, dopo la lunga serie di (rischiosissimi) botch che Hardy e Guevara ci hanno regalato nel corso degli ultimi mesi. Vincerà Hardy in un incontro cinematico di cui nessuno sentiva realmente la necessità.

VINCITORE: MATT HARDY

SINGLES MATCH (IF MJF WINS HE WILL JOIN THE INNER CIRCLE): MJF vs CHRIS JERICHO

Feud dal sapore dolce e amaro: gran divertimento, segmenti sempre frizzanti e ben recitati, sicuramente il potenziale per del puro intrattenimento. Però.
Però davvero MJF aveva bisogno di questo? Passare da Moxley per il titolo a un decadente Chris Jericho, ancora sporco di succo d’arancia, è un qualcosa che non aggiunge niente allo status di MJF. È un parcheggio VIP per entrambi, però avrei quasi preferito che portassero avanti MJF in rapporto a un personaggio in ascesa come Wardlow. Detto questo, sarebbe abbastanza un controsenso creare tutti questi presupposti per poi lasciare tutto com’è. Vincerà MJF, per dare vita a una sorta di distruzione dall’interno della Inner Circle, già anticipata da alcuni indizi nelle scorse puntate di Dynamite.

VINCITORE: MJF

AEW TNT CHAMPIONSHIP: CODY (c) vs DARBY ALLIN

Presto o tardi, a parer mio, avremo tutta l’Elite heel, che dominerà il panorama titolato della AEW. Quindi Cody terrà la cintura anche stavolta e ancora per un po’. Poco altro da dire su questo match, con Darby Allin che si sta consacrando nel ruolo di tappabuchi per eccellenza nei contesti titolati. Francamente, per quanto io ritenga che il titolo TNT sia stato gestito in modo abbastanza scandaloso, trovo più interessante il prosieguo della faida Cody vs Dark Order/Brodie Lee (dov’è finito, a proposito?) piuttosto che l’aggiunta di una cintura nelle questioni personali tra Allin e il Team Taz.

VINCITORE E ANCORA TNT CHAMPION: CODY

AEW WOMEN’S CHAMPIONSHIP: HIKARU SHIDA (c) vs NYLA ROSE

Purtroppo la divisione femminile continua ad essere anonima come gli autori di certe citazioni da Baci Perugina. Match già visto, riempitivo della card giusto per far vedere che “ehi, ci siamo anche noi”. Vincerà Hikaru Shida, nella speranza che si apra finalmente un feud con Britt Baker, unico personaggio di una certa caratura in grado di ambire allo Women’s Title.

VINCITRICE E ANCORA WOMEN’S CHAMPION: HIKARU SHIDA

AEW WORLD CHAMPIONSHIP ELIMINATOR FINAL: KENNY OMEGA vs ADAM “HANGMAN” PAGE

Spero davvero che questo sia il Main Event dello show. Perché il potenziale, in termini di lottato, storytelling e significato dell’incontro, basandoci sullo storico che questi due personaggi hanno avuto insieme, è estremamente alto. Costruzione praticamente perfetta per entrambi, con Page lavorato ad arte con meticolosa lentezza e Omega letteralmente esploso nelle ultime settimane, con tanto di restyling completo di nuova entry music. Paradossalmente il match più atteso della serata, ma anche uno di quelli in cui c’è poco da dire. Vincerà Omega, pronto a turnare heel definitivamente e in modo brutale, per recuperare i suoi abiti da Cleaner e per andare a mettere la parola fine al regno di Moxley. Una sconfitta in un match combattuto e di lunga durata non sminuirà in alcun modo Hangman Page, il cui destino è di riaffrontare e sconfiggere la sua nemesi possibilmente con l’arena sold out al completo.

VINCITORE E NUOVO NUMBER ONE CONTENDER: KENNY OMEGA

AEW WORLD CHAMPIONSHIP – I QUIT MATCH: JON MOXLEY (c) vs EDDIE KINGSTON

Un vero peccato che una rivalità comunque ricca di spunti e con promo molto sentiti e ben eseguiti debba finire con un match dall’esito purtroppo, almeno a parer mio, scontato. Anche volendo immaginare un Moxley detronizzato, viene difficile pensare a come ricollocare lui e soprattutto come rendere Kingston credibile per affrontare Omega o Page che hanno ben altra statura e una costruzione che dura da un anno intero. In questo caso, la stipulazione aggiunge valore, perché gli episodi di Dynamite ci hanno dipinto in modo veritiero un Kingston (fantastico) che non molla mai, rendendolo (finalmente) un più che degno avversario di transizione per il campione in carica. Vincerà Moxley, ma personalmente non vedo l’ora di scoprire come e perché Kingston si arrenderà.

VINCITORE E ANCORA AEW WORLD CHAMPION: JON MOXLEY

Ci aspetta un grande spettacolo, sotto tutti i punti di vista. Non vedo l’ora di vedere questo PPV: rimanete sintonizzati su Tuttowrestling.com e se volete discuterne con il sottoscritto e con il resto dello Staff commentate sui nostri canali social!