The Other Side #60 – Wrestling Buffet

WRESTLING BUFFET

E' decisamente un mese ricco di eventi se si è un appassionato di Wrestling. Nonostante il caldo che ci perseguita ormai da mesi sembra che NJPW, WWE e AEW si siano messe d'accordo per allietarci Agosto sfornando una serie di eventi uno dopo l'altro che dovrebbe lasciarci soddisfatti alla fine di tutto ciò. Dico dovrebbe perché soddisfare il palato del wrestling web è missione tendente all'impossibile ma con l'offerta che ci apprestiamo ad avere le probabilità di avere qualcosa di buono sono comunque alte.

Inizia la WWE con la doppietta TakeOver Toronto e Summerslam. Più guardo nello specifico questi eventi più ci vedo una suggestiva commistione di elementi passati, con elementi futuri ed anche alcuni match nella card sembrano protendere verso quella linea di pensiero. Siamo nel 2019, Trish Stratus e Goldberg dovrebbero essere elementi ormai superati da tempo, dico questo col massimo rispetto verso quello che i performer in questione hanno dato al business, non vedo come una vittoria contro di loro possa beneficiare allo status di Charlotte e Ziggler. Ha certamente meno possibilità di vincere Natalya contro la campionessa Becky Lynch, che purtroppo oltre al pop che si prenderà in casa, non penso possa ambire ad altro se non in un'ottica di fantasia aprire al ritorno della Rousey in WWE per riprendere i conti aperti con la Lynch. Abbiamo Rollins all'ultima chiamata per “bruciare al suolo” il regno della bestia, Ember Moon che sembra aver guadagnato una sorta di minima considerazione e un Ricochet VS Styles 2.0 che promette molto bene.

A fare da antipasto sarà TakeOver Toronto: NXT è sempre stato sinonimo di forza nuova, di libertà e voglia di osare. Sarà la prima volta di Candice LeRae in un palcoscenico importante, visto che IO è già rodata da quel punto di vista dalla sua carriera in Giappone. Gli Street Profits sono chiamati a confermare la fiducia nei loro confronti contro due cavalli di razza come O'Reilly e Fish mentre Cole e Gargano dovranno ancora una volta superarsi con una performance degna dei capitoli precedenti e che metta probabilmente il punto alla faida tra i due.

Dal canto suo la NJPW offre il G1 Climax, di cui vi ho già ampiamente parlato nello scorso numero. Il torneo è il piatto forte della compagnia nipponica che puntualmente ci offre ogni anno e in questa edizione troviamo veramente un sacco di top name su cui la compagnia può puntare nell'immediato futuro. Magari avere così tanti match in un lasso di tempo così ristretto stressa gli atleti in maniera significativa e mette in difficoltà lo spettatore nello stare al passo ma, per mia personale opinione, va fatto un plauso a Gedo e al suo booking team che ogni anno riesce a far in modo che anche midcarder o atleti relegati alla categoria di coppia possano avere lo spazio per risplendere. Un talento che molto spesso passa in secondo piano a causa di nomi più blasonati è SANADA. Il membro dei LIJ può vantare quest'anno una vittoria contro nientemeno che Mr Rainmaker in persona Okada, match assolutamente da recuperare se per caso vi fosse sfuggito, vista anche la storia pregressa tra i due ci troviamo in una situazione di pareggio e un terzo scontro tra i due durante la Road to Wrestle Kingdom è qualcosa da non lasciarsi sfuggire. Menzione d'onore la merita anche KENTA, tornato in Giappone dopo la parentesi sfortunata in WWE, ha avuto bisogno di alcuni match per iniziare a carburare e nonostante sia stato matematicamente eliminato dalla vittoria finale in quest'ultima giornata l'ex Hitami ha dimostrato ancora di poter dire la sua in un roster competitivo come quello della NJPW.

GRUPPO A
OKADA: 14 punti
IBUSHI: 12 punti

Sono questi i soli due nomi che possono giocarsi la vittoria finale del gruppa A e indovinate? L'ultima giornata vede proprio i due affrontarsi e ricordo ai meno familiari delle dinamiche del torneo, Ibushi vincerebbe comunque il girone nonostante il pareggio proprio grazie alla vittoria nello scontro diretto con Okada. Come sapete Ibushi è anche la mia pick per la vittoria finale del torneo tuttavia sono scettico sul fatto che la compagnia voglia riproporre lo stesso scontro al Kingdom specie se la Golden Star dovesse vincere il match. Ma sarebbe davvero epico se ciò si avverasse con tanto di intro personalizzata come già successo per Omega per lo stesso Kota ripercorrendo la bellissima frase “What did it cost? … Everything” stavolta però a parti invertite.

GRUPPO B
MOXLEY, GOTO, NAITO, WHITE: 10 punti
ISHII, YANO: 8 punti

Situazione in apparenza più movimentata ma escludendo tutti i possibili intrecci il match da osservare nell'ultima giornata è quello tra Naito e White. Moxley nonostante la partenza lanciata ha incontrato diversi ostacoli nel suo percorso che gli hanno fatto perdere diversi punti per strada e la leadership del gruppo. Il debutto di MOX in NJPW è certamente positivo, come prevedibile sembra difficile che la NJPW conceda uno spotlight così importante come la vittoria del girone ad un'atleta non di sua proprietà ma se davvero MOX può continuare a lavorare in Giappone allora è sicuramente un talento che va sfruttato. Chiamatelo scheggia impazzita, MOX, Ambrose, Death Rider, l'US Champion ha ben figurato contro il roster giapponese conquistando anche il pubblico specie per la sua divertente interazione con Shota Umino. L'ultima giornata presenta una situazione piuttosto intricata che si snoda tra i due match Moxley VS Goto e Naito VS White. Il vincitore si giocherà sugli scontri diretti: MOX ha già vinto contro Naito ma ha perso contro White, mentre White vanta già una vittoria sul Death Rider. Quindi se Moxley vince elimina Naito ancor prima che lui disputi il suo match, se invece la spunta il samurai sarebbe il leader del BC ad essere eliminato nonostante la rimonta compiuta dopo un inizio horror. Lo scenario più probabile a mio modo di vedere sarà una vittoria di Switchblade ed un pareggio o vittoria di Moxley nell'altro match in modo da consegnare l'accesso in finale a Jay e poi da lì si vedrà quali saranno i piani per il main event del Tokyo Dome.

Concludiamo questa carrellata con l'evento che chiuderà questo mese ovvero ALL OUT della AEW. La neonata compagnia dei fratelli Khan ha dimostrato con Fyter Fest e Fight for the Fallen di saper offrire dell'ottimo wrestling, personalmente ciò che mi aspetto da ALL Out è riuscire ad avanzare di livello spegnendo ogni critica residua che ancora si può avere sulla federazione. E' l'ultimo evento prima del debutto su TNT quindi è lecito aspettarsi i botti in un'arena notoriamente esigente come quella di Chicago. Da quello che vedo i Bucks e Cody stanno facendo tutto nella maniera corretta dando spazio ad ogni categoria: adoro particolarmente i video che regolarmente escono in preparazione al prossimo Big Event o agli spezzoni su BTE dove vengono presentati i volti del roster spesso con un tocco personale che riesce a portare l'empatia verso il lottatore ad un livello più profondo. Nella ultima Road to All Out siamo venuti a conoscenza dei piani per la divisione femminile, anello più debole rispetto agli altri della AEW. In attesa che la campionessa venga incoronata durante l'inizio dello show televisivo la prima sfidante verrà stabilita da una nuova Casino Battle Royal. Magari il fatto di riproporre questa stipulazione a così breve distanza dalla prima potrebbe far storcere il naso, tuttavia credo sia il modo migliore per presentare nuove atlete al grande pubblico sia parte del roster sia indipendenti da testare in attesa di un futuro contratto. Il video ha già mostrato nomi di tutto rilievo: Ivelisse, Jazz e Teal Piper. La portoricana è stata tenuta prigioniera da noie contrattuali legate a Lucha Underground, il suo approdo in AEW sarebbe un'iniezione di livello per l'intera divisione, Jazz è la veterana che non fa mai male, mentre la scommessa è Teal Piper. Si, Piper è quel cognome che non puoi non riconoscere, la ragazza è la figlia del grande Roddy Piper che farà il suo debutto sul grande schermo. Non so se la ragazza ha esperienza sul ring, ma di certo vederla in azione crea una certa curiosità. Non è chiaro se queste tre siano sotto contratto o lo verranno messe nel prossimo futuro ma un altro paio di innesti potranno sicuramente giovare e dare una direzione più definita ad una divisione ancora troppo povera e scarna. Unica preghiera: spero sinceramente di non vedere Brandi modello Stephanie McMahon che si inserisce in ogni match abusando del suo potere tanto per diventare campionessa. Shawn Spears è un altro personaggio che ha beneficiato enormemente dei video di presentazione, l'affiancargli una leggenda del calibro di Tully Blanchard valorizza il suo character e il suo match con Cody nato dalla tremenda sediata rifilata dal ex Perfect Ten ai danni del minore dei Rhodes. Basta poco per mettere in condizione un'atleta di far bene. L'AEW ci sta riuscendo con Spears, pur non trattandosi di un fenomeno di atleta, ci poteva riuscire anche la WWE invece che limitare la sua overness ad un semplice coro ma evidentemente si è optato di scegliere altre strade. Occasione persa in casa Stamford.

Passa quasi in secondo piano menzionare quanto in fretta siano andati a ruba i biglietti per l'evento, la fiducia per la compagnia c'è e il pubblico sta dimostrando di chiedere qualcosa di diverso. Nonostante Vince stia cercando di denigrare l'AEW definendola una compagnia votata al “sangue e budella”, Cody è fermamente convinto a continuare per questa strada e così deve essere. ALL OUT deve essere l'evento in cui la AEW si afferma e pianta i piedi all'interno del panorama nostrano di wrestling. Il pubblico vuole un'alternativa, l'AEW vuole essere un'alternativa, tocca a noi ora accoglierla come tale con tutte le credenziali messe sul piatto da quest'ultima.

Poi magari da settembre ognuno di voi potrà tornare a guardare ciò che più gli aggrada ma questo mese è fatto su misura per togliersi le etichette dalla schiena e allargare la propria visuale perché averne una estremamente limitata è fuorviante per l'individuo stesso e la fruizione di un prodotto che può essere bello in diverse sfaccettature. Perciò almeno per una volta godete ciò che vi offre il menu sulla tavola senza troppi pensieri, passato, presente e futuro si alterneranno sotto i nostri occhi in un mix che promette di farci rilassare e magari pure divertire.

Grazie a tutti coloro che hanno speso i minuti del loro tempo per leggere questo numero. Sperando sia stato di vostro gradimento Captain Phenomenal 1 vi augura buone vacanze.

15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati