Velveteen Dream rompe il silenzio, e contrattacca i suoi accusatori

Dopo la notizia del suo licenziamento, Velveteen Dream non aveva di fatto rilasciato alcun tipo di dichiarazione al riguardo. Questo fino a pochi minuti fa, quando l’ex atleta della WWE ha pubblicato sul suo account social una lunga dichiarazione.

Nelle sue parole, Velvetten Dream entra nel merito delle pesanti accuse di molestie sessuali che gli sono state rivolte nell’aprile del 2020, e che hanno di fatto portato al suo recente licenziamento. Dream è stato licenziato dalla WWE venerdì scorso, dopo essere stato fuori TV sin dalla sconfitta contro Adam Cole nel dicembre 2020.

Il comunicato di Velveteen Dream

“Le accuse del 20 aprile 2020 hanno effettivamente distrutto tutto il ‘momentum’ che stavo vivendo nella mia carriera professionale. E alla fine hanno portato alla conclusione del mio rapporto con la WWE. Il mio nome è Patrick Clark, non The Velveteen Dream. Velveteen Dream è un personaggio, che ho cercato per anni di portare in vita e sviluppare. Il successo del personaggio di Dream, dipendeva in gran parte dalla kayfabe, dalla mia capacità di offuscare Patrick Clark di Tough Enough con questa personalità esagerata.

Il personaggio è stato concettualizzato il giorno in cui Prince è morto, il 21 aprile 2016. Non sapevo nulla di lui in quel momento, ma il mio pensiero era che avrei potuto usare la mia interpretazione di Prince per creare una personalità sullo schermo molto diversa da quella che sono come persona. Velveteen Dream: un Divo sessualmente ambiguo, fluido di genere, egocentrico. E man mano che ho imparato di più su Prince, ho iniziato a domare alcuni aspetti del personaggio. Aspetti che ritenevo eccessivi e incoerenti con chi fosse Prince come artista. Ora, prima di dismetterlo, vi dirò che mi sono piaciute le tante storie che ho potuto condividere davanti alle telecamere, e sono grato alle tante persone che si sono fidate di me circa la loro sicurezza e la loro salute.

Grazie a tutti voi che vi siete divertiti e mi avete permesso di essere il mio personaggio, che voi siate tra quelli che hanno pagato un biglietto per vedermi o piuttosto che quelli che si sono avvicinati a me guardandomi tra gli scaffali dei negozi Walmart. Il mio obiettivo era fornirvi la stessa via di fuga dalla realtà che mi è stata offerta quando ho iniziato a guardare [questa disciplina]. Il mio lavoro era interpretare un personaggio e aiutare a far progredire le trame e la partecipazione per i fan chesceglievano di sintonizzarsi sui nostri programmi. Prendo sul serio qualsiasi lavoro che ho, motivo per cui sono rimasto in silenzio su queste accuse. Per me affrontare le voci avrebbe significato compromettere ulteriormente la capacità di vendere un personaggio in cui ho investito così pesantemente. Dopo essere stato accusato, mi è stata data l’opportunità di essere in una storyline che è durata alcuni mesi e ho lavorato in alcuni segmenti estranei all’arco narrativo, ma ora mi sento a mio agio in questa posizione, e posso condividere con voi alcuni dettagli sulle accuse.

La sua ricostruzione

La notte del 20 aprile, dal mio account di Instagram verificato, ho postato una storia ai miei follower per far loro sapere che la possibilità di ricevere messaggi privati (DM – ndr) era ora attiva. Ho ricevuto diversi messaggi, da quelli di supporto alle lamentele, ed altri ancora che mi chiedevano come iniziare una carriera nel wrestling professionistico. Ho risposto ad alcuni, ma non a tutti, e dei pochi a cui ho risposto un account mi ha accusato di molestie. L’account apparteneva a un aspirante wrestler di 17 anni Jaccob, prima che lo cancellasse.

Nella conversazione Jaccob ha condiviso il suo interesse a lavorare come wrestler un giorno, e ha chiesto quali passaggi sarebbero stati necessari. Ho inviato un breve elenco di cose che avrebbe dovuto considerare se fosse serio: Physique e Promo per iniziare. Fisico, perché come imprenditore indipendente nessuno ti farà allenare e mangiare in un modo che possa contribuire a crearti la corporatura necessaria ad un credibile wrestler professionista. E Promo, perché il nostro lavoro è vendere dei “drammi”. Non puoi fare affidamento su qualcuno che, facendo zapping tra i canali, possa fermarsi per l’interesse a guardare un combattimento coreografato; è più probabile attirare la loro attenzione fissando la telecamera e tenendo un monologo forte e appassionato di 30 secondi. Gli ho anche chiesto a quali scuole fosse più vicino in relazione al suo allenamento al wrestling, al suo peso e alla sua altezza.

Jaccob mi disse che si sentiva ansioso nel mandarmi un messaggio, e mi ha chiesto di provargli che fossi davvero io. L’ho trovato strano, perché il mio account ha un segno di spunta blu (il badge degli account verificati su Instagram -ndr), ma essendo stato anche io un fan da tutta una vita, ricordo bene i meet and greet da tifoso, o i giorni in cui messaggiavo i wrestlers sperando di essere notato da loro. Dunque ho attribuito questa sua richiesta all’innocenza, e ho inviato un messaggio vocale usando la mia voce da Velveteen Dream, per mantenere la kayfabe. Nel messaggio vocale completo, chiedevo a Jaccob della sua altezza, il peso, dove si è allenato e quale scuola ha frequentato. A questo messaggio Jaccob ha risposto con un messaggio vocale, e ho continuato a rispondere alle sue domande finché non ho concluso educatamente la conversazione. Il 21 aprile mi sono svegliato con notifiche e tag di screenshot e video, che mostravano una conversazione che con Jaccob che non ho mai avuto. Ho contattato immediatamente le relazioni con i talenti della WWE e gli uffici dei social media affinché avviassero un’indagine. E dopo le indagini, la WWE ha rilasciato una dichiarazione che conferma la mia innocenza.

La parte che mi ha ferito è stata vedere che una mia immagine privata, che ho usato nella mia vita personale, inserita sulle app ed utilizzata per etichettarmi come un predatore. Non sono affatto un predatore. Questa è la prima e unica volta che vengo accusato di molestie verso qualcuno.

La seconda accusa

Fino a quando non sono stato accusato di adescamento di minorenne da Joshua Fuller. A differenza di Jaccob, conosco Josh. Ho incontrato Josh dopo il mio periodo in Tough Enough (2015) a un meet and greet. E abbiamo sviluppato un’amicizia attraverso un istruttore in comune presso la GXW. Josh ha condiviso su Twitter gli screenshot della prima volta che abbiamo comunicato tramite messaggi (2016), un’immagine autografata di quando ci siamo incontrati e una storia estremamente contraddittoria.

Josh ha affermato che l’ho fatto sentire a disagio, ma si contraddice due volte dicendo che non sono mai stato sessualmente esplicito nei suoi confronti.

Per coloro che sono disposti a ricercare il tweet di Josh che mi accusa: i messaggi di Josh sono in blu e i miei in grigio. Josh ha affermato di essere un diplomato di 16 anni e che fa “viaggi annuali” con il suo amico a Orlando, FL. Dubitavo di quello che mi diceva, eppure ho mantenuto le mie risposte diplomatiche e professionali. La realtà della situazione è che sono stato molto disponibile e rispettoso nei confronti di Josh. Josh vive con i suoi nonni nelle zone rurali del Maryland meridionale. Josh ha avuto una commozione cerebrale (2017) e contro il mio consiglio, ha insistito per il wrestling. La mia preoccupazione proveniva dal fatto che si era ferito gravemente, in particolare al cranio. Gli ho suggerito di prendere una pausa dall’allenamento per vedere un medico. Ha rifiutato perché credeva di poter superare la commozione cerebrale e ho interrotto tutte le comunicazioni con lui nel 2018, perché non volevo essere parzialmente responsabile se avesse peggiorato il suo infortunio. Quindi, l’accusarmi di molestie perchè ho scelto di non aiutarlo è stato un suo dispetto.

Josh e Jaccob sono 2 delle MOLTE persone che ho aiutato. Eppure questi sono gli unici due che mi hanno trovato malizioso e molestatore nel mio modo di aiutare gli altri.

Ciò che non è stato ancora detto:

  • Josh Fuller ha contattato Jaccob sui social media prima che Josh esprimesse la sua accusa. Quando questa accusa è uscita, Josh Fuller ha temporaneamente cancellato il suo account Twitter @joshfullerpw
  • E’ un elemento importante, perché in tutta la confusione dei social media, Josh Fuller è l’unico che ha dichiarato che un’indagine non era stata fatta e che non era stato contattato.
  • Jaccob ha cancellato i suoi social media dopo essere stato denunciato per essere un membro di una chat di gruppo anti-neri.
  • C’è un forum pubblico, WWE Ipsg Stars, dove le persone acquistano, vendono e condividono foto e video espliciti di diversi lottatori; nessuno ha fatto nulla per far smantellare questo sito.

Tutto sommato, l’intera esperienza ha diffamato il mio personaggio e alla fine ha portato a ottenere ciò che volevano, ovvero vedermi licenziato. La mia speranza è che nel tempo le persone possano fare 2 più 2 e rendersi conto che tutte le accuse che mi circondano erano prive di fondamento e false fin dall’inizio. Sentivo fortemente di non dovermi difendere sui social media per un pò di tempo, ma capisco che il pubblico per cui lavoro e quelli che mi conoscono meritano chiarezza. Sono grato per le opportunità che mi sono state offerte e per i ricordi che ho maturato. DIO E’ SEMPRE STATO CON ME E SEMPRE LO SARA’. E’ UFFICIALE, THE DREAM TERMINA QUI.

MA Patrick Clark VIVE PER COMBATTERE NUOVAMENTE

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,681FansLike
2,613FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati