Jim Ross si dichiara favorevole all'uso di steroidi

Nell'utlima puntata del suo podcast “Grilling JR”, Jim Ross, parlando insieme a Conrad Thompson del tema della puntata, riguardante il periodo attorno al 2004-2005 del wrestling, ha clamorosamente aperto all'uso di steroidi, dicendo che sarebbe tutt'altro che contrario al'utilizzo di quella sostanza per migliorare le prestazioni degli atleti e creare introiti.

In un frangente JR ha provato a chiarire le sue posizioni dicendo: «Ascolta, è una performance artistica. Non è l'NFL e non sono nemmeno sicuro che sarebbe una me**a in NFL. Ha lo stesso pregiudizio negativo che si porta dietro la marijuana. Non sono stati accettati apertamente, non dalla massa… Non sono stati sdoganati abbastanza per arrivare la punto di far dire: “Ok, è tutto a posto”».

Thopson ha incalzato, per provare a capire come JR giustificasse tale posizione, di certo radicale rispetto alla maggior parte degli addetti ai lavori, o quantomeno ora più esposta. Ross ha così aggiunto: «Il punto, come direbbe Steve Austin [«The bottom line, as Steve Austin would say», ndr], è che molti soldi finirebbero nelle casse dello Stato che potrebbe usarli per la scuola, i libri e cose del genere [legalizzando gli steroidi]. E se quei soldi venissero usati per i bambini e per educare le persone o per le cure sanitarie, cose così, allora sarei favorevole. Facciamo girare i soldi, creiamo nuove entrate».

Oltre che un po' a sorpresa, la posizione espressa dal telecronista della AEW è quantomeno controversa. La maggior parte dei fan che ha ascoltato il podcast ha criticato quanto detto da JR. Nonostante gli steroidi siano visti di buon occhio da qualcuno, e nonostante altri pensino – come Ross – che il wrestling non debba sottoporsi agli stessi controlli di un vero sport, sono indubbi i danni derivanti dall'uso e dall'abuso di sostanze del genere. In passato, quando il wrestling si dotava di meno controlli, molti lottatori fecero le spese a livello fisico e mentale dell'utilizzo prolungato o eccessivo di steroidi, arrivando perfino a perdere la vita; proprio da allora, con sistemi come il Wellness Program della WWE, si è diffusa la consapevolezza del pericolo di certe sostanze e la cultura del rifiuto verso di esse. Inoltre la dannosità dell'utilizzo di ormoni sintetizzati è ampiamente riscontrata scientificamente, non solo nel mondo del pro wrestling.

Daniele La Spina
Una mattina ho visto The Undertaker lanciare Brock Lesnar contro la scenografia dello stage. Difficile non rimanere incollato. Per Tuttowrestling: SmackDown reporter, co-redattore del WWE Planet, co-presentatore del TW2Night!. Altrove telecronista di volley, calcio, pallacanestro, pallavolo e motori.
15,645FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati