Intervista a Karim Brigante e Monica Passeri #64

Cari lettori di Tuttowrestling.com ben ritrovati con un nuovo speciale del nostro sito.

In questa occasione mi sono mosso per intervistare due nomi nostrani nel panorama del pro wrestling e molto conosciuti anche negli Stati Uniti D'America, vi sto parlando di Karim Brigante e Miss Monica.
Come già riportato nella nostra newsboard tempo fa, in Abruzzo stanno andando in scena le riprese inerenti un documentario sulla carriera di Monica Passeri (Miss Monica ndr) e quella del suo compagno. I due hanno fatto visita a Pizzoferrato (CH), il paese d'origine di Bruno Sammartino lo scorso agosto e sarà davvero curioso visionare il prodotto che ne verrà fuori.
Conobbi personalmente Karim Brigante nella conferenza stampa del 27 gennaio 2015 nel centro commerciale Roma EST, giorno e luogo in cui ebbi l'onore di intervistare il due volte Impact Wrestling World Heavyweight Champion ed ex NXT Champion, Bobby Roode.
Ma adesso basta chiacchiere e passiamo alla vera nota interessante di questa rubrica, l'intervista.

Aldo Fiadone: Quali differenze avete notato nel mondo indipendente americano ed in quello italiano, in cosa possiamo migliorare nel nostro paese?

Karim Brigante/Monica Passeri: “Le differenze ci sono e sono molte. Purtroppo non sono due prodotti paragonabili anche se l'Italia sta migliorando.
In America esiste da più di 100 anni, in Italia no. In America è un business, in Italia no. In America c'è l opportunità di lottare nelle indy se sei bravo anche 3/4 volte a settimana, di guadagnarci e di farti notare da altre federazioni, in Italia no. In America la benzina costa 3 volte di meno ed è più facile spostarsi da show a show e per il promoter di conseguenza trovare i soldi per rimborsare la macchina.
La differenza più grande tra America e Italia probabilmente sono le opportunità, la visibilità, i soldi che ci girano e la presenza di più gente che ti può aiutare, indirizzare e consigliare professionalmente nel ring e fuori.
Sicuramente si può migliorare frequentando scuole professionali, avere un allenamento adeguato, essere aperti alle critiche ed ascoltare chi ha più esperienza con umiltà e intelligenza.
Questo vale anche per promoters, bookers, arbitri, manager e ring announcers.
La strada è lunghissima ma si può e si deve percorrere.”

AF: Il wrestling web ha avuto uno sviluppo importante grazie all'avvento dei social, nel bene o nel male oggi è molto più semplice riuscire a trovare eventi o compagnie indipendenti nel nostro paese, ma cosa serve per riuscire ad avvicinare l'Intera community anche nelle piccole compagnie?

KB/MP: “Bisogna dare alla gente un buon motivo per uscire da casa, spendere i loro soldi, comprare il biglietto e in caso viaggiare per raggiungere l'evento.
Ora ogni fan di wrestling ha uno smartphone e può guardare tutto il wrestling del mondo quando vuole, bisogna dare loro un buon prodotto di qualità per motivarli a venire, fare pubblicità, creare “Hometown heroes”, bookare e scrivere lo show come si deve con atleti preparati e usare nel modo giusto questa grande arma che abbiamo nel 2017 che sono i social media.”

AF: La vostra carriera sta avendo un impatto importante sia in Italia che in America, in molti vi definiscono come la coppia italiana meglio conosciuta negli USA. Oltre al duro lavoro e all'immensa determinazione e passione, chi vi ha supportato nel vostro tragitto?

KB/MP: “Innanzitutto per noi è un grande piacere e onore essere definiti così. Ci siamo sempre sostenuti a vicenda anche nei momenti più difficili e non abbiamo mai smesso di credere in noi stessi e nelle nostre possibilità. Anche le nostre famiglie ci hanno sempre supportati.”

AF: Quali sono i vostri prossimi obiettivi? C'è speranza di vedere uno di voi o entrambi in territori come Impact Wrestling, ROH o addirittura NXT?

KB/MP: “Ora siamo molto impegnati con il film, ma il 2018 sarà un anno ancora più interessante. Invitiamo tutti a seguirci sui nostri social media per vedere ciò che accadrà.”

AF: Di recente siamo venuti a conoscenza di un documentario che vi coinvolgerà e che parlerà delle vostre carriere. Argomento interessante al quale ogni fan di wrestling dovrebbe avvicinarsi. Questo film-documentario verrà trasmesso anche nelle reti nazionali prima o poi?

KB/MP: “Non sappiamo ancora dove sarà trasmesso, questo dipenderà dalla produzione. Il regista Cristiano Di Felice e la produzione credono molto nel film ed è un grande fan della nostra storia. Siamo molto felici che abbiano reputato la nostra storia personale e professionale degna di essere raccontata.
Con questo docu-film vogliamo contribuire ad indottrinare i media e l'Italia in generale al wrestling. L'Italia deve imparare a conoscere, riconoscere e rispettare il pro wrestling. Speriamo con la nostra storia e con questo film di poter dare un contributo.”

AF: La prima volta che incrociai Karim fu nello show EPW ft. TNA (L'attuale Impact Wrestling ndr). Cosa si prova a condividere lo spogliatoio con professionisti del calibro di Bobby Roode, Magnus, Tayn Terrell e Madison Rayne ed in che rapporti sei rimasto con la compagnia?

KB/MP: “Provo molto rispetto e ammirazione, è sicuramente una buona occasione per avere feedback interessanti. Harley Race ti insegna a camminare a testa alta e a poter stare in maniera professionale e tranquilla in qualsiasi tipo di backstage.
Credo di essere rimasto in buoni rapporti, non li sento da parecchio ma non abbiamo mai avuto problemi, gli auguro il meglio.”

AF: Per quanto riguarda Monica, ti abbiamo vista prendere parte ad un episodio di Monday Night RAW in cui hai affrontato Nia Jax. Oltre ad essere un grande traguardo personale e per la nostra nazione cosa si prova a lottare nella più grande conpagnia di wrestling al mondo e lavorare quindi per Vince McMahon anche se solo per un evento?

KB/MP: “È stata un'emozione e un'esperienza bellissima di cui vado molto fiera anche se ho sempre detto che è stato solo un punto di partenza.
È stato un grande onore rappresentare l'Italia in WWE e spero di poterlo fare ancora in futuro.”

AF: Il prossimo show IWA vi vedrà impegnati nuovamente nel nostro paese. Perché ogni fan “nostrano” non dovrebbe perdersi per nulla al mondo questo show?

KB/MP: “Sarà un gran bello show!
Karim andrà contro Chris Steel in un No Holds Barred match e cercheranno di portare un match di alto livello con innovazioni mai viste in Italia, l'anno scorso fecero un match definito da molti il miglior match italiano vs italiano di sempre e sicuramente vorranno superare quel match, Monica (che è ancora la campionessa WLW ma il titolo non sarà in palio) lotterà contro Laura Di Matteo, un'altra italiana che si sta facendo valere in Europa e rischia di essere veramente un gran bel match femminile, continueranno anche lì le riprese del nostro film, ci saranno ospiti stranieri e un buon roster italiano.
Date una possibilità a questo show, non ve ne pentirete!
Per qualsiasi informazione o per comprare i biglietti contattate Diego Piacentini su Facebook (che sta cercando veramente di fare qualcosa di buono),inoltre sarà probabilmente la nostra ultima data in Italia, vi aspettiamo!”

AF: Continuerete ad effettuare date nel nostro paese o, nel breve periodo, vi dedicherete esclusivamente al territorio americano?

KB/MP: “Ora stiamo dedicando tempo per le riprese del film, ma presto torneremo negli USA. La nostra carriera e la nostra vita è lì.
Non escludiamo tuttavia di fare qualche altra data in Italia in futuro.”

Dopo questa piacevole chiacchierata, non posso far altro che ringraziare questi due straordinari atleti ed augurare loro il meglio per le proprie carriere, nella speranza che un giorno compagnie importanti come WWE, Impact Wrestling o ROH possano accorgersi di quanto potenziale ci sia anche nella nostra nazione.
D'altro canto, la speranza risiede anche nel wrestling web e nel popolo italiano che dovrà migliorare molto e concentrarsi anche su quel prodotto che non per forza dev'essere marchiato WWE. Seguire tutti gli scenari indipendenti è particolarmente difficile, in particolare per il tempo a disposizione, ma seguirne un paio dedicandosi anche, per esempio, ad Impact Wrestling e ROH (Per il panorama americano) è già un inizio. Così come per RPW, Insane Championchip Wrestling, PROGRESS, sono solo alcune di quelle compagnie che vi consiglio per la loro spettacolarità nel lottato in particolare.

Concludo questa intervista con un saluto che Karim Brigante ha voluto dedicare al nostro staff e tutti i lettori del sito di wrestling #1 in Italia, Tuttowrestling.com.

Un ringraziamento speciale a tutti.
E' stato un piacere fare quest'intervista con voi!
Vi invitiamo a seguirci su tutti i nostri profili social: Facebook: KarimBrigante MonicaPasseri
FB fan page: Karim Brigante & Miss Monica “The Roman Dynasty”
Instagram: romandynasty
Twitter: @MonicaPasseri
@Karim_Brigante
YouTube channel:
KarimBrigante&MissMonicaRomanDynasty
Se volete comprare una nostra maglietta e supportarci potete farlo sul nostro store online di Pro Wrestling Tees :
http://www.prowrestlingtees.com/wrestler-t-shirts/romandynasty.html

(Spediscono in Italia)

Grazie a tutti, ci vediamo per chi vorra il 3 Dicembre a Frosinone agli studi di Extra TV per l'evento della Italian Wrestling Association!
Volevamo inoltre aggiungere che la IWA ha aperto l'unica scuola nel Lazio con il ring fisso e invitiamo tutti gli aspiranti Wrestlers a darli un'occhiata, il ring è essenziale per la preparazione di un pro wrestler, non perdete quest'occasione.
Ciao!!

Appuntamento al prossimo speciale e, qualora vogliate restare sintonizzati con il sottoscritto, con il prossimo numero dell'Impact Planet ed il WWE Planet disponibile la prossima settimana.

Have A Nice Day 🙂

Aldo Fiadone
Newser ed editorialista per Tuttowrestling.com dal 2015; Founder e conduttore del podcast Pro Wrestling Culture; Dal 1999 amante di Sting e le sue gesta.
14,919FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati