The Other Side #53 – The New Kingdom

Bentornati a tutti in questo primo numero dell'Other Side del 2019. Ci eravamo lasciati con le aspettative per Wrestle Kingdom 13 ed ora che è andato in scena è più che giusto tirare le fila di come la NJPW è entrata nel nuovo anno. Wrestle Kingdom da anni è sempre il crocevia della compagnia: il culmine massimo delle storyline unito a l'inizio di nuovi capitoli ed anche questa volta non è stato da meno. Captain Phenomenal 1 vi porta quindi nel dettaglio con l'analisi ufficiale del PPV.

NEVER 6 MAN TAG TEAM GAUNTLET MATCH: 6
VINCITORI: Toru Yano, Togi Makabe & Ryusuke Taguchi

Match che ha decretato i nuovi n°1 contender ai never openweight tag team titles. Match che ha sostituito la classica New Japan Rumble e da una parte è un peccato perché il match è sempre stato sinonimo di divertimento e di sorpresa per alcune entrate. Tuttavia il livello degli atleti era piuttosto alto: Suzuki, Scurll, Goto, Cobb, Beretta e Chuckie T solo per citarne alcuni, il che ha contribuito ad avere un match comunque piacevole dove tutti i team hanno avuto il loro momento di gloria. Match si piacevole ma senza momenti da ricordare in particolare.

KOTA IBUSHI© VS WILL OSPREAY: 7,5
VINCITORE E NUOVO IWGP NEVER OPENWEIGHT CHAMPION: Will Ospreay

Primo cambio di titolo di tanti in serata ed è un peccato. I due avevano l'opportunità di scaldare il pubblico e la missione è stata pienamente portata a termine, d'altronde parliamo di due fenomeni indiscussi. Personalmente mi dispiace il fatto che la compagnia non sembra puntare su Kota nel lungo termine, forse per la sua volontà di non legarsi in maniera esclusiva. In un certo senso Ibushi ottiene meno di quanto valga e mi aspettavo che Will diventasse campione dopo una serie di match più lunga tra i due. Come prima uscita le premesse ci sono, spettacolarità e dinamismo la fanno da padrone ma ho avuto la sensazione che mancasse qualcosa, tipo altri 5-6 minuti di match che avrebbero legato meglio la storia e reso di più l'uscita in barella del giapponese a fine match. La commozione rimediata da Kota deve aver indotto a tagliare qualcosa ma non ho dubbi che un eventuale rematch possa essere ancora migliore.

SUZUKI GUN© VS ROPPONGI 3K VS BUSHI & SHINGO TAKAGI: 6,5
VINCITORI E NUOVI IWGP Jr TAG TEAM CHAMPIONS: Bushi & Shingo Takagi

Match molto corto ma sostanzialmente ben combattuto. Giusto il cambio perché serviva valorizzare l'ingresso di Takagi nei LIJ con una vittoria importante, Atleti come Shingo e Sho dei Roppongi 3K sarebbero già da alzare di categoria solo per un fattore di corporatura ma dopo l'uscita dei Bucks dalla divisione serve un lavoro importante di rivalorizzazione di tutta la categoria. Bene per il momento ma sul futuro bisogna lavorare.

TOMOHIRO ISHII© VS ZACK SABRE Jr: 7
VINCITORE E NUOVO RPW CHAMPION: Zack Sabre Jr

La Rev Pro si prende la sua vetrina al Tokyo Dome con tanto di presentazione della nuova cintura che Sabre si è portato a casa. In sede di presentazione mi sono soffermato di come questa edizione del Kingdom sarebbe stata all'insegna del rinnovamento e questi risultati vanno in questa direzione. Nel giro di 2 anni la compagnia nipponica ha lavorato molto su Sabre rendendolo al pubblico un'atleta sadico e spietato a buona immagine di Suzuki. Far cedere Ishii al Kingdom è sicuramente un attestato di stima da parte dei piani alti verso il Technical Wizard. Onore allo Stone Pitbull come sempre per essersi messo al servizio di Sabre facendo risaltare le qualità del britannico nel più classico degli scontri di forza bruta e volontà contro tecnica sopraffina.

GUERRILAS OF DESTINY© VS YOUNG BUCKS VS EVIL & SANADA: 6,5
VINCITORI E NUOVI IWGP TAG TEAM CHAMPIONS: Evil & Sanada

Vale in parte lo stesso discorso fatto per il triple threat della divisione dei pesi leggeri. Questo show ha visto l'addio dei fratelli Jackson e, nonostante possano piacere o meno, i Bucks davano spessore prima alla categoria jr e poi a quella dei pesi massimi per il breve periodo in cui vi hanno militato. Un altro fattore che ha influito negativamente sul match è stata la costruzione visto che si tratta di un rematch della World Tag League con un inserimento abbastanza gratuito dei fratelli Jackson che fino a quel momento non avevano incassato la loro clausola di rematch titolato contro i GOD. L'incontro è piacevole, ben combattuto ma manca quella componente epica necessaria del grande evento. Sanada è stato l'MVP dell'incontro, divertente Tama Tonga nel voler passare da bravo ragazzo, mentre i Bucks sono una garanzia di spettacolo. La vittoria solidifica Evil e Sanada come tag team di successo e soprattutto tra i più longevi, ma appunto tolta la garanzia dei Bucks bisogna crearne di nuove.

CODY© VS JUICE ROBINSON: 5
VINCITORE E NUOVO IWGP US CHAMPION: JUICE ROBINSON

Con le voci sempre più insistenti sulla nascita della AEW già l'esito del match era pressoché scontato, in più ci aggiungiamo che i due non si sono per niente trovati sul ring e il pubblico totalmente disinteressato ne fanno un mezzo disastro. Troppe le interferenze di Brandi, unite all'over acting esagerato di Cody creano un incontro lento e troppo spezzettato. Lo stile rasenta quello americano ma è comunque trasmesso male e i problemi al ginocchio di Cody sono solo una piccola attenuante e a nulla vale la doppia Pulp Friction con cui Juice ha schienato l'American Nightmare nel tentativo di ravvivare il pubblico. Cody saluta e Juice rimane con il compito di elevare il prestigio del titolo.

KUSHIDA© VS TAJI ISHIMORI: 7
VINCITORE E NUOVO IWGP Jr HEAVYWEIGHT CHAMPION: TAJI ISHIMORI

Purtroppo l'imminente addio di Kushida credo abbia condizionato il match perché si ha la sensazione che sia una vittoria arrivata un po' per caso. Sicuramente col titolo ora Ishimori dovrà trovare una sua dimensione come entità singola e non unicamente legata al Bullet Club. I due potevano fare di più ma anche qui il passaggio di consegne non è avvenuto al meglio, bel match ma nulla di cui ricordarsi nel giro di qualche mese.

OKADA VS JAY WHITE: 8
VINCITORE: JAY WHITE

Si chiedeva una prova convincente da parte di White e credo che l'abbiamo avuta. Non so se davvero la compagnia punta sul ragazzo perché ci creda davvero o perché la perdita di Kushida e Omega li stia portando ad insistere sul ragazzo quasi in maniera spasmodica. Son dettagli, ma credo che finalmente i miglioramenti si vedano, specie battere Okada al Kingdom è un attestato enorme di fiducia. L'anno di White è stato pazzesco: Tanahashi, US Title contro Omega, nuovo leader del BC ed ora Okada, la volontà di rendere White un Main Eventer è palese. Mi aspettavo una vittoria sporca frutto di tante interferenze ed invece il Rainmaker ha perso in maniera pulita. White sembra molto più a suo agio nel personaggio e nelle mosse dello Switchblade che sembrano quasi cucite ad hoc, straordinario poi come riesce a connettere la Blade Runner ad qualsiasi posizione cosa che gli ha portato la vittoria. White deve ancora migliorare poco ma sicuro, non stiamo parlando di un fuoriclasse come Okada ma se consideriamo il suo debutto contro Tanahashi l'anno scorso e il match con Okada ora, i miglioramenti ci sono stati.

CHRIS JERICHO© VS TETSUYA NAITO: 7,5
VINCITORE E NUOVO IWGP INTERCONTINENTAL CHAMPION: TETSUYA NAITO

Che Jericho abbia letto lo scorso editoriale? Perché, in questo caso è riuscito davvero a sorprendermi presentandosi al Kingdom tirato a lucido per il match. Ho trovato l'incontro molto più godibile rispetto al precedente di Dominion, Y2J si attira heat usando in maniera oculata gli oggetti mentre Naito è meno “tranquilo” del solito e punta di più alla sostanza del match segno che si è tenuto conto della continuity nel tempo con un Naito che conscio degli errori di Dominion stavolta evita di perdersi nel provocare il canadese eccessivamente. Naito ci mette velocità e tecnica, Jericho carisma e sostanza mescolando bene stile americano e giapponese. Naito quindi riconquista la cintura e probabilmente vedremo ancora Chris in NJPW per sue stesse parole magari contro Tanahashi. Un Jericho con voglia di lavorare e con libertà creativa è sicuramente un valore aggiunto. Bene così.

KENNY OMEGA© VS HIROSHI TANAHASHI: 9
VINCITORE E NUOVO IWGP HEAVYWEIGHT CHAMPION: HIROSHI TANAHASHI

C'è tanto da dire di questo match. Grazie ad Omega ed Okada la NJPW ha davvero posto in alto il livello di aspettative dei propri match tanto che un bel match rischia di essere non apprezzato ma quando hai due fenomeni il risultato può lasciare soddisfatti. Già l'entrata di Kenny ha aperto un mondo di considerazioni, non solo ti strappa un sorriso perché Kenny è un avido gamer ma la scelta di Hopes and Dreams e il titantron hanno una miriade di messaggi neanche tanto nascosti. Kenny, colui che vuole cambiare il mondo del wrestling, o meglio sogna e ha la speranza di farlo si scontra col boss finale della sua esperienza in NJPW nientemeno che l'ACE in persona. Il simbolo di un'era che Kenny vuole superare ma non vi riesce. Se ad inizio match dicevo che Kenny era heel e Tanahashi il face alla fine queste mere distinzioni svaniscono perché l'Ace prova al mondo di non essere superato e con un match di orgoglio e cuore vince contro il giovane rampante che in fondo sta già cambiando il mondo comunque. Merito anche a Omega per essersi calato nella parte di far risaltare Tanahashi ma nel farlo si è illuminato lui stesso provando che The Best Bout Machine non è un nickname scelto a caso. Troppi i simbolismi per non far credere che non fosse il canto del cigno di Omega, ma il canadese se ne esce alla grandissima probabilmente diretto verso l'AEW.

VOTO FINALE: 7

Confermo quanto detto qualche settimana fa. WK13 è stata un'edizione che ha simboleggiato un passaggio di testimone in maniera preponderante come mai prima d'ora. Non è stata la migliore delle edizioni ma è chiaro che perdite come Omega, i Bucks e Kushida spingono la compagnia a dover proporre in maniera massiccia nuovi nomi che riempiano il vuoto lasciato da questi grandi atleti. Dal Dome, Tanahashi ne esce come unico punto fermo mentre attorno a lui si stanno formando i nuovi top player della compagnia: White, Ospreay, Sabre su tutti. Non siamo in una situazione di pericolo questo è certo ma nel 2019 la NJPW deve essere in grado di mostrare ai fan di essere in grado di cambiare pelle piuttosto velocemente mantenendo i suoi alti standard qualitativi. E se a questi si aggiungesse una collaborazione con l'AEW, la NJPW potrebbe ancora contare su un'Omega sempre più punta di diamante del panorama del wrestling ammesso che il canadese raggiunga davvero Jacksonville. Ma ancora non ci è dato saperlo per certo.

Termina questa review di Wrestle Kingdom 13, fatemi sapere cosa ne pensate qui sotto nei commenti e siete d'accordo o meno con me. Io vi ringrazio per la lettura e vi do appuntamento al prossimo numero. Ciao!!

15,655FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati