I motivi dietro al licenziamento di Lars Sullivan

Nella tarda serata di ieri è arrivata la notizia del licenziamento di Lars Sullivan; licenziamento che sarebbe avvenuto circa un mese fa, e che ovviamente motiva la prolungata assenza di Sullivan dagli schermi WWE.

Dave Meltzer ha fornito un aggiornamento dietro ai motivi che hanno portato alla scelta della WWE di licenziarlo. Ed è una versione che sconfessa, quantomeno parzialmente, le voci che si erano diffuse negli scorsi mesi.

Tali voci, infatti, parlavano di una prolungata assenza di piani per lo stesso Sullivan. Uno scenario piuttosto in contraddizione con il suo iniziale utilizzo, che lasciava chiaramente intendere un grosso push per lui. Secondo Meltzer, appunto le cose sarebbero andate diversamente.

Nuovamente la sua ansia?

Il motivo del licenziamento, infatti, sarebbe legato al suo non presentarsi agli eventi televisivi della WWE stessa. Vince McMahon era sempre dell’idea di pusharlo e renderlo uno degli heel più importanti della federazione, ma semplicemente Sullivan non si sarebbe presentato agli show.

Ovviamente non avendolo a disposizione senza apparenti motivi o preavvisi, la WWE avrebbe semplicemente smesso di considerarlo nel booking, fino ovviamente ad arrivare al licenziamento.

L’assenza improvvisa di Sullivan, come sappiamo, non va considerata come un evento improvviso; al contrario è un elemento che già in passato ha caratterizzato la sua carriera.

Già all’inizio del 2019, infatti, la WWE aveva enormi piani per lui. Questi piani prevedevano ovviamente il passaggio da NXT nel main roster, ma non solo; Sullivan avrebbe dovuto addirittura dare il via ad una rivalità con la leggenda della WWE John Cena. “The freak” avrebbe dovuto attaccare Cena alla Royal Rumble, per dare il via ad una faida tra i due nel pieno della Road to Wrestlemania.

Tuttavia Lars Sullivan non prenderà mai quella strada all’interno della sua carriera: egli volò improvvisamente a casa in seguito a un attacco di ansia, costringendo la WWE a cancellare questi piani. Poco tempo dopo è apparso finalmente negli show televisivi dopo WrestleMania 35, ed ha iniziato ad attaccare le migliori Superstar della WWE . Ha sconfitto atleti del calibro di Kurt Angle, Rey Mysterio ed entrambi gli The Hardy Boyz. Poco dopo ha subito un grave infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori dai giochi per mesi.

Lars Sullivan è stato pushato di nuovo alla fine del 2020, dove ha attaccato Riddle, Jeff Hardy e The Miz. Il suo personaggio è stato arricchito con un’intervista in cui ha parlato della sua infanzia e del motivo per cui si è trasformato in un mostro. Ma anche stavolta, come a questo punto si è capito, l’ansia ha giocato probabilmente un ruolo importante. Ammesso che sia stato quello il motivo per la sua assenza, di fatto il non essersi presentato agli show televisivi gli è costato il licenziamento.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
15,042FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati