Jordan Devlin e Ligero rispondono alle accuse

Due tra le top star di NXT UK sono finite nell’occhio del ciclone a causa di una serie di accuse che li vedrebbero perpetratori di molestie sessuali e violenze.

Dopo i comunicati ufficiali emanati dalla WWE sulla vicenda, e la sospensione dagli eventi della Progress Wrestling, anche Jordan Devlin e Ligero hanno voluto rispondere a tali accuse e far chiarezza dal loro punto di vista.

Jordan Devlin ha pubblicato una serie di post su Twitter nel quale prende le distanze dalle accuse mosse nei suoi confronti.

Non avrei assolutamente voluto rispondere alle terribili accuse mosse contro di me ma per amore dei miei follower e dei miei amici che, su questa piattaforma potrebbero essere insicuri [della mia innocenza], lo farò.

Le recenti accuse mosse nei miei confronti sono totalmente false e le nego nella loro interezza. Queste sono accuse maliziose mosse da interessi personali, perpetrate ai miei danni sfruttando esperienze vere sentite da altre donne che hanno subito davvero tali maltrattamenti e che hanno avuto il coraggio di farsi avanti e denunciarle. Io nego tutto.

Questo è tutto ciò che ho da dire riguardo alla faccenda e ora sto parlando con un team legale per decidere come procedere da qui in avanti.

Per quanto riguarda Ligero, accusato da varie donne di comportamenti aggressivi e violenti, le sue risposte sono arrivate lo scorso pomeriggio. Sempre via Twitter.

Le storie che sono state rilasciate da Violet O’Hara/Claire-Michelle Oldfield sono completamente inaccurate e non veritiere. Sono accuse completamente false e sebbene io abbia fatto cose nella mia vita di cui mi pento amaramente, quelle che avete letto sono rappresentazioni inaccurate degli eventi realmente occorsi. È qualcosa che nego con forza e sono a lavoro con un team di legali per capire come muovermi da qui in avanti.

Riguardo alle dichiarazioni di persone come Laura e Natalie, che hanno parlato di come certi comportamenti le hanno fatte sentire, e altre testimonianze che hanno raccontato di aver ricevuto dei messaggi che avrebbero preferito non ricevere, in quel caso non ho scuse.

Sono stati inappropriati. Lo dico con imbarazzo e con vergogna, soprattutto per come ho agito essendo in una posizione di fiducia nei loro confronti. Mi scuso sinceramente per le mie azioni e per il dolore che hanno causato.

Non ho giustificazioni per queste mie azioni. In quelle circostanze, ho fallito come amico, come fidanzato e come essere umano.

In coda, vi aggiungiamo anche i commenti di Pete Dunne, che ha subito condannato i possibili colpevoli e appoggiato il movimento #SpeakingOut.

Sono disgustato da quanto sto leggendo. Complimento alle persone che si sono fatte avanti e hanno raccontato. Spero fortemente che riusciremo a rendere il wrestling britannico un posto migliore e più sano e sicuro per tutti. Questo è un grandissimo momento per aprire gli occhi e sperare di avere la forza sufficiente per cambiare.

Dunne ha anche risposto ad un utente che chiedeva di commentare anche la situazione del suo ex Tag Team Partner, Matt Riddle.

Sono scioccato e disgustato da quello che sto sentendo su questa piattaforma, a prescindere che siano amici, compagni di coppia o chiunque altro. Sto ascoltando tutto.

Marco Ghironi
Rimasi estasiato quando, da bambino, girai per caso canale e mi imbattei in questo tizio con la maschera strana che sconfiggeva un energumeno esageratamente più grosso di lui. Almeno 15 anni più tardi, cerco settimanalmente di seguire anche lo show secondario di una qualsiasi federazione di wrestling polacca. Nel mentre, condivido pensieri, opinioni e notizie qui su Tuttowrestling, fondendo le mie anime di giornalista e fan sfegatato.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Importante avvenimento ieri a NXT

Importanti colpi di scena nel main event titolato dell'ultima puntata di NXT.

Charly Caruso afferma che la storyline con Angel Garza si è conclusa

Charly Caruso conferma le voci della fine della sua storyline con Angel Garza

Dexter Lumis e Cameron Grimes si affronteranno ad Halloween Havoc

Incontro a stipulazione speciale per i due atleti, con il match che si aggiunge ai tre già ufficializzati per la card di Halloween Havoc.

Elias: “Avrei dovuto affrontare Undertaker e John Cena”

Elias ha confermato in una recente intervista come la WWE avesse per lui in programma due match contro Undertaker e John Cena, poi saltati per un cambio di piani.

Articoli Correlati