Nuove polemiche per gli scarsi protocolli anti Covid della WWE

I Protocolli anti-Covid adottati dalla WWE al Performance Center fanno nuovamente discutere. Da poco, infatti, la Federazione ha deciso di far riprendere gli allenamenti presso il suo centro di allenamento, dopo la necessaria sospensione a causa della pandemia. Nel corso dell’emergenza erano stati utilizzati dei collegamenti in remoto per far allenare ‘virtualmente’ i giovani talenti in sviluppo da parte degli istruttori; tuttavia questa modalità sarebbe stata giudicata ‘troppo lenta’ per la loro crescita, da qui la scelta di ritornare ad allenarsi fisicamente a tempo pieno presso il Performance Center.

L’esiguo numero di test

I protocolli adottati per riprendere gli allenamenti presso la struttura, tuttavia, avrebbero lasciato scontenti diversi atleti coinvolti. Gli atleti, infatti, sarebbero sottoposti al test per il Covid solo una volta alla settimana. Gli stessi poi non sono obbligati a vivere ‘in bolla’ (come ad esempio impose l’NBA per concludere la scorsa stagione), bensì possono spostarsi, frequentare chi vogliono ed avere ogni tipo di relazione sociale fuori dal Performance Center. Addirittura anche l’obbligo di indossare le mascherine sarebbe circoscritto allo stesso Performance Center, lasciando libera scelta invece all’esterno. Una scelta che non deve stupire, considerato come l’utilizzo della mascherina negli Stati Uniti sia al centro di una feroce polemica politica.

Come detto, le misure adottate sono giudicate insufficienti da diversi talenti, che avrebbero manifestato le proprie ragioni ai loro diretti riporti.

I recenti casi di Covid in WWE

Probabilmente anche a causa delle festività appena concluse, la WWE ha riscontrato diversi casi di positività recenti tra i propri atleti. Si è parlato infatti di quattro casi, suddivisi tra Raw, Smackdown e NXT. Tra questi, ovviamente, il più rilevante è quello del Campione WWE Drew McIntyre, che fortunatamente è asintomatico, ma che ovviamente ha dovuto presenziare solo da remoto la puntata di Raw, accettando in ogni caso la sfida contro Goldberg per la Royal Rumble

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
14,973FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati