Kane-Intervistato su vari argomenti

Parlando al Times of India, in un'intervista in cui promuoveva un tour nel paese, Glenn Jacobs ha dichiarato di essere completamente diverso nella vita reale dal sadico personaggio che è il “suo” Kane.

“Kane è tutto quello che non sono io,” ha detto. “Ma penso anche che ciò che ha sempre attratto la gente a Kane è il fatto che abbia una sua profondità emotiva. La presentazione è eccezionale, è un grandissimo personaggio. La gente vede sempre che c'è qualcosa dietro tutto ciò che dice ed è questo a cui si legano. Io sono decisamente l'opposto. Non sono Kane di sicuro.”

Jacobs, che ha rappresentato un personaggio simile a Kane nel film del 2006 “Il Collezionista di Occhi”, sente che il suo coinvolgimento nel wrestling gli abbia insegnato come recitare.

Ha detto: “Non so se il wrestling porti naturalmente a recitare. Dipende dal singolo individuo. Abbiamo Dwayne [Johnson, ndr] che sta probabilmente facendo meglio di chiunque, ma è difficile dire se è qualcosa che è naturale che accada dopo il wrestling. Ovvio, recitare è quello che facciamo come parte dell'intrattenimento. Infatti, siamo più come una soap opera vista dal vivo.
Ho indossato una maschera per la maggior parte della mia carriera, ma questo mi ha aiutato in certe capacità che altra gente non ha. Una volta, qualcuno chiese a Robert De Niro cosa significasse per lui recitare e lui si mise una mano sulla faccia e disse ‘questo è quando sono arrabbiato', ‘questo è quando sono triste' e così via. Per tutto il tempo, la sua faccia non cambiò, ma si poteva vedere qualcosa che, cambiando, faceva capire le emozioni che stava esprimendo e potevi capire che cosa stava dicendo…”

Nel suo 21esimo anno da professionista, Jacobs sente di essere stato in grado di sopportare le difficoltà del wrestling mantenendosi in forma.

“Quello che facciamo è atletico, fondamentalmente. C'erano i giorni in cui la gente era enorme e massiccia e con la pancia, ma adesso dobbiamo essere in buona forma.
Dobbiamo avere una resistenza piuttosto buona. Sono stato abbastanza fortunato per quanto riguarda gli infortuni. Ne ho avuto di minori…
Bicipiti strappati, mani rotte… Sono i peggiori guai che possano capitare a chi è assillato dagli infortuni, ma io ho avuto cura di me stesso.”

15,040FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati