GPOrder #87 – Speciale Tour Milano

Vedere uno dei più grandi palazzetti italiani come il Forum di Assago assolutamente pieno per una tappa della WWE è una cosa che fa davvero estremamente piacere, sotto ogni punto di vista. Fa piacere perché significa un buon stato di salute del movimento in Italia, ma anche perché, e non finirò mai di ripeterlo, la cosa più bella del vedere il wrestling dal vivo a mio avviso è proprio condividere una passione che invece normalmente è maledettamente più elitaria.

Alzi la mano, infatti, chi non è rimasto assolutamente contento della serata di wrestling trascorsa a Milano indipendentemente dalla qualità dello spettacolo. Il divertimento è certamente guardare John Cena e soci, ma anche poter tifare per loro dal vivo, poter condividere tutte le emozioni di un incontro di wrestling con altre migliaia di appassionati piuttosto che con i pochi amici dal vivo o peggio ancora esclusivamente sul web. E' quello che fa la differenza, non mi stancherò mai di ripeterlo e sarà sempre il fattore che mi spingerà a sobbarcarmi qualsivoglia trasferta pur di esserci. Quando poi hai anche la fortuna di essere affiancato da un gruppo di pazzi costituito dagli altri staffer del sito presenti più il gruppo al completo del nostro podcast, il Wrestling Cafè, allora il concetto potete anche raddoppiarlo o triplicarlo..

Per la prima volta da diverso tempo, la WWE ha voluto fare tappa in Italia per due tour consecutivi, e considerati i numeri a Milano (dove stimiamo intorno ai 10/12 mila spettatori) non è da escludere che anche ad Aprile sarà inserita una o più tappe dalle nostre parti. Questa volta, a differenza della scorsa dove furono fra le prime, le date italiane sono cadute in conclusione del tour, e possiamo garantirvi che questo ha un impatto non indifferente sulla possibilità che i wrestler hanno di esibirsi al meglio, considerando il numero ravvicinato di tappe e soprattutto i continui spostamenti. Basti pensare come i lottatori dopo aver raggiunto Milano tramite spostamento notturno abbiamo fatto poi la stessa cosa per raggiungere Bolzano. Come dire tre esibizioni senza una “vera” notte di sonno. Come è andata dal punto di vista qualitativo? Proviamo a buttare giù un mini Stamford Report per l'occasione..

Sheamus sconfigge Luke Harper: 7
Tecnicamente il miglior match della serata. Sufficientemente lungo e ben lottato dai due, l'incontro ha fatto ben più che il suo dovere nello scaldare i tifosi in apertura. Impressionante la stazza di Harper e soprattutto Rowan dal vivo.

Jack Swagger sconfigge Curtis Axel: 6,5
Anche qui meglio del previsto, sebbene i due non siano riusciti a raggiungere lo standard qualitativo del match di apertura. Autentica ovazione del pubblico per Swagger, e divertenti Axel e Colter a cercare lo scontro.

Los Matadores ed El Torito sconfiggono Slater Gator e Hornswoggle:6
Match come da copione molto comedy, specie nella fase iniziale che ha visto i due midget scontrarsi nel ring e coinvolgere l'arbitro in qualche sketch. Poco altro francamente il resto, di fatto sacrificato come detto alla parte comedy. Francamente vedere El Torito prendersi il tag da un compagno in difficoltà da qualche minuto e fare piazza pulita di tutti e tre gli avversari è una cosa che farò sempre fdatica ad accettare, ma tant'è…

Big Show sconfigge Rusev per squalifica: 5
Delusione della serata: il match di fatto non decolla mai, si mantiene molto statico ed assai poco coinvolgente, a parte per le solite rumorosissime chop di Big Show. Rusev naturalmente non può certo perdere, e Show è troppo over con i fan per perdere a sua volta, e dunque viene fuori questo finale per squalifica che è un mediocre epilogo di un mediocre match. Insulso anche il post-match, con l'assalto di Herny che poi crolla in modo onestamente goffo e assai poco credibile al KO punch di Big Show. Di fatto l'attenzione l'ha catalizzata più Lana che tutti e tre i wrestler messi assieme..

AJ Lee e Brie Bella sconfiggono Nikki Bella e Paige: 5,5
Match penalizzato dallo scarso minutaggio, che ha visto ergersi Paige a protagonista assoluta, nel pubblico e sul ring. Sottotono invece sia la sua compagna di coppia che – sorprendentemente – la campionessa AJ. Scontato il forfeit di Brie forzato dalla sorrella Nikki, così come il finale con la distrazione di Brie che ha permesso ad AJ di vincere.

Kofi Kingston e Xavier Woods sconfiggono The Miz e Damien Mizdow: 6,5
Il voto è la giusta media fra un match modesto e l'incredibile performance comedy, con Mizdow assoluto mattatore del pubblico italiano. La sua capacità di risultare davvero divertente nel copiare i movimenti di The Miz ha fatto sì che perfino un pubblico decisamente mark come quello presente a Milano lo abbia tifato, unico fra gli heel esibitisi a Milano. Il resto è francamente poco più dell'ordinaria amministrazione, ma davvero ben pochi avevano gli occhi nel ring se non per vedere che cosa Mizdow avrebbe replicato pochi istanti dopo sull'apron o fuori ring.

John Cena sconfigge Seth Rollins in uno street fight match: 6,5
Non vedrete mai, dico mai un main event di un house show con John Cena andare diversamente da questo. Senza telecamere, infatti, viene massimizzato il concept dietro al personaggio di Cena, cosa che sappiamo quanti danni abbia spesso fatto a telecamere accese: il cattivo di turno prende il controllo, domina, fa malissimo, ma i suoi assalti sfiorano la vittoria, ed una reazione improvvisa e veemente dell'eroe senza macchia e senza paura lo porterà alla vittoria. Tuttavia si tratta di un copione che da sempre si sposa con gli house show (vorreste davvero mandare a casa la gente con l'eroe che perde? Senza necessità di storyline alcuna non essendo in TV? Impossibile!) e che soprattutto non è negativo a prescindere, se e solo se si sposa con un incontro ben costruito e ben combattuto. Ebbene il main event da questo punto di vista ha comunque detto la sua: qualche colpo con la sedia, tavolo in frantumi.. insomma il giusto compromesso fra la naturale esigenza di non forzare e qualche minimo compromesso per far felici comunque gli spettatori. Rollins ha ottima carisma nel ring ed al microfono, e lo ha dimostrato conducendo bene la contesa e sapendo anche attirare l'antipatia dei tifosi. Cena di suo non lo dobbiamo certo descrivere oggi, ha fatto il suo compito di main eventer face mettendoci il minimo dello sforzo fisico ma il massimo della dedizione. Il risultato a consuntivo è un main event solido, che non farà certo gridare al miracolo ma che sicuramente non avrà deluso gli spettatori.

Show: 6,5
Pur se di livello leggermente più basso rispetto a quello della scorsa primavera (ma probabilmente il motivo lo abbiamo già detto, ovvero la calendarizzazione della tappa all'interno del tour), la WWE ha saputo mettere su uno show in ogni caso godibile, compatibilmente anche con la necessità di dividere in due un roster già rimaneggiato dalle assenze. Il pubblico più maturo e smart, in ogni caso in decisa minoranza, magari avrebbe anche gradito qualche innesto da NXT, ma a conti fatti lo show ha comunque offerto quasi tre ore contenenti tutti i principali spunti di interesse del wrestling, dalla tecnica al comedy, passando per quel minimo di extreme visto nel main event. Non sarà certo un pay per view né soprattutto ha pretese di esserlo, ma di certo ha risposto alle aspettative del caso, ed è senz'altro un merito.

Terminata l'analisi più “seria” dello show, è il momento della nostra top ten, chiaramente Kliq-oriented. Purtroppo la nostr arubrica non esiste più ormai da un pezzo, ma almeno in occasione del tour italiano qualcuno dovrà pur sopperire alla loro assenza no? Partiamo dunque da…

VOTO 10 A…. DAMIEN MIZDOW
Avete mai riso in tv nel vederlo imitare Miz? Bene, dal vivo riderete dieci volte tanto! Mizdown da solo è valso tutto il prezzo del biglietto, è riuscito nell'impresa di farsi tifare da tutti, smart o mark, giovani e meno giovani, e soprattutto zittire e divertire anche i vari accompagnatori dei mocciosi intenti a ricordarci dall'altro della loro saggezza che le botte se le stavano dande per finta. MVP dello show, a masi bassissime!!
SILENCE!

VOTO 9 A… LANA
I risultati li avete letti, i giudizi anche, ma a noi tutti resta ancora un dubbio: ma davvero c'è stato un match fra Rusev e Big Show? Perché noi tutti, ma proprio TUTTI eravamo leggermente distratti da altro…

Con il chiaro intento di confermare il nostro doveroso elogi a sì tale perfezione, riportiamo il dialogo avvenuto a bordoring fra GP ed un bimbo di non più di 9-10 anni (ovviamente con maglia di Cena Annessa): “Rusev perderai! Lana fai schifo” “Bimbo caro, puoi dire tutto, ma proprio tutto, ma Lana fai schifo proprio no! Un giorno crescerai e capirai la bestemmia che hai detto..”
MADRE RUSSIA!

VOTO 8 A…LE BELLAS
Come ad ogni tappa italiana dei vari tour, la WWE organizza un meet & greet per i componenti italiani del proprio street team, ovvero una sessione di foto ed autografi con due superstar fra quelle che ovviamente si esibiranno. Il resto è ovviamente affidato alla fortuna, nel senso che le due superstar a caso possono essere di valore più o meno elevato, senza mai arrivare ai main eventer ma quantomeno evitando i megajobber. Ebbene immaginate, dopo due edizioni consecutive con Aksana (almeno nell'ultima accompagnata da Damien Sandow), la faccia della nostra nutrita rappresentanza nel gruppo in questione nel vedere le superstar selezionate questa volta: Nikki e Brie Bella! E' naturalmente emersa tutta la natura più becera del nostro gruppo del Wrestling Cafè, che come vedete nelle foto si è esibito in pose fra l'imbarazzato e l'allupato degne di nuovi Pietro Pacciani in erba!

E dopo queste due foto che raffigurano le Bellas svolgere con nobiltà ed altruismo il loro ruolo di assistensi sociali direi che possiamo tranquillamente passare oltre…
TENETE LE MANI AL LORO POSTO!

VOTO 7 A… GIULIA E LA REFLEX WANNABE
Diciamo la verità, al pubblico italiano la security permette praticamente di tutto: ammassarsi alle barriere, occupare i corridoi.. l'unica regola è che non ci sono regole! Tranne che per la reflex di Giulia, la nostra vicina di posto per questa serata, alla quale l'inflessibile security ha imposto di non usare ulteriormente la propria reflex, naturalmente ignorando le numerose altre che si sono viste a bordoring. Per il resto della serata, dunque, alla malcapitata Giulia è rimasta una minuscola macchina digitale, ribattezzata affettuosamente dal sottoscritto reflex wannabe, che naturalmente aveva ben più scarsi mezzi specialmente per lo zoom, e dunque aveva bisogno di una posizione più ravvicinata per scattare al meglio. Poco male, Giulia aveva un posto in prima fila e dunque non sarebbe stato un problema… appunto, sarebbe, visto che la consueta orda di conquistadores (no i due mitici jobber degli anni 80 non c'entrano) faceva sì che muovendosi anche con una sola frazione di secondi di ritardo al termine di un match la prima fila diventasse la dodicesima! Come risolvere? Semplice, affidandosi ad un team di pronosticatori esperti, ovvero il suo amico Simone, il sottoscritto ed il buon Daniele Carletti, pronti a segnalarle con preziosi secondi di anticipo la sicura imminente fine di un match. Ci abbiamo preso? Naturalmente si! I malpensanti altri staffer hanno immediatamente fatto notare come se non si fosse trattato di una adorabile fanciulla ben difficilmente ce ne sarebbe importato qualcosa, ma lasciamo pure perdere queste cattiverie e maldicenze che lasciano il tempo che trovano! A questo punto speriamo anche che le foto siano venute bene! Giulia e Simone mandatecene qualcuna, siamo curiosi!
VAI ORA, VAI ORA!

VOTO 6 A…. I NOSTALGICI DELLA KLIQ
Nel consueto giro a caccia di cartelli ci siamo imbattuti anche nei nostri amici nostalgici della Kliq, che direttamente da Bergamo hanno voluto ricordare a tutti quando la rubrica satirica più satirica della satirica del Wrestling Web manchi un po' tutto.

L'assoluta nobiltà di questo cartello avrebbe meritato un voto assai più alto, tuttavia appena tolto questo è apparso anche quest'altro, con la battuta più agghiacciante di sempre..


ARIDATECE LA KLIQ!

VOTO 5 A…LA COMPRENSIONE DELL'INGLESE IN ITALIA
E' perfettamente comprensibile che non tutti possano comprendere a parlare un inglese fluente, anche perché per alcuni componenti del pubblico era evidente come già l'italiano sia stato uno scoglio evidentemente insormontabile. Ma è davvero possibile che la stragrande maggioranza del pubblico del forum non fosse minimamente in grado di capire praticamente nessuna parola pronunciata al microfono senza traduzione? Le parole della Garcia, gli ordini impartiti da Nikki e Brie, perfino l'annuncio dell'intervallo! Seth Rollins nel main event ha provato il possibile, parlando al microfono con una lentezza incredibile, ma non è bastato nemmeno questo! Un problema non indifferente in futura ottica Network, considerato che il suo contenuto non è doppiato e dunque interamente in lingua originale. E il coro “Scimus” non si può sentire..
IO NO SPICH INGLISC!

VOTO 4 A…I REGALI DI COMPLEANNO
Avete voglia di stupire un amico appassionato di wrestling regalandogli qualcosa di VERAMENTE speciale? Copiate pure ciò che abbiamo fatto per il nostro Dario Lilloni, che avendo festeggiato il compleanno pochi giorni prima della tappa di Milano del tour ha ricevuto in occasione dello stesso il suo favoloso regalo di compleanno:

Proprio così, le action figures “rumblers” di Big Show e Mason Ryan insieme alla foto autografata di “Orlando Jordan”! Immaginate la faccia del festeggiato all'apertura del pacco..
HAPPY COMPLEANN!

VOTO 3 A… ERIK GANZERLI E LA FAME NEL MONDO PARTE 2556
Come di consueto dopo ogni house show a Milano, la compagnia di Tuttowrestling si è trasferita alla vicina Wiener del centro Milanofiori, dove per l'ennesima volta i nostri staffer hanno dato prova di infischiarsene accuratamente del problema della fame del mondo. Il campione in assoluto? Ovviamente lo stesso della volta scorsa, di due volte fa, tre volte fa e così via: Erik Ganzerli! Questa volta il nostro conduttore del Wrestling Cafe si è mantenuto alquanto leggero, cominciando con un tris del cancelliere seguito da una cotoletta gigante con ovvio contorno di patate fritta, e per concludere una coppa gigante di gelato al cioccolato con panna e nutella per concludere. Prestazione sottotono rispetto alla solita media..

PREGHIERE, CREDERE IN SE STESSI E PRENDERE CARBOIDRATI

VOTO 2 A…I REGALI DI COMPLEANNO PARTE DUE
Credevate che al povero Dario fosse capitata la sorte peggiore? Lo credevo anch'io, prima di aprire il mio regalo di compleanno: le action figures rumblers di Ryback e Rey Mysterio (la prima action figure di Ryback della storia, come la confezione orgogliosamente ricorda), il polsino e la fascia per la fronte di John Cena, ovviamente di un adorabile color verde. Vi risparmio ogni commento e prometto ai miei adorabili amici di dimostrare loro tutto il mio affetto ricambiando allo stesso modo alla prima occasione utile!

CENA SUCKS!

VOTO 1 A.. I CARABINIERI IN SERVIZIO AL FORUM
Ore 19 circa, arriva come di consueto Lara della WWE per fare l'appello dei partecipanti allo Street Team, in prossimità di uno dei cancelli di ingresso al Forum. Attorno a lei dunque si collocano le circa 15/20 persone che dovranno entrare per il meet & greet, quando all'improvviso dal nulla sbuca fuori un solerte carabiniere, che non voce ferma e decisa chiede “Che cosa ci fare qui? Non si può stare!”. Naturalmente poco o nulla il solerte individuo aveva fatto per fermare i numerosi ed invadenti bagarini attorno all'arena, ma noi eravamo chiaramente molto più pericolosi! In effetti potevamo essere scambiati per terroristi date le maschere di Bray Wyatt, per antagonisti sociali, per giovani dei centri sociali ed altre categorie da sempre pericolosissime, ben più dei delinquenti! Emblematica la faccia di Lara, che incredula si chiedeva con lo sguardo “ma cosa vuole questo qua?”
LA BENEMERITA!

E con questo ultimo voto del countdown è davvero tutto per questo speciale, con la speranza ovviamente di poter assistere nuovamente ad una tappa italiana già nel prossimo tour di Aprile; al momento nulla è stato annunciato, ma i già citati numeri decisamente positivi in quel di Milano fanno davvero ben sperare. Come di consueto grazie, veramente grazie a quei pazzi del pubblico che hanno partecipato con me ai cori, a quelli che ci hanno salutato, chiesto una foto o semplicemente ci hanno fatto i complimenti per il sito, è un qualcosa di sinceramente emozionante alla quale non riuscirò mai ad abituarmi!

PS
Ci tenevo a rivolgere un particolare saluto, un in bocca al lupo per tutto ed un pubblico ringraziamento per compagnia come sempre qualificata e squisita allo stesso tempo a Stefano Benzi. Me lo concederete, e sono sicuro sarete a dir poco tutti d'accordo con me.

Giovanni Pantalone
Super appassionato di wresting dagli inizi degli anni 90, al punto da vedersi, tra WWE e Impact, una trentina di Pay Per View e show televisivi dal vivo in giro per il mondo. Si occupa da sempre di tutta la parte tecnica del sito, compresa la App e la gestione del Forum, ma non disegna sporadici editoriali e comparsate nei podcast.
14,815FansLike
2,615FollowersFollow

Ultime Notizie

Decretato il vincitore del G1 Climax 30

Il G1 Climax 30 è agli archivi: scopriamo chi si è aggiudicato il torneo assicurandosi un posto nel main event di Wrestle Kingdom 15.

Wrestle Kingdom 15 si svolgerà in due serate

Decidendo di ripetere quanto fatto quest'anno, la NJPW ha annunciato che anche Wrestle Kingdom 15 si svolgerà il 4 e 5 gennaio 2021 al Tokyo Dome.

I 10 programmi più visti in settimana sul WWE Network

Nuova classifica dei programmi più visti sul WWE Network, guidata da uno speciale sull'edizione 2016 del Draft.

Gli Young Bucks parlano del primo anno di Dynamite e dell’impatto del COVID-19 sulla AEW

In un'intervista rilasciata a 411 Mania, i fratelli Jackson hanno parlato del lancio della AEW e di come hanno dovuto affrontare il COVID-19.

Articoli Correlati