Jim Ross parla di Adam Rose e Brooklyn Brawler

Jim Ross è tornato a scrivere sul suo sito ufficiale, e stavolta l'Hall of Famer ha parlato della sospensione di Adam Rose a seguito del suo arresto e del licenziamento di Brooklyn Brawler:

La sospensione di Adam Rose:“Mi ha reso triste sapere la notizia dell'arresto di Adam Rose, aka Ray Leppan, per disturbi domestici, che tra l'altro è avvenuto durante la sua seconda sospensione per il Wellness Program. Si possono solo immaginare i livelli di stress a cui quest'uomo è sottoposto, che comunque non gli dà assolutamente il diritto di aggredire sua moglie. Sono curioso di sapere quale sarà il suo piano B, visto che ogni wrestler dovrebbe averne uno, specialmente quando superano di molto i 30 anni. In che modo ciò è pertinente a questo incidente?

Quando i lottatori non hanno un piano B, spesso finiscono in uno stato di impossibilità a fare le cose. Per esempio, se io fossi Leppan, che è sudafricano, cosa farei per restare in America? Cosa posso fare per mantenere la famiglia? Come faccio a crescere per bene i miei figli ed essere il marito che mia moglie merita? Come riacquisto la mia autostima? Eliminare la sensazione di impotenza dalla mente di un talento è la primissima ragione per avere un efficace piano B. Il lavoro non dura per sempre, e neppure i soldi che questo lavoro porta. Se tutti quelli che si addentrano nel wrestling business lo capiscono, allora tutto ciò che fa parte di questa industria sarà meglio preservato.

Leppan non è una persona cattiva, ma apparentemente sta attraversando un periodo difficle, che merita la nostra comprensione. Ray ha un figlio con problemi, cosa che dovrebbe di per sè far riflettere chi di dovere, ma finora non è accaduto. Auguro di cuore alla famiglia Leppan di imparare da questa situazione, andare avanti con positività e stimolarsi reciprocamente. Non si tratta della carriera di qualcuno, si tratta di una persona che ha bisogno di prendere le giuste decisioni e curarsi della famiglia. Ci si aspettava la sua sospensione, dopo l'arresto. La WWE ha fatto ciò che doveva, senza dubbio.”

Il rilascio di Brooklyn Brawler:“Mi ha sorpreso sapere che la WWE e Steve Lombardi, aka Brooklyn Brawler non siano più associati dopo un rapporto di oltre 30 anni. Quando io ero in WWE, Brawler era una delle persone con cui era più piacevole lavorare, e spero che alla giovane età di 55 anni ce la faccia a cavarsela. Probabilmente, se Steve deciderà di scrivere un libro sulla sua esperienza in WWE ne avrà un sacco da raccontare, poichè le ha viste di tutti i colori. Quando l'ho sentito, stava bene ed era positivo, cosa che mi fa molto piacere.”

Dario Rondanini
Grandissimo appassionato di wrestling che segue dal 2003, grazie a Tuttowrestling ha avuto la possibilità di vedere dal vivo diversi show WWE e non. Si occupa dei report di Impact Wrestling, ma dà una mano un po' ovunque, anche con editoriali, podcast e news.
15,047FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati