TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank8.4 Natural Selection
blank
 bulletblank7.4 WWE Raw Report
blank
 bulletblank6.4 WRESTLEMANIA 36 PART 2 REPORT
blank
 bulletblank6.4 WWE Main Event Report
blank
 bulletblank5.4 WRESTLEMANIA 36 PART 1 REPORT
blank
 bulletblank5.4 Impact Wrestling Report
blank
 bulletblank4.4 The Whole Damn Show
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

BACK TO THE FUTURE #10

by Mattia Borsani
 


Buongiorno a tutti lettori e lettrici di Tuttowrestling.com e bentornati per una nuova edizione del Back To The Future, che vi mantiene aggiornati sulle vicissitudini della National Wrestling Alliance.





BACK TO WHERE WE WERE


Ci eravamo lasciati con l'annuncio del rematch fra Aldis e Cody per l'NWA Worlds Heavyweight Championship tenutosi nel corso dello show del 70 Anniversario dello storico brand e che ha visto emergere vittorioso proprio Nick Aldis che si è quindi lauretato per la seconda volta campione, andando immediatamente a riprendere le fila di quel discorso di lenta costruzione della propria figura di fighting champion e contemporaneamente di costruzione del brand NWA.

Secondo regno che, almeno personalmente, non è partito con lo stesso livello di interesse con cui si era concluso il primo stint dell'atleta inglese con i “Ten Pounds of Gold”, complice probabilmente anche l'avversario scelto per la prima difesa post-Cody, identificato in Jake Hager (Jack Swagger in WWE, ndR): Hager è un'atleta dotato sicuramente di una presenza in-ring ed una tecnica sopra la media ma ha sempre peccato a livello di carisma e tale “mancanza” è andato a riflettersi sul livello mediatico della contesa, sicuramente inferiore rispetto ai confronti andati in scena con Storm e Cody; di sicuro interesse sarà invece il prossimo #1 contender annunciato e cioè il “Cowboy” James Storm che sono sicuro riuscirà a rendere molto interessante una difesa titolata pur scontata nel risultato.

Anche la situazione intorno al neo-reintrodotto NWA National Title non risulta essere interessante come dovrebbe, non di certo per colpa del campione, quel Willie Mack che è ormai una star del circuito indipendente ove, anche grazie al suo stile quasi da high flyer, contrapposto ad un fisico non di certo completamente longilineo, ha conquistato fans e consensi anche dagli “addetti ai lavori”; di diversa caratura è quel Samuel Shaw che si è palesato come primo avversario del National Champion: Shaw, ricordato per uno stint ad Impact Wrestling con la gimmick dello stalker, non è di certo, a mio modesto parere, un avversario di primo livello e pertanto lascerei ad altre contese il compito di farci capire se il regno di Mack possa essere o meno interessante.

Finale d'anno quindi sicuramente sottotono rispetto a tutto il periodo pre-ALL IN per ciò che riguarda l'NWA ma sia Corgan che Lagana hanno fatto più volte intendere che durante il 2019 verranno fatti degli annunci importanti per il futuro del brand, tenendo attentamente d'occhio le mosse dell'Elite, che andranno necessariamente a cambiare degli equilibri anche nel mondo indy.

Per questo mese è tutto, l'appuntamento è quindi per gennaio dove festeggeremo il nuovo anno con una nuova edizione del Back To The Future!




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling