IWA Smash TV – Una piacevole realtà #76

Dopo la straordinaria settimana passata in quel di New York per la WrestleMania week, ho finalmente avuto l'occasione di tornare a godermi del wrestling dal vivo grazie alla Italian Wrestling Association lo scorso 7 settembre.

Prima di iniziare, vi ricordo che per qualunque chiarimento, critica o altro, potete contattarmi attraverso la mail [email protected] Sarà mio piacere poter interagire con ognuno di voi!

La IWA è una compagnia italiana, residente in quel di Frosinone e gestita da Diego Piacentini che dal 2017 è riuscito a portare in scena ben undici eventi e dando vita a diversi seminari come l'ultimo con Rory Gulak (fratello del Drew in WWE) durante i tapings di IWA Smash TV.

Proprio riguardo queste registrazioni, la IWA ha deciso di dare vita al proprio show settimanale attraverso una serie di tapings, i quali episodi verranno pubblicati sul canale YouTube della compagnia.
Proprio questa circostanza mi ha fatto smuovere in maniera decisa, e quindi correre verso il Palasport Tecchiena per godermi uno spettacolo assicurato grazie a diversi incontri interessanti come Ricky Awesome vs Dave Blasco, il coinvolgimento di alcuni atleti europei come l'irlandese TJ Charles o addirittura la presenza del campione IWA, Karim Brigante accompagnato dalla sua splendida compagna di vita, Miss Monica, e infine grazie alla presenza di amici fidati come Matteo Pagliarella, Gabriele Marsella e Alessandro Tulelli, più semplicemente definibili come i miei compagni di mille avventure.

Dopo un lungo viaggio iniziato il mattino stesso, sono arrivato in quel di Sora (FR) intorno alle 15, per poi essere prelevato direttamente in stazione da Matteo con il quale sono accorso nel palazzetto per visionare le ultime preparazioni all'evento.
C'è da dire che la IWA sta investendo davvero tanto e si vede come la sua organizzazione stia creando qualcosa di importante e ben visibile anche nel prodotto in-ring. Se proprio dovessi fare una critica, la tale giungerebbe per la location. Il palazzetto è facilmente raggiungibile (in auto ndr), ben spazioso e con ottime visuali, ma talmente “grande” per una piccola realtà italiana, da far risultare il tutto più “spoglio” nonostante vi fosse una buona dose di pubblico. Per migliorare questo aspetto, bisognerebbe puntare su una struttura più compatta.
Le registrazioni iniziano intorno alle 19:30 con la presenza del sottoscritto e gli altri tre fedeli compagni a bordo ring. Vediamo diversi incontri interessanti (che a causa degli episodi che devono ancora essere trasmessi non posso svelarvi) che confermano la buona qualità del roster IWA e delle sue collaborazioni con MWF e la spagnola RIOT Wrestling (grazie alla presenza di Jorge Carranza).

Le vere attrazioni dello show, inutile negarlo, sono state Karim Brigante, Miss Monica, Ashley Dunn e il grande ospite della serata, Rory Gulak che ci ha permesso di farci vedere e capire come la tecnica sul ring sia nel DNA dei Gulak. Un atleta con esperienza, capace di caricarsi la gestione di un match e rafforzare il ruolo del suo avversario grazie alle sue ottime doti da heel. Senza alcun dubbio un professionista invidiabile che si è meritato i cori “Please come back” ai quali spero vivamente che Diego e lo stesso Rory diano ascolto.
Un profilo che mi ha impressionato molto, più che per la tenuta sul ring (buona) per il suo personaggio, è stato TJ Charles.
Performer irlandese con ottima attitudine nel vestire i panni del cattivo. Ho avuto il piacere di parlargli nel post show e capire come questa sua dedizione per il wrestling non sia solo un lavoro, ma anche la passione più grande della sua vita. Il suo obiettivo attuale è quello di calcare il ring della OTT (Over The Top Wrestling) e spero che un giorno ci riuscirà.
Successo che ovviamente auguro anche ai nostri compaesani, Karim e Monica. Due profili eccellenti, bravissimi praticamente in tutto e, come fatto per TJ, meritano anche loro un grande successo, con la speranza che la grossa quantità di show effettuati nell'ultimo anno tra America e resto d'Europa, sia solo l'inizio per entrambi.
Nel pensare e scrivere questi elogi ci ho messo tutta la mia sincerità, così come non vi nego che parole simili le ho espresse in passato solo per Red Devil (Fabio Ferrari ndr). Capirete bene che c'è un motivo se mi sbilancio in questo modo!
Magari l'NWA troverà occasione di richiamarli (se vi siete persi il loro debutto nella compagnia, recuperate il 70th Anniversary della National Wrestling Alliance), così come Impact o ROH potrebbero dar loro un opportunità. Chi li ha visti dal vivo sa che le mie parole sono verità, per questo motivo movimentiamoci (magari attraverso i social) e facciamo notare a più persone possibili che anche in Italia abbiamo qualcuno di valido e capace per questo business.

Una giornata di wrestling sana che consiglio di vivere a tutti con la IWA, una piccola realtà che mi ha fatto capire ancora una volta come il wrestling in Italia può e deve avere futuro. Complimenti a Diego e a tutti coloro che hanno speso ore di lavoro per la realizzazione della prima sessione di tapings TV di IWA Smash.
Ogni evento servirà per crescere, loro stanno ingranando e solo il tempo ci dirà se stanno andando verso la direzione giusta. Nel frattempo ognuno di noi, se e quando può farlo, è chiamato a sostenerli (discorso valido anche per altre piacevoli realtà con cui sono a contatto, come per esempio Rising Sun e Mayhem).

Concludo con un ultimo ringraziamento per i miei compagni d'avventura; Matteo, Gabriele e Alessandro che ho potuto riabbracciare e con i quali ho avuto piacere di godermi alcuni sketch davvero divertenti come urlare e mimare il coro “Ho gli sci!”. Eventi del genere ti danno l'occasione di riconciliarti con chi vuoi bene e di vivere momenti spassosi, come per esempio la nostra lunga cena nel McDonald di zona (cosa che non vi racconterò, mi divulgherei troppo e da buoni membri della THE OS “The Only Sensualution”, la nostra pazzia è un dato di fatto!).
Grazie davvero a tutti! Sempre grato.

Have A Nice Day… YEAH!

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
15,042FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati