The Other Side #33 – Power Struggle for the Tokyo Dome

POWER STRUGGLE FOR THE TOKYO DOME

Salve a tutti, qui per voi c'è Captain Phenomenal 1 al debutto del timone dell'Other Side, in co conduzione con Riccardo Tiberi. La nostra rotta guarda ad est esattamente, verso la NJPW e verso Wrestle Kingdom 12 che, per chi ancora non ne fosse al corrente, equivale alla Wrestlemania della controparte americana perciò vediamo di fare luce sulla situazione che vige adesso in casa NJPW ormai a pochi mesi dal loro evento di punta.
King of Pro Wrestling è stato l'evento che ha portato ai maggiori spunti di interesse anche in ottica futura.

IL DEBUTTO DEI ROPPONGI3K
Per chi fosse familiare con il modus operandi della NJPW saprà allora che la compagnia punta gran parte del suo potenziale sul lottato e non sull'intrattenimento, le storyline sono relegate a conferenze prima e dopo gli eventi o intuibili tramite una serie di match tra 2 contendenti che si sviluppano nel tempo. Ciò comporta, che almeno per quanto riguarda le categorie jr ed heavyweight tag team e non, si segua la linea: me, you, title match arrivando ad un pinball tra le cinture specialmente tra i Bucks, Roppongi Vice, Funky Future e i vari team passati in Oriente. Il debutto dei Roppongi3k è quantomeno una ventata d'aria fresca nella categoria dei team “leggeri”. L'idea nasce dall'uomo che vedete a centro foto, Rocky Romero, di creare un nuovo team dalle ceneri dei Roppongi Vice di cui egli stesso faceva parte insieme a Baretta salito di categoria. Il repackage quindi di Sho e Yoh, ormai ex Tempura Boyz, potrà portare un po' di linfa nuova alla categoria che al momento oltre ai Bucks vede solo i Funky Future appunto (Ricochet e Taguchi). Sho e Yoh sono atleti validi che con l'aiuto di Romero come manager possono sicuramente crescere e migliorare ancora, come vedete il debutto dei due è stato vincente e sono i nuovi campioni di coppia. A Power Struggle avremo la finale del SuperJunior Tag Tournament che con ogni probabilità ci consegnerà gli sfidanti dei Roppongi3K per Wrestle Kingdom.

WILL OSPREAY DIVENTA IWGP JR HEAVYWEIGHT CHAMPION
Sarò sincero, credevo questo momento arrivasse molto prima. Penso che siamo tutti d'accordo nel dire che l'inglese sia uno dei migliori flyer in circolazione, giovanissimo, forse pecca di carisma e di voler “strafare” eccessivamente nei suoi match con acrobazie belle ma fondamentalmente inutili. In quest'ultimo match di Will, ho visto un miglioramento da questo punto di vista: più interessato a raccontare una storia e a vendere meglio possibile il lavoro di KUSHIDA ai suoi arti. Certo, di strada c'è n'è ancora da fare ma si nota un'evoluzione dell'Ospreay lottatore e ciò gli è valso giustamente la vittoria della cintura che ripeto, credevo avvenisse molto prima, visto l'inserimento nei CHAOS ad opera di Okada stesso. Su Kushida c'è poco da dire, una garanzia a 360°, per impegno e dedizione alla causa ma il cambio titolato era giusto per smuovere le acque di una divisione fin troppo dominata dal giapponese. Ospreay, non ha potuto festeggiare molto comunque, prima Hiromu Takahashi poi Marty Scurll sono intervenuti a candidarsi come sfidanti. Il “Villain” col suo spezza-dita classico ha messo fuori gioco il membro dei LIJ ergendosi quindi come unico sfidante. I due si conoscono a fondo, avendo già regalato perle in terra britannica e non, sono sicuro non deluderanno neanche a Power Struggle. Il Villain sembra poi godere di un buon seguito in Giappone, nonostante sia fresco di debutto effettivo in NJPW, non è da escludere già il passaggio di cintura ma se fosse per me porterei questi due nello scenario del Tokyo Dome, sarebbe meritato per entrambi.

RAINMAKER VS INGOBERNABLE
King of Pro Wrestling ha confermato le prime sensazioni uscite dal G1 Climax di quest'anno. Okada e Naito saranno nel Main Event di Wrestle Kingdom 12. Sia lo sfidante, sia il campione hanno difeso i loro rispettivi status contro ISHII e EVIL. Partiamo da un presupposto, non ci poteva essere match più grande di questo con buona pace di Kenny Omega parcheggiato con una cintura che sembra tenerlo in un limbo più che innalzarlo veramente per quanto fatto vedere con Okada. Naito, vince e convince, letteralmente rinato come leader dei LIJ e soprattutto amato dallo stesso pubblico giapponese che per anni lo aveva rifiutato come top player della compagnia. Tutto è ancora più ampliato dal fatto che i giapponesi non sono soliti apprezzare comportamenti irrispettosi verso cinture o avversari da loro stessi compatrioti, quindi questo dimostra quanto la carriera di Naito sia cambiata, ironicamente più amato da heel che da face. Ishii è da sempre un avversario ostico, che poteva insidiare Naito dopo averlo battuto nel G1 Climax, ma così non è stato quindi così come il match di Ospreay consiglio la visione di Naito Vs Ishii. Dall'altra parte abbiamo Okada, campione e performer dall'indiscusso valore. Cosa dire del Rainmaker? Sconfitto Tanahashi al Kingdom di due anni fa consacrandosi ormai leader indiscusso della compagnia, autore sempre e comunque di match di livello assoluto, anche con un performer solido come Evil si trova ora davanti la sua più grande sfida. Per Naito c'è da vendicare la sconfitta di WK8, mentre Okada deve mantenere il suo ruolo di ACE indiscusso della compagnia, sarà un match da non perdere.

GOLDEN STAR VS LEGEND
Per sapere il futuro di questo titolo dobbiamo aspettare Power Struggle, il rientrante Ibushi va all'assalto della leggenda Tanahashi. Atleti di valore assoluto, sfortunato Ibushi che a causa di troppi infortuni ha ottenuto meno di quel che meritasse in carriera. Credo che l'esito del match risieda nel fatto delle intenzioni dello stesso Kota, che ha rifiutato la Wwe per via del calendario troppo fitto di impegni a cui avrebbe dovuto sottoporsi fisicamente, se la Njpw gli garantisse un calendario più light allora potremmo avere un nuovo IWGP IC Champion molto presto il che consentirebbe a Tanahashi di prendersi del tempo libero per curare i suoi infortuni visto che ha combattuto tutto il Climax con un bicipite lacerato e credo lo stia ancora facendo. Complimenti a Tanahashi che in questo caso non sarebbero mai abbastanza, di una professionalità unica e dedizione encomiabile alla causa.

OMEGA'S BURDEN?
Attualmente Kenny Omega per me è un grosso punto di domanda. Quella cintura, a mio parere, gli è stata data come premio di consolazione per non aver battuto Okada al Kingdom dopo una performance pazzesca. Intendiamoci, vedere campione IWGP sarebbe cosa dovuta e meritata per un lottatore che nell'ultimo anno si è sempre esibito ad altissimi livelli, ma quella cintura che porta è più un peso che un vanto. Certo, il suo match con Juice Robinson di Destruction è stato ottimo ma poi? Al momento il leader del Bullet Club non ha avversari per il Kingdom, potrei supporre un Kota Ibushi per WK12 uscito perdente da Power Struggle visto il passato che lega i due e sarebbe magnifico, i due probabilmente regalerebbero una perla … ma per un titolo che strizza l'occhio al mercato americano? Mi stona e non poco. Da quanto traspare sembra che il contratto di Omega scada a settembre 2018, se dovessi prendere il posto di Gedo farei uscire Naito vincente dal Kingdom e impostare la rivincita della finale del Climax di quest'anno proprio fra Omega e Naito e dare al leader del club il merito di qualche mese con la cintura massima se davvero decidesse di non rinnovare ma in tutto questo la cintura attuale deve perderla … ma contro chi? Elgin? Sabre? Onestamente non lo so.

Queste ovviamente sono solo umili considerazioni personali riguardo alla situazione attuale, torniamo quindi in America con rotta puntata verso la ROH di cui se ne occuperà Riccardo Tiberi. Grazie per l'opportunità concessa di far parte dell'Other Side.

Ciao a tutti amiche ed amici di TuttoWrestling, qui con voi il sottoscritto, Riccardo Tiberi, pronto a fare un'analisi della federazione della quale si occupa ogni settimana, ovvero della Ring Of Honor.

Prima di tutto un sentito ringraziamento a chi mi ha dato la possibilità di essere qui oggi a scrivere alcune opinioni sulla ROH, purtroppo con la NJPW sono un pò indietro causa impegni ma vedrò di rimettermi in pari, ringrazio quindi il mio collega Luigi per essersene occupato lui.

Apriamo il discorso ROH con la fine di Death Before Dishonor, il PPV andato in scena il 22 Settembre, un PPV che ha mostrato buone cose con 4 match molto interessanti e un resto della card…non proprio da PPV. Diciamo che la ROH da qualche anno sta facendo fatica, salvo rare occasioni i match sono buoni ma nulla di chè, alcuni match in PPV sono riempitivi e non troppo interessanti, insomma, la federazione attuale non è paragonabile a quella di alcuni anni fa, causa anche il continuo acquisto WWE dei talenti ROH…speriamo che questo trend si interrompa e che il 2018 sia di buon auspicio per la ROH.

RING OF CODY
Attualmente la ROH gira tutta intorno a lui, il campione e volto principale della ROH, Cody! Il ROH Champion ha mantenuto il suo titolo contro Minoru Suzuki in un match…”strano”?! 13 minuti circa di match in cui i primi 3-4 se ne sono andati via per Mind Game continui e inutili di cui francamente in ROH non ne sento il bisogno, soprattutto nel Main Event. Un match che poi non è mai veramente decollato e che si è concluso con una Cross Rhodes “Outta Nowhere”…insomma dalla ROH ci aspettiamo tutti di più.
Cody è un buon wrestler, ha un'ottima mic skill e presenza scenica, però per la scena Indy deve assolutamente migliorare la parte sul ring, perchè il lottato è troppo ancorato allo stile WWE.
Fatto fuori Suzuki, e Sanada durante i Global Wars svolti nella metà di ottobre, chi sarà il prossimo? I fan vorrebbero Dalton Castle, nome fresco in ROH che solo una volta ha avuto la possibilità di andare per il ROH Title(precisamente contro Christopher Daniels) e con il quale Cody ha già iniziato una storyline durante il tour inglese; a mio avviso forse a Castle manca ancora la credibilità per sconfiggere Cody (cosa che attualmente in ROH ha solo un nome, Lethal, ma ne parleremo più avanti), beh vedremo cosa ci riserverà la federazione.
Quanto a Suzuki, prestato dalla NJPW, è stata iniziata una rivalità con Silas Young che lo ha visto trionfare durante i Global Wars, vedremo se la ROH ha intenzione di continuarla o semplicemente è finita così.

<img border="0" src="https://s1.postimg.org/7sx2ksmpov/mcmg.jpg
“>

TOO CITY
Capitolo Tag Team, DBD ci ha regalato i nuovi ROH Tag Champions, i Motor City Machine Guns, un Tag Team non nuovo, che è stato “buttato” nella mischia senza una vera e propria storyline ma che sul ring in pochi possono eguagliare. Shelley & Sabin sul quadrato sono formidabili, tantissime varianti di combinazioni tutte rapidissime tra loro che per il sottoscritto durante i report sono una vera e propria “bestia nera” stargli dietro. Certo gli Young Bucks per me attualmente sono inarrivabili per tutti, molti potranno dire che fanno sempre le solite mosse(il che è vero, ma solo in parte) però cavoli, che manovre fanno? Ma li avete visti? Io ogni volta che li guardo resto sbalordito e ormai sono diversi annetti che li seguo! Il loro match a DBD è stato un buonissimo match che consiglio a tutti di vedere, l'unica cosa che mi è piaciuta meno è stata l'interferenza degli Addiction, ma a livello di storyline ci può stare.
Chi sono i prossimi sfidanti? Sicuramente un team che vedremo coinvolto per i titoli in futuro saranno proprio gli Addiction, mentre per il presente gli War Machine hanno reclamato la loro title shot(non faccio spoiler ma il loro match si è svolto durante i tapings ROH), insomma la divisione Tag della ROH è forse la divisione più sana e più in forma della ROH attualmente.
E i Bucks? Attualmente i Bucks insieme al compagno del BC, Hangman Page, sono impegnati con i 6 Man Tag Team Titles, titoli di cui forse non sentivamo il bisogno ma che la ROH ha voluto introdurre seguendo l'esempio della NJPW. Ecco grazie al Bullet Club questi titoli potrebbero trovare importanza, il problema è la quasi mancanza di avversari, archiviati Bully Ray e i Briscoes e battuti durante Global Wars il Kingdom, gli avversari sembrerebbero finiti…possibile che il Suzuki Gun possa invadere l'america? Vedremo.


UN KING PER IL ROH TV
Il ROH TV Title ha finalmente un King, ovvero Kenny King! E' infatti lui a togliere la cintura a Kushida, wrestler per il quale, ammetto, non nutro simpatia, non che non sia bravo sul ring, anzi il piccoletto se la cava molto bene…semplicemente non riesco a tifarlo, lo trovo privo di carisma, presenza scenica e look. Non ho capito il senso di dare a Kushida il titolo che era di Maty Scurll, wrestler di cui mi sono innamorato subito dal suo approdo in ROH(prima avevo visto poco su di lui). Tornando a King gli scenari per il suo prossimo avversario sono molto aperti, Mark Briscoe è il n°1 Contender, dietro di lui sono pronti Shane Taylor, Punishment Martinez(che ha concluso con successo la sua faida con Jay White in un match veramente molto bello a DBD), Josh Woods e Silas Young(anche lui vittorioso nella sua faida con Jay Lethal a DBD)…la lista non è affatto breve e le emozioni sono assicurate!

NO MORE BULLY?
Bully Ray ha detto addio alla sua attività da lottatore, l'età, gli infortuni e il suo stile sempre estremo hanno portato l'ex WWE ad una condizione di scelta forzata, ovvero quella del ritiro. Attualmente non sò se questo ritiro è definitivo, c'è chi dice di sì e chi no, resta il fatto che ha scritto pagine indelebili nel wrestling e quindi nel caso in cui la sua decisione fosse definitiva sarebbe una perdita importante.
Jay Briscoe, colui che in chiave storyline ha costretto al ritito Bully Ray, sembra non aver digerito bene la scelta del fratello, Mark Briscoe, di portare aventi una carriera da singolo…feud in vista tra i due fratelli?

INIEZIONE NON LETALE
Capitolo Lethal. Jay è uscito sconfitto dal suo feud con Silas Young, il Last Man Standing Match ha visto il “Last Real man” vincitore (seppur con l'aiuto in più occasioni di Beer City Bruiser). Young attualmente sembra intenzionato ad optare per il ROH TV Title dopo un tentativo per i 6 Man Tag Team Titles avvenuto insieme a Beer City e alla mai nata alleanza con Suzuki(come ho già detto i due poi si sono scontrati a Global Wars)…mentre per Lethal qual è il futuro? Il futuro di Lethal dovrebbe prevedere una breve storyline con gli Addiction, Lethal e Kushida dovrebbero far coppia, ma speriamo che nel prossimo ci sia qualche feud ai piani alti perchè per me tenere fuori Jay dal titolo ROH per più di un anno è uno spreco, considerando che in ROH non ci sono più nomi come Adam Cole, Bobby Fish o Kyle O'Reilly.

E' tutto per questa edizione dell'Other Side, nel salutarvi, ringraziamo nuovamente tutti quelle che hanno dato la possibilità a Luigi e a me di scrivere questo editoriale, noi vi diamo l'appuntamento al prossimo numero sempre su TuttoWrestling.Com, io ne approfitto invece per darvi l'appuntamento a domani con un nuovo episodio del ROH TV, Ciao!

14,934FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati