Gli Young Bucks vogliono CM Punk nel Bullet Club

Gli Young Bucks, Nick e Matt Jackson, sono stati recentemente intervistati da Rolling Stone riguardo alla possibilità che l'ex WWE Champion CM Punk possa unirsi al Bullet Club. Di seguito le risposte dei due fratelli.

Nick: “Matt e io lo stiamo ripetendo in continuazione ultimamente: ci piacerebbe moltissimo lavorare con CM Punk. Penso sia solo questione di tempo prima che lui si renda conto di quanto manca al business. Non credo che capisca che i fan sarebbero felicissimi di riaverlo. Poter lavorare con lui aiuterebbe il business molto di più, ovunque ciò avvenisse. Sarebbe grandioso se riuscissimo a portarlo in Ring of Honor o in New Japan e fare qualcosa con lui. È uno dei miei obiettivi principali, riuscire a riportarlo a lottare”.

Matt: “Parlo molto con lui. L'ho annoiato per non so quanto tempo, tipo un anno o due. A un certo punto ero diventato molto aggressivo, poi ho capito che avrei dovuto probabilmente lasciargli prendere le sue decisioni. Sa che c'è un'offerta sempre valida e sa che il mio numero dovrebbe essere il primo da comporre nel caso in cui dovesse decidere di tornare nel business. Mi ha detto che, se e quando deciderà di tornare, sarò la prima persona che chiamerà. Sarà interessante. Che lotti nel nostro team o in un team avversario sarà comunque divertente. Dato che ne stiamo parlando, un altro che vorremmo all'istante sarebbe Bryan Danielson [Daniel Bryan – ndr]. Non ce lo vedo a unirsi necessariamente al Bullet Club, tuttavia sarebbe divertente lottare contro di lui o comunque lavorarci. Anche solo averlo sul ring con noi sarebbe fantastico”.

Il duo ha detto inoltre che, nonostante ci sia un ordine restrittivo della WWE riguardo al loro tipico gesto del “Too Sweet”, loro sanno che probabilmente la WWE sarebbe interessata a parlare con loro una volta che il loro contratto attuale sarà scaduto. I Jackson hanno poi aggiunto che la ragione per cui non sono ancora in WWE è che “non c'è stata la situazione adatta” affinché loro firmassero con la compagnia.

Matt ha affermato “La parte divertente è che solo nel pro wrestling può accadere che una compagnia ti minacci di azioni legali nei tuoi confronti salvo poi offrirti un lavoro l'anno successivo. Ovviamente [la WWE] è interessata. Sarebbero interessati a portarci da loro anche solo per fare in modo che la ROH e la NJPW non ci abbiano più. Una cosa del genere non accadrebbe in nessun altro business”. Nick ha infine precisato che mancano 13 mesi al termine del loro attuale contratto.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
14,978FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati