Impact Wrestling Report 23/12/2021 – Best of 2021 part 1!

Il 2021 è quasi giunto al termine e con il 2022 quasi alle porte è ora di dare un’occhiata a quello che è stato lo scorso anno di Impact Wrestling! Questa settimana e la prossima, infatti, vedremo un Best of 2021 attraverso il quale ripercorreremo alcuni dei momenti più importanti di Impact Wrestling ai quali abbiamo assistito nel corso degli ultimi dodici mesi. E allora che aspettiamo? Andiamo! Io sono Lorenzo “Holidays? What holidays?” Pierleoni e questo è l’Impact Wrestling Report!

Josh Mathews e Scott D’Amore ci danno il benvenuto a questa prima parte del meglio del 2021 e D’Amore dice che stasera e la settimana prossima verranno assegnati anche alcuni premi, tre stasera e tre la settimana prossima. Mathews ci introduce il primo match della serata che viene da Hard to Kill di quest’anno, quando Kenny Omega e i Good Brothers affrontarono Rich Swann, Chris Sabin e Moose!

Torniamo da Mathews e D’Amore che parlano della forbidden door e di come l’aver aperto quella porta abbia dato vita a tantissimi match che non ci saremmo mai aspettati di vedere.

Vediamo un segmento backstage in cui Jordynne Grace va a chiedere consigli a Chris Sabin per il Knockouts Ultimate X match di Hard to Kill. Sabin le dice che il segreto è la forza degli arti superiori e quindi vuole vedere quante trazioni può fare. Jordynne inizia a fare trazioni e due ore dopo Sabin è abbastanza convinto che Jordynne abbia ottime possibilità nell’Ultimate X match…

Mathews e D’Amore parlano del Knockouts Ultimate match di Hard to Kill e di Jordynne Grace in generale, poi lanciano una carrellata dedicata a tutti i volti nuovi e meno nuovi che abbiamo visto arrivare/tornare a Impact quest’anno: Matt Cardona, Kenny Omega, Jay White, W. Morrissey, Frankie Kazarian, Mickie James, Christian Cage, Christopher Daniels, JONAH.

Mathews e D’Amore parlano di come a Impact ci si deve sempre aspettare l’inaspettato, poi i due parlano più in dettaglio di tutti i debutti/ritorni di quest’anno a Impact. Si avvicina il momento della consegna del primo premio dell’anno, ovvero quello di Tag Team of the Year: a giocarselo ci sono i Good Brothers, i FinJuice, i Violent By Design, il Bullet Club e Rich Swann & Willie Mack.

Dopo un break Mathews e D’Amore parlano della Tag Team Division, in particolare della faida partita a Rebellion tra Good Brothers e FinJuice per gli Impact World Tag Team Titles. Ed è proprio quel match che andiamo a rivedere adesso!

Mathews e D’Amore parlano della relazione tra Impact e la New Japan Pro Wrestling e dei tanti wrestler che le due compagnie si sono scambiate. Arriva finalmente il momento di rivelare chi ha vinto l’award per Tag Team of the Year… e sono i Good Brothers! I Good Brothers ringraziano tutti per averli votati e promettono di ripetersi nel 2022.

Mathews e D’Amore parlano di come i Good Brothers abbiano cambiato il panorama del tag team wrestling e di come abbiano meritato il titolo di tag team dell’anno.

Mathews e D’Amore parlano di come a Rebellion ci sia stato un altro match importantissimo per il 2021, ovvero il Title vs Title match tra Kenny Omega e Rich Swann che metteva in palio sia l’AEW World Title del primo che l’Impact World Title del secondo. Andiamo a dare un’occhiata alle fasi finali di quel match!

Mathews e D’Amore di come Omega abbia conquistato l’Impact World Title e lo abbia tenuto in ostaggio finché Christian Cage non lo ha battuto conquistando il titolo. Josh Alexander ha poi battuto Cage conquistando il titolo ma Moose glielo ha strappato alla fine di Bound for Glory, di cui ci occuperemo la settimana prossima.

Deonna Purrazzo e Matthew Rehwoldt parlano di quanto accaduto la settimana scorsa, quando il suo match di Hard to Kill contro Mickie James è stato sancito come Texas Death match. Deonna dice che Mickie non sa che Deonna eccelle in questo tipo di match dato che l’ultima volta che ha vinto il titolo lo ha fatto in un No DQ match. Lei può adattarsi e può battere ogni avversaria.

Ma Mickie James può farlo a sua volta? Cosa ha fatto nelle ultime settimane a parte battere Mercedes Martinez? Deonna promette che a Hard to Kill dimostrerà che il suo regno è solo una parentesi nel suo dominio e a Hard to Kill farà a pezzi Mickie James.

Mathews e D’Amore parlano di come Deonna Purrazzo non sia mai soddisfatta e per questo si sia fatta vedere a ROH Final Battle per sfidare la ROH Women’s Champion Rok-C per sfidarla a un match titolato. Passiamo poi a presentare il prossimo award che è Knockouts Match of the Year.

I match in gara sono: Deonna Purrazzo vs Mickie James di Bound for Glory, Deonna Purrazzo vs Thunder Rosa di Slammiversary, Deonna Purrazzo vs Masha Slamovich di Knockouts Knockdown, Mercedes Martinez vs Tasha Steelz di Knockouts Knockdown, Tasha Steelz vs Jordynne Grace da BTI del 13 maggio e Fire N Flava vs Havok & Nevaeh di Hard to Kill. E il vincitore è Mickie vs Deonna di Bound for Glory, del quale andiamo a rivedere le fasi finali!

Mathews e D’Amore parlano della vittoria di Mickie James ai danni di Deonna Purrazzo e si chiedono se sarà in grado di difendere il titolo a Hard to Kill contro la stessa Deonna. Ricordano poi che a Hard to Kill ci sarà anche il primo Knockouts Ultimate X match.

Trey Miguel nel backstage è alla ricerca di Scott D’Amore perché vuole un match uno contro uno con Maclin. Arriva Gail Kim che rende ufficiale il match a Hard to Kill tra i due e Trey finalmente si calma… più o meno.

Una vignetta ci ricorda che Masha Slamovich sta per arrivare a Impact.

Mathews e D’Amore parlano dei premi ancora da assegnare e poi ci ricordano che a Hard to Kill ci sarà un Triple Threat match per assegnare l’Impact World Title tra Moose, Matt Cardona e W. Morrissey. Andiamo a riguardare la firma del contratto tra i tre, avvenuta appena la settimana scorsa.

Matt Cardona parla dell’opportunità per l’Impact World Title che avrà ad Hard to Kill.

Mathews e D’Amore parlano di come la faccenda sia diventata molto personale per Matt Cardona, soprattutto dopo 17 anni di esperienza nel pro wrestling.

Dopo un break torniamo da Mathews e D’Amore che parlano del premio di Knockout of the Year. Ma prima di presentare quel premio i tre mostrano le fasi salienti di un altro match da Rebellion, quello tra Josh Alexander, Ace Austin e TJP per l’X Division Title.

Dopo il break vedremo finalmente assegnato il match per Knockout of the Year: chi lo avrà conquistato tra Deonna Purrazzo, Mickie James, Mercedes Martinez, Jordynne Grace e Tasha Steelz?

I Good Brothers e i Violent By Design parlano dell’Hardcore War ad Hard to Kill. I due team sottolineano che la loro alleanza è solo temporanea e che serve per demolire i loro avversari a Hard to Kill.

Mathews e D’Amore sono finalmente (quasi) pronti ad assegnare il premio di Knockout of the Year, soffermandosi su Jordynne Grace che ha conquistato ogni sorta di titolo e di risultato nel 2021. Flashback a Countdown to Glory, dove Jordynne Grace ha conquistato l’Impact Digital Media Championship.

Mathews e D’Amore parlano del Knockouts Ultimate X match di Hard to Kill e finalmente siamo pronti ad assegnare il Knockouts of the Year Award. Dopo il break!

La Knockout of the Year è… Deonna Purrazzo! Che chiede se ci si debba sorprendere che sia lei, dato che ha avuto il titolo per quasi la totalità del 2021 ed è ancora AAA Reina de Reinas Champion. Lei è la migliore e il 2022 continuerà a essere l’era della Virtuosa.

Mathews e D’Amore si congratulano con Deonna e poi ricordano che la settimana prossima avremo altri tre award: Knockouts Tag Team of the Year, Men’s Match of the Year e Men’s Wrestler of the Year. Parlano poi di come Josh Alexander abbia incassato l’option C a Bound for Glory e di come poi questa si sia trasformata in un incubo per via di Moose. Ma prima di lasciarci diamo un’occhiata al match tra Alexander e Christian Cage di Bound for Glory!

E dopo il match è tempo dei saluti, per l’Impact Wrestling Report di questa settimana è tutto, appuntamento a tra sette giorni per la parte 2 del Best of 2021!

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,941FansLike
2,623FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati